Confess, Fletch: trailer italiano e colonna sonora del film con Jon Hamm al cinema dal 17 novembre

Tutto quello che c’è da sapere su “Confess, Fletch” con Jon Hamm, il reboot del franchise anni ’80 con Chevy Chase al cinema dal 17 novembre.

Dal 17 novembre nei cinema italiani con Paramount e Eagle Pictures arriva Confess, Fletch, la commedia crime con protagonista Jon Hamm che torna a collaborare con il regista Greg Mottola dopo Le spie della porta accanto. Se il titolo vi sembra familiare è perché si tratta di un reboot  del franchise comedy anni ottanta Fletch con Chevy Chase, a sua volta basato sul personaggio di Irwin Fletcher creato dello scrittore americano di gialli Gregory McDonald.

Confess Fletch – Trama e cast

La trama ufficiale: In questa deliziosa commedia rompicapo, Jon Hamm interpreta il ruolo del malizioso affascinante e infinitamente problematico Fletch, che diventa il principale sospettato in un caso di omicidio mentre cerca una collezione d’arte rubata. L’unico modo per provare la sua innocenza? Scoprire quale della lunga lista di sospetti è il colpevole: dall’eccentrico mercante d’arte e un playboy scomparso ad un vicino pazzo e alla fidanzata italiana di Fletch. Il crimine, infatti, non è mai stato così disorganizzato.

Il cast del film include anche Marcia Gay Harden, Kyle MacLachlan, Roy Wood Jr., John Slattery, Ayden Mayeri, Lorenza Izzo e Annie Mumolo.

Confess Fletch – Trailer e video

Curiosità sul film

  • Greg Mottola dirige da una sceneggiatura di Zev Borow al suo primo lavoro cinematografico dopo aver scritto episodi per le serie tv Chuck, Human Target, Forever e Lethal Weapon.
  • Un reboot del film è stato in lavorazione per vent’anni, con vari nomi collegati tra cui Kevin Smith che nel 2000 avrebbe dovuto scrivere e dirigere un film di Fletch per la Miramax Films. Smith dopo un disaccordo con Chase decise di adattare “Fletch Won”, prequel che segue un giovane Fletch nei suoi primi anni come giornalista junior. Smith aveva pensato a Jason Lee, Ben Affleck, Brad Pitt o Jimmy Fallon per il ruolo di protagonista e un potenziale cameo per Chase. Nel 2003 Smith si scontra con il capo della Miramax Harvey Weinstein che voleva imporre Zach Braff, alla fine Smith abbandonò e il progetto passò nelle mani Bill Lawrence, creatore della serie tv Scrubs che avrebbe fatto del progetto il suo debutto alla regia. Braff dopo aver intrapreso delle trattative con Miramax abbandonò per lavorare al remake di Open Hearts. Nel giugno 2007 venne annunciato che Lawrence era fuori dal progetto sostituito da Steve Pink. Nel 2011 i diritti del progetto sono stati acquisiti dalla Warner Bros., che ha reclutato diversi scrittori che hanno prodotto sceneggiature inadeguate. Nel 2013 David List, che rappresenta gli eredi di Mcdonald, è intervenuto con il suo progetto che ha visto coinvolto Jason Sudeikis nel ruolo del protagonista. Lo studio ha firmato la sceneggiatura, descritta come una “grintosa commedia d’azione ma con il cuore”, e ha iniziato a cercare un regista. Nell’aprile 2015 il film è stato trasferito ai Relativity Studios dopo che la Warner Bros. ha passato la mano, purtroppo Relativity Media è fallita quello stesso anno e poi di nuovo nel 2018.
  • La storia che Frank propone a Fletch alla fine del film, riguardante l’improvviso ritiro dell’editore di giornali Walter March, prepara la trama del prossimo romanzo della serie Fletch, Fletch’s Fortune.
  • Questo è il primo film di Fletch senza Chevy Chase nei panni del protagonista, Irwin M. “Fletch” Fletcher.
  • Sebbene Fletch sia conosciuto principalmente come un film, una serie con protagonista Chevy Chase, c’erano molti libri popolari di Gregory McDonald sul giornalista investigativo, rendendolo un adattamento del personaggio letterario di McDonald in contrasto con una continuazione alterata del personaggio cinematografico di Chase.
  • “Confess, Fletch” è basato sul libro “Confessa Fletch” (1976) di Gregory Mcdonald, che è il secondo libro della serie “Fletch”. Il film del 1985 interpretato da Chevy Chase era basato sul primo libro Giovedì mi ucciderai (1974).
  • Il personaggio di Frank Jaffe non compare nel romanzo “Confessa Fletch”. Era un ex redattore di Fletch’s, ma non ha mai lavorato a Boston.
  • Fletch dice di aver lasciato il giornalismo perché la professione è stata sminuita dai social media. Nel libro, Fletch si è ritirato ed è fuggito dagli Stati Uniti dopo essersi assicurato una grande quantità di denaro da un uomo d’affari corrotto (come descritto nel romanzo / film originale “Giovedì mi ucciderai / Fletch”).
  • Mentre il ladro irrompe nel serbatoio sotto l’acquario, si sente brevemente la musica del film originale di Fletch.
  • I membri dello staff del Boston Globe de Il caso Spotlight (2015) sembrano aver attraversato tempi difficili. Sia John Slattery che Gene Amoroso compaiono nella redazione di Boston Sentinel.
  • Verso la fine del film, Horan (Kyle MacLachlan) dice a Fletch (Jon Hamm) e Angela (Lorenza Izzy) che “era pronto a commettere un omicidio, cosa che ti fa pensare che non ne commetterò due”. La stessa frase è stata detta a Fletch (Chevy Chase) e Gail (Dana Wheeler-Nicholson) da Stanwyk (Tim Matheson) alla fine dell’originale Fletch (1985).

Fletch – Il franchise originale

Il film originale Fletch – Un colpo da prima pagina del 1985 segue le vicende di Irwin “Fletch” Fletcher, giornalista d’assalto di Los Angeles che pubblica scoop dietro lo pseudonimo Jane Doe. L’ultima indagine di Fletch lo vede travestito da barbone vivere in spiaggia per infiltrarsi nel mondo dello spaccio di droga. Fletch in cerca di prove incappa nel miliardario Alan Stanwyk malato di cancro che chiede a Fletch, in cambio di 50.000$, di ucciderlo affinché sua moglie ottenga i soldi dell’assicurazione. Fletch fiuta subito che c’è qualcosa di losco e inizia a indagare imbattendosi in alcuni collegamenti tra il miliardario che in realtà è sano come un pesce e i narcotrafficanti che controllano lo spaccio sulla spiagge di Los Angeles. Il film diretto da Michael Ritchie (Che botte se incontri gli orsi) si rivelò un successo incassando 59 milioni di dollari e generando un sequel, Fletch, cronista d’assalto (Fletch Lives) uscito nel 1989 che ha visto di nuovo a bordo Michael Ritchie e Chevy Chase.

Fletch – La serie di romanzi

Gregory Mcdonald (15 febbraio 1937 – 7 settembre 2008) è stato uno scrittore di gialli americano il cui personaggio più famoso è il giornalista investigativo cda commedia Irwin Maurice “Fletch” Fletcher. Due dei libri di Fletch hanno vinto gli Edgar Awards dai Mystery Writers of America: “Giovedì mi ucciderai” (Fletch) è stato nominato miglior primo romanzo nel 1975 e “Confessa Fletch” ha vinto per il miglior libro originale in brossura nel 1977. Questa è l’unica volta in cui un romanzo e il suo sequel hanno vinto due Edgar consecutivi. Mcdonald scriverà altri nove romanzi di Fletch, inclusi i prequel “Fletch Won”, “Fletch Too” e “Fletch e la vedova Bradley”.

Giovedì mi ucciderai (Fletch) (1974)
Confessa, Fletch(1976)
La fortuna di Fletch (1978)
Fletch e la vedova Bradley (1981)
Fletch’s Moxie (1982)
Fletch and the Man Who (1983)
Carioca Fletch (1984)
Fletch Won (1985)
Fletch Too (1986)

Confess Fletch – La colonna sonora

  • Le musiche originali di “Confess, Fletch” sono del compositore David Arnold (Independence Day, Casino Royale, Hot Fuzz, Le cronache di Narnia – Il viaggio del veliero, serie tv Sherlock). David Arnold e il regista Greg Mottola hanno collaborato anche per la commedia fantascientifica Paul (2011).
  • L’album della colonna sonora contiene brani artisti jazz come Chet Baker, Dexter Gordon, Art Blakey & The Jazz Messengers, Horace Silver, Ike Quebec e altri, così come il brano “LATHI” di Weird Genius e Sara Fajira.

TRACK LISTINGS:

1. Tunnel Escape – David Arnold (1:03)
2. Senor Blues – Horace Silver (7:01)
3. Portuguese Washerwoman – Astrud Gilberto and Walter Wanderley (1:30)
4. Goin’ Home (SACD Version) – Ike Quebec (5:41)
5. Let’s Get Lost – Chet Baker (3:44)
6. This I Dig of You – Hank Mobley (6:24)
7. Don’t Explain (Remastered 2015) – Dexter Gordon (6:04)
8. Stella By Starlight (2004 Digital Remaster) – Chet Baker (3:56)
9. Moanin’ – Art Blakey & The Jazz Messengers (9:35)
10. Dirty Water – Trombone Shorty (3:47)
11. Before the Tear Drops – Vintage Trouble (3:26)
12. Fletch in the Alley – David Arnold (0:59)
13. Chilled Room – Bluewerks & Zmeyev (2:30)
14. LATHI – Weird Genius & Sara Fajira (3:09)
15. Picasso – David Arnold (3:04)

La colonna sonora di “Confess, Fletch” è disponibile su Amazon.

Confess Fletch – Foto e poster

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →