Alien 5: Sigourney Weaver ha letto un nuovo trattamento del produttore Walter Hill

Alien: Covenant di Ridley Scott è stata una delusione, ma la delusione più grande per i fan della saga degli Xenomorfi è stato l'accantonato Alien 5 di Neill Blomkamp che avrebbe ignorato l'Alien 3 di David Fincher e l'Alien Resurrection di Jean-Pierre Jeunet e oltre a riavere la Ellen Ripley di Sigourney Weaver. avrebbe riportato anche il Caporale Hicks di Michael Biehn e la "New" di Carrie Henn. Il progetto di Blomkamp era un sequel diretto dello spettacolare action con digressione militare Aliens di James Cameron la cui tagline dell'epoca dichiarava senza mezzi termini: "Questa volta è guerra".

Ora apprendiamo che c'è in giro un altro copione per un quinto Alien scritto nienteméno che da Walter Hill (I guerrieri della notte). A rivelare la cosa Sigourney Weaver che in un'intervista con Empire, i cui lettori hanno recentemente classificato Ripley come il secondo miglior eroe cinematografico di tutti i tempi dietro Indiana Jones; Weaver nell'intervista ha rivelato che Hill, produttore dell'originale Alien, le ha inviato un trattamento di 50 pagine per un "Alien 5" dopo che il film di Blomkamp venne accantonato, ma l'attrice non è molto speranzosa che il progetto possa avere una qualche speranza di entrare in sviluppo.

Non lo so. Ridley è andato in un'altra direzione. Forse Ripley ha fatto la sua parte. Merita un periodo di riposo.

 

Nel frattempo dopo la deludente performance di "Covenant" al box-office, Scott ha dichiarato di avere ancora intenzione di realizzare un terzo prequel, dal titolo "Awakening", che a quanto pare si ricollegherà all'Alien originale riportando gli Ingegneri e David (Michael Fassbender) sul planetoide LV-426.

Resta da vedere esattamente ciò che la Disney dopo l'acquisizione di Fox deciderà di fare con Alien in futuro: lo stesso Scott ha recentemente parlato del franchise che ha bisogno di "ri-evolversi", quel che al sottoscritto piacerebbe senza dubbio vedere è un sequel di "Aliens", magari dopo che Scott avrà chiuso la sua poco entusiasmante trilogia prequel, sempre se e quando ci riuscirà.

 

  • shares
  • Mail