• Film

Mission Impossible 7: nuove foto dal set svelano scene di stunt e Tom Cruise con la mascherina

La produzione del settimo film di “Mission: Impossible” ha ripreso nel Regno Unito.

 

Dopo lo stop alla produzione causa pandemia di coronavirus, Tom Cruise è tornato al lavoro sul set di Mission: Impossible 7 , sequel che si sta attualmente girando nel Regno Unito grazie ad una dispensa speciale e tutta una serie di norme sanitarie da rispettare rigorosamente.

Lo stop alle riprese dello scorso marzo è arrivato durante la preparazione di scene ambientate a Venezia, e al momento resta da vedere se la sceneggiatura dovrà essere riscritta per escludere totalmente la produzione in Italia o se il regista Christopher McQaurrie ha trovato una soluzione alternativa.

Grazie a nuove foto dal set recentemente pubblicate dal sito Daily Mail e via Instagram possiamo vedere un Tom Cruise con mascherina provare una scena di stunt sul tetto di un treno munito di imbracatura di sicurezza e uno scatto di un vertiginoso set di montagna con una rampa in costruzione che termina nel vuoto. L’immagine della pista allestita in montagna è stata pubblicata da McQuarrie sul suo account Instagram insieme alla didascalia: “Azione…# MI7 Giorno 1”.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Christopher McQuarrie (@christophermcquarrie) in data:

 

Da segnalare che durante gli scorsi mesi la produzione del film è andata incontro a diverse polemiche nei vari paesi in cui ha fatto tappa; ad esempio in Norvegia i sindacati locali hanno protestato contro la produzione per aver noleggiato navi da crociera da una compagnia con equipaggi sottopagati, mentre in una piccola città in Polonia ci sono state controversie su un locale ponte storico che avrebbe rischiato di saltare in aria; riguardo alla questione del ponte, Christopher McQuarrie ha successivamente chiarito la questione in un’intervista a Empire Magazine in cui il regista ha detto che all’inizio della pre-produzione il team di “Mission: Impossible” ha concepito una sequenza d’azione “che coinvolge un ponte su uno specchio d’acqua, idealmente uno che potrebbe essere parzialmente distrutto”. Secondo il regista è stata la Polonia a manifestare interesse per la produzione proponendo di utilizzare il ponte non funzionante per questa sequenza. McQuarrie scrive che la Polonia stava cercando di ripulire l’area per promuovere il turismo e aveva bisogno di ammodernare il ponte, il che significa che una parte di esso doveva essere distrutta per far posto agli ammodernamenti.

[quote layout=”big”]La scorsa settimana, è esplosa una notizia sulla stampa secondo cui i produttori di ‘Mission: Impossible’ avevano chiesto il permesso di demolire un ponte di 111 anni in Polonia e che, così facendo, stavamo distruggendo un pezzo della meravigliosa eredità di quel paese in nome dell’intrattenimento. Ho letto molte storie imprecise in cui sono nominato e normalmente le ignoro, ma in questo caso ho ritenuto importante chiarire personalmente alcune interpretazioni errate delle nostre intenzioni, a partire da questo: non c’è mai stato un piano che prevedesse di far saltare in aria un monumento protetto di 111 anni…La produzione di “Mission: Impossible” si è limitata a
distruggere le parti già pericolanti del ponte che dovevano essere ricostruite, e non i pilastri in pietra originali.[/quote]

Secondo McQuarrie La controversia attorno al ponte sarebbe stata alimentata da un individuo che “ha affermato che gli era dovuto un lavoro per la produzione per il quale ritenevamo non fosse
adeguatamente qualificato”. Questa persona avrebbe molestato i membri dell’equipaggio sui social media e poi “travisato le nostre intenzioni” riguardo al ponte e “nascosto le sue ragioni personali per volerci penalizzare. In breve, questo individuo ha manipolato la risposta emotiva delle persone in una mossa che ora ha compromesso le nostre ambizioni di portare la nostra produzione in Polonia. Non ci sogneremmo mai, in nessuna circostanza, di causare intenzionalmente danni ai punti di riferimento culturali o storici che visitiamo e ci adopereremo per proteggere quei punti di riferimento che rappresentiamo. Rispettare e celebrare i luoghi che giriamo è la nostra prima direttiva. Nessuno coinvolto nella produzione ha mai chiesto il permesso di distruggere un punto di riferimento storicamente significativo in Polonia”.

Mission: Impossible 7 arriverà nei cinema il 19 novembre 2021 seguito da Mission: Impossible 8 nelle sale a partire dal 4 novembre 2022.