Ghostbusters: Legacy - Finn Wolfhard promette un approccio fedele all'originale

Il regista Jason Reitman con Ghostbusters: Legacy si sta prendendo non pochi rischi, l'idea alla base di questo sequel è riportare il franchise alle sue origini dopo il mediocre reboot al femminile di Paul Feig che ha creato parecchio socmpiglio tra i fan.

In una recente intervista il Finn Wolfhard di Stranger Things e IT ha voluto ribadire qualcosa che già il trailer aveva accennato, Ghostbusters: Legacy adotterà un approccio molto fedele al film originale.

Il terzo film di Ghostbusters diretto dal regista di Juno e Thank You For Smoking nonché figlio di Ivan Reitman, regista dei due Ghostbusters originali, segue una mamma single e i suoi due figli mentre si trasferiscono in una piccola città dove scoprono il loro legame con gli originali Acchiappafantasmi e giusto in tempo in tempo per affrontare una nuova minaccia paranormale. Ghostbusters: Legacy sarà un sequel diretto dei due film degli anni ottanta e ignorerà gli eventi del reboot del 2016 che era ambientato in un universo alternativo.

In un'intervista con il sito NME, Wolfhard ha parlato di cosa aspettarsi da questo terzo film e si è rivolto a noi vecchi fan di Ghostbusters, tranquillizzandoci sul rispetto dovuto ad un film tanto iconico.

Bill Murray, Dan Aykroyd, Ernie Hudson, Rick Moranis - tutti erano persone grandi e gente importante nella nostra casa. Quindi arrivare a far parte di quell'eredità ora è molto lusinghiero. Quando ero molto giovane, i miei genitori erano davvero grandi fan dei film originali, quindi sono cresciuto guardandoli... I vecchi fan di Ghostbusters scopriranno che è un approccio molto, molto fedele alla serie. Mentre i giovani, se non tutti, scopriranno che, prima di tutto, Ghostbusters riguarda la famiglia e le relazioni che queste persone hanno stretto. È anche molto divertente, quindi sono davvero entusiasta che la gente lo veda.

Il Ghostbusters originale del 1984 era riuscito in maniera impeccabile a bilanciare comicità e sovrannaturale a tinte horror, al contrario del reboot che ha messo in scena una vera e propria parodia comica a tratti sguaiata che nulla aveva a spartire con il film originale. Questo perfetto equilibrio tra serio e faceto non è emerso dal trailer di Ghostbusters: Legacy, quindi è ancora tutto da scoprire in che modo è stato dosato l'elemento "comedy", ma siamo fiduciosi che la presenza di Paul Rudd sia un anticipazione dell'umorismo che Reitman ha sicuramente infuso nella sceneggiatura.

Per quanto riguarda il cast, Rudd interpreta un insegnante che interagirà con il personaggio di Wolfhard e sua sorella (Mckenna Grace), mentre Bill Murray, Dan Aykroyd, Ernie Hudson e Sigourney Weaver tornano nei ruoli di Peter Venkman, Ray Stanz, Winston Zeddemore e Dana Barrett con l'aggiunta di un sentito omaggio all'Egon Spengler del compianto Harold Ramis. Si vocifera che i personaggi di Wolfhard e Grace potrebbero essere i nipoti di Egon Spengler e questo creerebbe una nostalgica connessione di stampo famigliare a cui Wolfhard accenna nell'intervista ("...Ghostbusters riguarda la famiglia e le relazioni che queste persone hanno stretto").

"Ghostbusters: Legacy" è attualmente previsto nei cinema per il 10 luglio 2020.

 

Fonte: Digital Spy

 

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail