Creepshow: torna “Zio Creepy” in un nuovo fumetto edito da Skybound

Skybound annuncia nuovo fumetto ispirato alla serie tv Creepshow di Shudder, remake del film horror anni ottanta di Romero e King.

Creepshow e l’iconico “Zio Creepy” sembrano non passare mai di moda, e dopo la recente e gustosa serie tv remake prodotta da Greg Nicotero, Skybound ha annunciato il lancio il 21 settembre di una serie a fumetti ispirata alla serie tv horror di Shudder.

Nicotero presentando la serie tv di Shudder:

Stiamo rendendo omaggio ai fumetti horror degli anni ’50 e ’60. Questi ragazzi negli anni ’50 stavano davvero spingendo i limiti creando questi fumetti che erano solo un po’ più violenti, un po’ più sexy, un po’ più spaventosi di quanto le persone potevano gestire in quel momento, e sono diventati controversi. Ma sono stati quei fumetti che hanno ispirato Stephen King, che hanno ispirato George Romero.

La serie tv “Creepshow” ha debuttato su Shudder nel 2019. La serie funge da continuazione dell’omonimo film del 1982, ignora i sequel Creepshow 2 e Creepshow 3 e presenta diciassette episodi con due storie dell’orrore per episodio. Il 30 ottobre 2019, la serie è stata rinnovata per una seconda stagione.Il 30 ottobre 2020 è stato rilasciato uno speciale animato intitolato A Creepshow Animated Special. Il 18 dicembre 2020 è andato in onda uno speciale festivo intitolato A Creepshow Holiday Special. La serie è stata successivamente rinnovata per una terza stagione e una quarta stagione.

Scholastic Books ha pubblicato due romanzi intitolati Creepshow: The Taker e Creepshow: The Cursed ispirati alla serie tv scritti da Elley Cooper e nel 2019 Universal Parks & Resorts ha annunciato che Creepshow sarebbe arrivato ad Halloween Horror Nights con un labirinto che comprendeva tre segmenti del film del 1982 (“La festa del papà”, “La cassa” e “”Strisciano su di te”) e altri due della nuova versione televisiva per il web per Shudder (“Gray Matter” e “Bad Wolf Down”).

Il nuovo fumetto

Skybound ha annunciato il lancio il 21 settembre di una serie a fumetti ispirata alla serie tv horror di Shudder. La nuova serie a fumetti sarà composta da cinque numeri e ogni numero sarà sviluppato da diversi team creativi del mondo dei fumetti, del cinema e della televisione.

Nicotero ha commentato l’uscita della nuova serie a fumetti:

Crescendo un fan dei fumetti horror e di Mostri famosi, non dimenticherò mai l’emozione di vedere un nuovo numero sugli spalti… sfogliando le pagine con l’attesa di tuffarmi in un mondo oscuro contorto e oltraggioso pieno di ghoul e zombie e la classica punizione. Sono molto orgoglioso di vedere Creepshow trovare il suo giusto posto sugli scaffali dei fumetti ovunque!

Il team creativo dietro la serie a fumetti Creepshow include Chris Burnham (Die!Die!Die!), Paul Dini (Batman: The Animated Series), Steve Langford (Creepshow la serie tv), Josh Malerman (Creepshow la serie tv, Bird Box), David & Maria Lapham (Stray Bullets), Steve Foxe (Razorblades: The Horror Magazine), John McCrea (Hitman) e Kelley Jones (Batman, The Sandman).

Il commento di Jon Moisan, editore di Skybound:

Creepshow è stato costantemente una delle cose migliori dell’horror negli ultimi 40 anni, e per Skybound essere in grado di portare avanti una tradizione horror così ricca è un’emozione assoluta. Sapevamo che un franchise così prolifico avrebbe richiesto i migliori talenti del settore, quindi abbiamo riunito una collezione di creatori che renderanno orgogliosi il nome di Creepshow. Le storie che hanno pianificato spaventeranno a morte le persone.

Fonte: Skybound

 

Creepshow al cinema

Per i fan di lunga data del genere horror, una delle tappe fondamentali di un vero appassionato non può prescindere dal Creepshow di George Romero e Stephen King, un’antologia horror girata come un vero e proprio tributo ai fumetti horror pubblicati negli anni ’50 dalla EC Comics, vedi Tales from the Crypt, Vault of Horror e Haunt of Fear, che tante polemiche e atti censori scatenarono all’epoca.

Romero crea un vero e proprio “comic in motion” ricorrendo ad un fotografia satura con scelte cromatiche volutamente iperrealistiche, ricorrendo a vari escamotage visivi e sonori capaci di evocare nello spettatore la sensazione provata nel leggere un albo a fumetti, vedi l’effetto “pagina voltata” e lo schermo suddiviso in vignette, con annessi i tipici suoni onomatopeici che caratterizzano i dialoghi delle strisce a fumetti.

Nell’incipit ci sarà una sorta di raccapricciante cicerone, lo Zio Creepy, che farà da introduzione/collegamento tra i vari episodi insieme ad una mini-storia che si snoderà tra un episodio e l’altro, e che vedrà un vendicativo ragazzino punire il padre reo di avergli proibito di leggere i suoi raccapriccianti fumetti preferiti.

La pellicola è suddivisa in cinque episodi: un facoltoso genitore da incubo tornerà in versione zombificata per festeggiare con i suoi parenti e la figlia una sanguinolenta Festa del papà; un contadino interpretato da Stephen King viene a contatto con una sostanza aliena fuoriuscita da un meteorite che avrà effetti collaterali orripilanti; un marito tradito interpretato dal Leslie Nielsen di Una pallottola spuntata organizza una crudele vendetta che gli si ritorcerà contro; in una vecchia cassa dimenticata in un sottoscala di un college da oltre un secolo viene trovata una mostruosa e letale creatura; infine un crudele magnate versione Scrooge e con una fobia per sporcizia e scarafaggi pagherà le sue malefatte sprofondando in un “brulicante” incubo ad occhi aperti.

Il film ha incassato 21 milioni di dollari negli Stati Uniti e oltre alla serie tv remake di Nicotero ha generato un sequel Creepshow 2 (1987), diretto dal direttore della fotografia del primo film, Michael Gornick, scritto da Romero e basato sulle storie di King. Un secondo sequel, il pessimo Creepshow 3 del 2006, è stato prodotto senza il coinvolgimento né di Romero né di King.

Ultime notizie su Libri

Tutto su Libri →