Stasera in tv: “Cena con Delitto – Knives Out” su Rai 1

Rai 1 stasera propone “Cena con Delitto – Knives Out”, commedia del 2012 di Rian Johnson con Daniel Craig, Chris Evans, Ana de Armas e Jamie Lee Curtis.

Cena con Delitto – Knives Out, su Rai 1 il film di Rian Johnson, una versione moderna del classico giallo con delitto alla Agatha Christie. Più specificamente, il film è incentrato su un incontro di famiglia che finisce nel peggiore dei modi quando il patriarca muore (Christopher Plummer), e due investigatori (Daniel Craig e Lakeith Stanfield) vengono inviati per indagare sugli eventi nebulosi che circondano la dipartita dell’anziano padrone di casa.

Knives Out – Cast e personaggi

Daniel Craig: Benoît Blanc
Chris Evans: Hugh Ransom Drysdale
Ana de Armas: Marta Cabrera
Jamie Lee Curtis: Linda Drysdale
Michael Shannon: Walter “Walt” Thrombey
Don Johnson: Richard Drysdale
Toni Collette: Joni Thrombey
Lakeith Stanfield: tenente Elliot
Katherine Langford: Meg Thrombey
Jaeden Martell: Jacob Thrombey
Frank Oz: Alan Stevens
Riki Lindhome: Donna Thrombey
Edi Patterson: Fran
Noah Segan: Agente Wagner
K Callan: Wanetta “Nana” Thrombey
Christopher Plummer: Harlan Thrombey
M. Emmet Walsh: Sig. Proofroc
Marlene Forte: Madre di Marta

Doppiatori italiani

Francesco Prando: Benoît Blanc
Marco Vivio: Hugh Ransom Drysdale
Joy Saltarelli: Marta Cabrera
Angiola Baggi: Linda Drysdale
Pino Insegno: Walter “Walt” Thrombey
Alessio Cigliano: Richard Drysdale
Claudia Catani: Joni Thrombey
Andrea Mete: tenente Elliot
Emanuela Ionica: Meg Thrombey
Alex Polidori: Jacob Thrombey
Gianni Giuliano: Alan Stevens
Domitilla D’Amico: Donna Thrombey
Anna Cugini: Fran
Simone Crisari: Agente Wagner
Graziella Polesinanti: Wanetta “Nana” Thrombey
Dario Penne: Harlan Thrombey
Franco Zucca: Sig. Proofroc
Laura Romano: Madre di Marta

Knives Out – Trama e trailer

Harlan Thrombey (Christopher Plummer), un agiato romanziere, viene trovato morto, in circostanze misteriose, nella sua proprietà la mattina dopo la festa per il suo 85esimo compleanno. Il celebre detective Benoit Blanc (Daniel Craig), uomo di straordinario intuito e carisma, è incaricato del caso, e sospetta si tratti di un omicidio. In perfetto stile “crime” la famiglia del defunto è numerosa, e tutti, nessuno escluso, sono potenziali sospettati: ognuno di loro, infatti, avrebbe un motivo più che valido per eliminare Harlan Thrombey, uomo che l’esperienza e l’età hanno reso tanto lungimirante quanto sagace. Quando il fatidico giorno della lettura del testamento si avvicina, l’avida e disfunzionale famiglia di Harlan, si rivela essere molto più complicata e conflittuale di quanto sembrasse all’inizio. Un contesto familiare costituito da personaggi variopinti, appartenenti a generazioni contrapposte tra loro per età, obiettivi e stili di vita. Quando Marta (Ana de Armas), la giovane e bella infermiera sudamericana di Thrombrey si ritrova implicata nel misterioso caso, appare chiaro che nessun segreto è più al sicuro nella casa, neppure i suoi.

Il nostro commento

Rian Johnson torna dietro la macchina da presa con “Knives Out – Cena con delitto” dimostrando ancora una volta il suo eclettismo rispetto ai confini spesso imposti dai generi cinematografici. Dopo aver spaziato dal thriller alla fantascienza (“Brick – Dose mortale” e “Star Wars: Gli Ultimi Jedi”), ibridando poi i due generi e contaminandoli con il filone dei viaggi nel tempo (Looper), Johnson torna alla commedia che ha segnato i suoi esordi (The Brothers Bloom) per una ulteriore contaminazione, ma stavolta con il genere che ha reso Agatha Christie la Regina del giallo, il filone dei “mistery con delitto”, così ben parodiati negli anni ottanta nel classico Signori, il delitto è servito con Tim Curry, a sua volta adattamento di Cluedo, uno dei giochi da tavolo più famosi di sempre insieme al Monopoli, che sta per fruire di un nuovo film attualmente in sviluppo che vede Ryan Reynolds protagonista e produttore. Il regista Rian Johnson confeziona giallo a tinte noir ricco di humour che omaggia Alfred Hitchcock e sciorina metafore cinematografiche a tutto andare, mentre la trama si dispiega tra depistaggi, colpi di scena e giochini psicologici. Johnson mette in atto una rivisitazione irriverente e intelligente del cosiddetto “giallo con delitto”, lo plasma e lo ammoderna senza snaturarne le origini, un po’ come fece a suo tempo Wes Craven con lo slasher nei suoi Scream,  e gioca con lo spettatore su una ideale scacchiera dove i sospettati sono le pedine e il fascinoso e moderno epigono di Poirot, il Benoît Blanc interpretato da Daniel Craig, il giocatore che le muove in cerca di uno Scacco Matto che arriverà puntuale nel sorprendente finale.

Curiosità sul film

  • Rian Johnson dirige “Knives Out” da una sua sceneggiatura originale ed è anche produttore insieme a Ram Bergman. Il film fruisce della fotografia di Steve Yedlin e del montaggio di Bob Ducsay.
  • Rian Johnson ha citato molte influenze diverse per “Cena con delitto – Knives Out” su cui spiccano alcuni classici della regina del giallo Agatha Christie. L’elenco delle fonti d’ispirazione di Johnson include: Delitto sotto il sole, Invito a cena con delitto, Assassinio sul Nilo, Un rebus per l’assassino, Trappola mortale, Signori, il delitto è servito, Gosford Park, Assassinio allo specchio, Something’s Afoot, Assassinio sull’Orient Express e The Private Eyes.
  • Nonostante abbia interpretato sua madre nel film, K Callan ha sei anni e 27 giorni in meno di Christopher Plummer. Plummer è nato il 13 dicembre 1929 e Callan è nata il 9 gennaio 1936.
  • Alcuni degli interni della Thrombey Mansion sono stati girati all’Ames Mansion di Easton, nel Massachusetts. L’esterno della casa era un palazzo neogotico costruito nel 1890. Si trova fuori Boston ma la posizione esatta contrattualmente non può essere rivelata dalla produzione.
  • M. Emmet Walsh ha sostituito Ricky Jay, morto durante la produzione il 24 novembre 2018. Una foto in bianco e nero di Jay è visibile per alcuni secondi appena prima che Walsh appaia per la prima volta davanti alla macchina da presa (minuto 55:06).
  • Diverse opere d’arte e design delle finestre nella villa presentano il motivo “memento mori”, raffigurante scene di vita quotidiana popolate da scheletri o teschi. Il motivo, che si traduce approssimativamente in “ricordati che devi morire” o “ricordati che sei mortale”, era popolare in epoca vittoriana e veniva usato per ricordare alle persone che la morte arriva per chiunque,  a prescindere se si è ricchi o poveri. Naturalmente per i fan di Troisi è anche l’iconica battuta di Non ci resta che piangere a cui l’attore risponde: “Sì, sì… no… mo’ me lo segno…”.
  • La tazza da caffè con la scritta “My House, My Rules, My Coffee” è stata prodotta per il film. Le repliche della tazza sono ora disponibili per l’acquisto.
  • Sia il titolo “Knives Out” che il titolo provvisorio “Morning Bell” sono brani dell’album “Amnesiac” (2001) del gruppo rock inglese dei Radiohead.
  • La moneta lanciata da Benoit Blanc è un dollaro d’argento Morgan statunitense del 1901. Dal momento che erano fatti di argento al 90%, il governo ha sciolto milioni durante la prima guerra mondiale per aiutare a finanziare lo sforzo bellico. Alcuni sono molto difficili da trovare e, a seconda delle condizioni, possono valere migliaia di dollari.
  • Daniel Craig ha voluto Ana de Armas in No Time to Die proprio perché si era trovato benissimo a lavorare con l’attrice sul set di Cena con delitto – Knives Out”.
  • Almeno due nomi di personaggi sembrano essere omaggi a “Chi ha ucciso Harlowe Trombey?”, Uno dei primi titoli della popolare serie di libri per bambini “Scegli la tua avventura” degli anni ’70 e ’80: il patriarca defunto del film, Harlan Thrombey, e l’anziano giardiniere Proofroc (un detective inetto di nome Prufrock è un personaggio secondario nel libro). Il libro, come il film, è incentrato sulla morte di un uomo ricco i cui membri della sua famiglia allargata sono tutti potenziali sospettati della sua dipartita.
  • A un certo punto, Benoit Blanc fa riferimento a “L’arcobaleno della gravità”, il tentacolare romanzo del 1973 di Thomas Pynchon che ha vinto il National Book Award ed è stato nominato per il Pulitzer ma ha offeso la commissione Pulitzer Advisory Board perché alcuni membri lo hanno trovato “illeggibile”, “pomposo”, “eccessivamente elaborato” e persino “osceno”, quindi nessun Pulitzer fu premiato quell’anno. Poiché Pynchon si è rifiutato di presentarsi di persona alla cerimonia del National Book Award, la Viking Press ha inviato un comico ad accettare il premio al suo posto e un esibizionista ha attraversato il palco nel mezzo della cerimonia. Benoit aggiunge che nessuno legge il libro, ma dice che gli piace il titolo, (L’arcobaleno del titolo altro non è che la parabola, la curva descritta da un missile dal lancio al momento in cui colpisce un bersaglio. Il romanzo è infatti incentrato sul V2, il missile a lungo raggio costruito dalla Germania nazista al termine della seconda guerra mondiale e utilizzato soprattutto per colpire Londra), così il detective lo paragona all’arco di un mistero con delitto. Benoit si riferisce anche all’arco narrativo più avanti nella storia. “”L’arcobaleno della gravità” di Thomas Pynchon è il primo libro che Rian Johnson abbia mai regalato a Noah Segan che non l’ha ancora letto
  • Una terapia parenterale di 100 mg di ketorolac somministrata per settimane a un uomo di 85 anni, come fa Harlan in questo film, sarebbe completamente fuori norma e avrebbe un rischio significativo di insufficienza renale.
  • Il gioco da tavolo a cui stanno giocando Harlan Thrombey (Christopher Plummer) e Marta Cabrera (Ana de Armas) si chiama “Go”, un gioco da tavolo strategico per due giocatori in cui l’obiettivo è circondare più territorio dell’avversario. Il gioco è stato inventato in Cina più di 2.500 anni fa.
  • Rian Johnson ha descritto il personaggio di Daniel Craig, Benoit Blanc, come un “Poirot americano”. Lo stesso Craig è britannico, sebbene naturalizzato americano. Questo è stranamente in linea con Poirot, che è belga ma è tradizionalmente interpretato da un inglese (Albert Finney, David Suchet, Peter Ustinov, ecc.) o da un nordirlandese (Kenneth Branagh). Benoit Blanc è anche un plausibile nome belga.
  • Jacob Thrombey (Jaeden Martell), il nipote “figlio di papà” del film che è sempre al telefono, è stato un personaggio influenzato da coloro che hanno espresso le loro critiche online sul precedente film dello sceneggiatore/regista Rian Johnson, Star Wars – Gli ultimi Jedi (2017), film che continua ad essere commentato da “troll” e dai cosiddetti “manbabies” (in gergo “uomini che si comportano come bambini. Se non ottengono ciò che vogliono diventano irritabili. Pensano di avere sempre ragione e possono arrabbiarsi e perdere le staffe per qualsiasi cosa”).
  • I Thrombey prendono il nome dalle rock star degli anni ’70; Richard e Linda sono Richard Thompson e Linda Thompson, Joni è Joni Mitchell, Neil è Neil Young e Walt e Donna sono Walter Becker e Donald Fagen degli Steely Dan. Tranne Ransom, che prende il nome da un personaggio della Trilogia spaziale di CS Lewis composta da Lontano dal pianeta silenzioso (Out of the Silent Planet, 1938), Perelandra (1943) e Quell’orribile forza (That Hideous Strength, 1946).
  • I tre monitor televisivi nella stanza di sicurezza sono vecchi monitor di computer Tandy / Radio Shack TRS-80 Model 1.
  • La madre di Marta guarda La signora in giallo e in particolare l’episodio “Zuppa di pesce ai barbiturici” (1988), doppiato in spagnolo. Il doppiaggio di Angela Lansbury è stato eseguito dalla stimata veterana della televisione, del cinema e del doppiaggio Beatriz Aguirre, morta circa due mesi prima dell’uscita del film.
  • La figura del marinaio ai piedi della scalinata di Harlan è simile a Jolly Jack Tarr il marinaio gioviale nella casa dello scrittore di gialli Andrew Wyke (Laurence Olivier) ne Gli insospettabili (1972).
  • Il film riunisce Frank Oz e Jamie Lee Curtis 36 anni dopo la loro apparizione in Una poltrona per due (1983).
  • Il film ha ottenuto un finanziamento di 40 milioni di dollari al Toronto International Film Festival (TIFF) nel settembre 2018.
  • La BMW che Ransom guida è una BMW 3.0 CSI del 1972. Il modello è chiamato “e9” dagli appassionati di BMW.
  • Joseph Gordon-Levitt appare in un cameo: è il detective della polizia ascoltato nella serie televisiva che la sorella di Marta sta guardando, classificato nei titoli di coda come il detective Hardrock. Gordon-Levitt è apparso in cinque dei sei film diretti da Rian Johnson.
  • Il cugino di Rian Johnson, Mark Johnson, ha realizzato il design dei titoli di testa e ha basato il carattere su una serie di tascabili di Agatha Christie. Zack Johnson che è un altro cugino del regista ha realizzato i dipinti del cast per i titoli di coda; Nathan Johnson, altro cugino del regista, ha composto la colonna sonora del film, come ha fatto per tutti i film del regista tranne Star Wars – Gli ultimi Jedi (2017) che Nathan ha confessato di non aver compreso.

Note di produzione

“Vorremmo solo fare qualche domanda …” È una delle frasi più iconiche del mondo del cinema: dopo la morte improvvisa di un uomo ricco, si ritrovano nella sua elegante tenuta un gruppo variegato di persone che fanno parte della famiglia e dello staff con i loro segreti nascosti e i loro strani comportamenti, che danno vita a una serie di eventi rompicapo nel corso di un gioco al gatto col topo. In Knives Out di Rian Johnson, lo scenario atemporale del genere classico è trasposto in una versione acuta e tagliente sulle abitudini sociali e la vita familiare del 21° secolo.

Johnson rivisita il classico giallo umoristico, con un grande cast, ma in sintonia con i nostri tumultuosi tempi. Tutto inizia con un gruppo multigenerazionale di stelle del cinema, ognuna delle quali pronta a divertirsi nel costruire dei personaggi così imprevedibili e psicologicamente instabili. Da Daniel Craig e Chris Evans a Ana de Armas, Jamie Lee Curtis, Michael Shannon, Don Johnson, Toni Collette, LaKeith Stanfield, Katherine Langford, Jaeden Martell, Frank Oz, Riki Lindhome, Edi Patterson, Noah Segan, e Christopher Plummer – il gruppo si destreggia tra retroscena, rapporti conflittuali e ragioni segrete, con più avvitamenti a spirale di un apribottiglie.

“Volevo fosse davvero un film moderno, divertente, pieno di idee nuove e di intrighi e soprattutto incentrato sulle dinamiche familiari,” spiega Rian Johnson. Ma il regista vuole allo stesso tempo rimanere nel solco della tradizione: esplorare le relazioni sociali in cambiamento attraverso il labirinto di un caso misterioso. Il regista osserva che la regina del giallo lo faceva in ogni storia. “Le storie di Agatha Christie non erano sulle cause, se osservi bene i personaggi, erano storie che rispecchiavano la società britannica del tempo,” dice Johnson. “Questo elemento tende a non essere recepito oggi, con tutti quei maggiordomi e colonnelli. Si dimentica che in quel periodo storico erano dei riferimenti attuali per tutti i livelli della società. Quindi per me era stimolante l’idea di usare questo genere cinematografico per guardare all’America contemporanea e al tipo di persone a cui siamo abituati oggi”.

Knives Out – La colonna sonora

  • Le musiche originali di “Cena con Delitto – Knives Out” sono state affidate a Nathan Johnson, cugino del regista Rian Johnson. Nathan e Rian hanno condiviso l’esordio sul grande schermo con il noir Brick – Dose Mortale, diretto da Rian e musicato da Nathan. La collaborazione tra i due proseguirà con i film The Brothers Bloom e Looper. Altri crediti di Nathan includono musiche per Don Jon, esordio alla regia di Joseph Gordon-Levitt, l’action fantascientifico Young Ones, il thriller biografico La regola del gioco e il videogioco Infamous Second Son per PlayStation 4. Oltre a comporre musiche per film, Nathan Johnson ha diretto anche numerosi video musicali.
  • Daniel Craig nel film mentre aspetta in macchina canta la classica canzone “Losing My Mind” dal musical “Follies” di Stephen Sondheim. Daniel è un grande fan di Liza Minnelli e ha insistito per usare la versione di  Minnelli di questa canzone nata dalla collaborazione dell’attrice e cantante con i Pet Shop Boys. Stranamente “Follies” originariamente intitolato “The Girls Upstairs”, è stato concepito da Sondheim e dal drammaturgo James Goldman come un giallo con omicidio.
  • È stata Toni Collette a scegliere la canzone dei Roxy Music, “More Than This”,  sulle cui note balla all’inizio il suo personaggio Joni Thrombey.
  • Oltre alle musiche originali di Johnson, la colonna sonora include anche il brano “Sweet Virginia” dei Rolling Stones.

TRACK LISTINGS:

1. Knives Out! (String Quartet in G Minor)
2. The Thrombey Estate
3. Like Father, Like Son
4. The Thrombey Family Theme (Solo Piano)
5. Double-Dipping
6. Snooping
7. On the Eve of Harlan’s Demise
8. Harlan’s Plan
9. The Wake
10. The Attic Room
11. The Game’s Afoot
12. The Broken Trellis
13. Knives Out!, Pt. II (The Will)
14. Foul Play
15. The Dumbest Car Chase of All Time
16. Blackmail
17. No More Surprises
18. Blanc’s Tale, Pt. I
19. Blanc’s Tale, Pt. II
20. The Thrombey Family Theme

La colonna sonora di “Cena con Delitto – Knives Out” è disponibile su Amazon.

Ultime notizie su Film in tv

Tutto su Film in tv →