Stasera in tv: “Copperman” su Rai 2

Rai 2 stasera propone “Copperman”, film drammatico diretto dd Eros Puglielli con Luca Argentero, Galatea Ranzi, Tommaso Ragno e.Antonia Truppo.

Cast e personaggi

Luca Argentero: Anselmo / Copperman
Antonia Truppo: Titti
Galatea Ranzi: Gianna
Gianluca Gobbi: Ernesto
Tommaso Ragno: Silvano il fabbro
Sebastian Dimulescu: Anselmo bambino
Angelica Bellucci: Titti bambina
Massimo Poggio: Giovanni
Paolo Romano: Mario

La trama

Copperman ovvero Anselmo (Luca Argentero), è un uomo che viaggia nel mondo con l’innocenza di un bambino e il cuore di un leone. Abbandonato dal padre, che lui crede un supereroe, Anselmo vive con la madre (Galatea Ranzi) che a forza di ripetergli quanto sia “speciale”, se ne è convinto anche lui. E proprio come Forrest Gump ha conservato nel tempo una purezza infantile e il candore disarmante di chi non conosce la diffidenza. Il suo grande amore è Titti (Angelica Bellucci/Antonia Truppo) conosciuta a scuola alle 10, 34 minuti e 12 secondi di un giorno speciale e poi inghiottita da un’assenza troppo lunga. E poi c’è Silvano (Tommaso Ragno), il fabbro del paese, arrivato non si sa da dove, suo padre putativo e mentore. Uno che ha poche parole e una pistola. E che è diventato suo amico dalle 11 e 47 minuti del 12 aprile 1991. Grazie a lui, Anselmo diventa Copperman.

Curiosità

  • Diretto da Eros Puglielli (“Tutta La conoscenza del mondo”, “Occhi di cristallo”, “Nevermind”), “Copperman” è sceneggiato da Mauro Graiani (Poli opposti), Riccardo Irrera (Scuola di mafia), Paolo Logli (Chi m’ha visto), Alessandro Pondi (Tutta un’altra vita).
  • Il team che ha supportato il regista Eros Puglielli dietro le quinte ha incluso il direttore della fotografia Alfredo Betrò (Nevermind), la montatrice Karolina Maciejewska (Il Peccato – Il Furore di Michelangelo), la costumista Patrizia Chericoni (la ragazza nella nebbia) e le scenografe Emita Frigato (Leonora Addio) e Maria Rita Cassarino (Gli anni belli).
  • Oltre a Luca Argentero (“Saturno contro”, “Poli Opposti”, “Il grande sogno”, “A casa nostra” fra gli altri) e Antonia Truppo (“Lo spazio bianco”, “La doppia ora”, David di Donatello per “Lo chiamavano Jeeg Robot” e “Gli indivisibili”) il cast include Galatea Ranzi (“La grande bellezza” e “La ragazza nella nebbia” fra i più recenti), Tommaso Ragno (“La Pazza gioia”, “Lazzaro Felice”, “1993” e “Il Miracolo” per la tv), Gianluca Gobbi (“Dogman” e “La profezia dell’armadillo” i suoi ultimi film e il ruolo di Paolo Villaggio in “Fabrizio De Andre’, Principe Libero”) e i piccoli Sebastian Dimulescu e Angelica Bellucci.
  • Anche se interpretano Figlio/Madre, Luca Argentero (Anselmo adulto) ha solo 11 anni in meno di Galatea Ranzi (la madre di Anselmo).
  • Le musiche originali di “Copperman” sono del compositore Andrea Guerra (Un giorno questo dolore ti sarà utile, Il venditore di medicine, La scuola cattolica, Scusate se esisto!, Bianca come il latte, rossa come il sangue).

Dichiarazioni cast e regista

Il regista Eros Puglielli sul film:È la storia di un uomo che vive il sogno di un bambino. Il film ruota attorno al tema dell’autismo, per raccontare come un elemento di diversità possa trasformarsi in un arricchimento. Realizzare una favola è un privilegio, perché è fatta di archetipi, è universale e arriva ad adulti e bambini. Sicuramente Copperman è un film che può crearne altri simili, un lavoro che alza l’asticella verso territori nuovi per il cinema italiano.

Luca Argentero sul film: Quando ho letto la sceneggiatura ho pensato che era molto bella, ma che non se ne sarebbe mai fatto un film. Fare un supereroe poi è sempre stato il mio sogno, lo confesso, ma va detto poi che il tema della malattia del protagonista mi ha fatto subito tremare le ginocchia. Fare riferimento allo spettro autistico era una cosa che andava fatta bene e con il dovuto rispetto. Per prepararmi è stato utile parlare con medici e genitori, il tutto per essere il più possibile rispettoso verso questa malattia.

Chi è Eros Puglielli?

Eros Puglielli nasce a Roma nel maggio del 1973. La sua precoce “vocazione” di regista inizia a manifestarsi appena adolescente quando realizza alcuni lavori in video che evidenziano uno stile disinvolto, al servizio di racconti dai toni grotteschi che sono incentrati soprattutto su temi e storie che appartengono al mondo giovanile. Nel 1993 gira in video il lungometraggio Dorme, in concorso a Bellaria nel 1995, trasferito su pellicola 35mm nel 2000 e distribuito in sala nel maggio dello stesso anno. A 21 anni entra nel corso di regia del Centro Sperimentale di Cinematografia (oggi S.N.C. scuola nazionale di cinema). Al Centro  Sperimentale di Cinematografia, Eros Puglielli dirige alcuni cortometraggi: Assunta, I topi (una co‐regia), Effetto Placebo, presentato al Festival di Pesaro e di Sulmona, vincitore del Festival di Capalbio. Nello stesso periodo Eros Puglielli gira il cortometraggio in s16mm Il Pranzo Onirico, presentato in numerosi Festival internazionali (in concorso al Festival di Venezia 1996 dove vince i Premi UCCA e FEDIC, vince il Festival di Siena e il Festival di Torino come miglior corto dell’anno, ottiene la Menzione Speciale a Clérmont‐Ferrand, e viene candidato al premio David di Donatello) e il videoclip di Saturnino Shiva, prodotto da Jovanotti. Nel 1997 Eros Puglielli realizza il mediometraggio in 16mm L’Albero, una curiosa miscela tra backstage musicale e fiction che racconta l’uscita dell’omonimo disco di Jovanotti. Dello stesso anno I Racconti di Baldassarre, cortometraggio in 35mm (in concorso alla Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia 1997, vincitore del Festival di Annecy, Verona e Pergine Valdarno nel 1998 e finalista ai Globi d’Oro 1998). Nel 1998 il Festival Adriaticocinema, diretto da Marco Bellocchio, dedica a Eros Puglielli una monografia presentando alcuni dei suoi lavori. Nel 2000 Eros Puglielli realizza un cortometraggio in collaborazione con Legambiente per Telepiù dal titolo Teledominio. Nell’agosto 2001 esce in sala il suo primo lungometraggio in 35mm Tutta la Conoscenza del Mondo, presentato in prima mondiale alla sezione Forum del Festival di Berlino 2001 e vincitore del premio N.U.C.T. e presentato al Lincoln Center di New York. Il film sarà venduto e distribuito in molte parti del mondo tra cui anche l’Australia (sbs television). Nel 2004 partecipa alla Sezione Mezzanotte della 61° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia con il suo secondo lungometraggio in 35mm, il thriller Occhi di Cristallo, tratto dal romanzo “L’impagliatore” di Luca di Fulvio, una coproduzione Italia‐Spagna‐Regno Unito che esce in sala nel novembre dello stesso anno. Il film viene venduto in tutto il mondo dalla distribuzione francese TF1. Nello stesso periodo realizza un film di fantascienza AD Project, destinato alla fruizione homevideo dal maggio 2006. AD Project sarà il primo film ad essere realizzato con con il sistema “The Coproducers”. Nel 2006 realizza la serie TV 48 Ore, un poliziesco di 12 episodi da 50 minuti. In questo stesso periodo Eros Puglielli lavora come docente alla S.N.C. e alla Scuola di Cinema di Roma dove insegna Master in Acting. Nel 2008 realizza Zodiaco, una miniserie in quattro puntate da 100min, un thriller parapsicologico
prodotto dalla Casanova Entertainment per Rai 2. Nel 2009 dirige il tv movie So Che Ritornerai, un thriller prodotto da Ares film per Canale 5. Nel 2010 dirige il Tv movie Caldo Criminale, thriller, anch’esso prodotto da Ares film per Canale 5, protagonisti Sabrina Ferilli e Gabriel Garko. Vive tra l’Italia e l’Australia, dove sta portando avanti il progetto del suo prossimo film per il cinema Dark Door che spera di realizzare. Nel 2011 dirige la serie tv Faccia D’angelo, prodotta da Ares Film per R.T.I Nel 2012 dirige la serie tv Baciamo Le Mani, protagoniste Virna Lisi e Sabrina Ferilli, prodotta da Ares Film per R.T.I..

Ultime notizie su Film in tv

Tutto su Film in tv →