PGA Awards 2020, trionfa 1917 - Sam Mendes vola verso l'Oscar

Chi vince l'ambitissimo Producers Guild Award, storicamente parlando, poi trionfa agli Oscar.

Dal 2000 ad oggi chi ha vinto l'ambitissimo e pesantissimo Producers Guild Award ha poi vinto anche l'Oscar come miglior film in 14 occasioni. Impossibile non partire da questa statistica nell'annunciare che 1917 di Sam Mendes ha conquistato il 31esimo Producers Guild Award, dopo aver già trionfato ai Golden Globe, diventando così il titolo di punta per gli Oscar del mese prossimo. Sconfitti Joker, The Irishman, C'era una volta a Hollywood, Ford v Ferrari, JoJo Rabbit, Piccole Donne, Knives Out, Parasite e Marriage Story.

Per Mendes si tratta di un bis, 20 anni dopo il PGA vinto dal suo American Beauty, poi in trionfo proprio agli Oscar. Lo scorso anno fu Green Book a vincere il PGA, mentre nel 2018 toccò a La forma dell'acqua - The Shape of Water. Entrambi poi vincitori anche in casa Academy. Nel 2017, invece, La La Land vinse il Producers Guild Award ma a sorpresa non la statuetta più ambita, andata a Moonlight.

Tra gli altri premiati, Apollo 11 ha vinto il PGA come miglior documentario, mentre Toy Story 4 quello per il miglior lungometraggio animato, un anno fa conquistato da Spider-Man - Un nuovo universo, poi premio Oscar.

PGA Awards 2020

Vincitori

Outstanding Producer of Theatrical Motion Pictures
1917

Producers: Sam Mendes, Pippa Harris, Jayne‐Ann Tenggren, Callum McDougall

Outstanding Producer of Animated Theatrical Motion Pictures
Toy Story 4

Producers: Mark Nielsen, Jonas Rivera

Outstanding Documentary Motion Picture
Apollo 11

Producers: Todd Douglas Miller, Thomas Petersen

Fonte: HollywoodReporter

  • shares
  • Mail