• Film

Doctor Strange e il Multiverso della follia – Chi sono i protagonisti del film Marvel?

Scopriamo il percorso di Stephen Strange nell’UCM e i protagonisti di “Doctor Strange nel Multiverso della Follia” disponibile nei cinema italiani.

Doctor Strange e il Multiverso della follia è finalmente disponibile nei cinema italiani, e in questo “speciale” vogliamo proporvi uno sguardo ai personaggi del film, che includono una serie di graditi ritorni e una graziosa e grintosa nuova arrivata che ha segnato il debutto di una nuova supereroina nell’Universo Cinematografico Marvel (UCM).

In “Doctor Strange nel Multiverso della Follia” dei Marvel Studios, l’UCM apre il Multiverso e spinge i suoi confini oltre quanto abbia mai fatto in passato. Viaggiate nell’ignoto con il Doctor Strange, il quale, con l’aiuto di vecchi e nuovi alleati mistici, attraversa le complesse e pericolose realtà alternative del Multiverso per affrontare un nuovo avversario misterioso. Il film è diretto da Sam Raimi e Kevin Feige è il produttore. Louis D’Esposito, Victoria Alonso, Eric Hauserman Carrol e Jamie Christopher sono i produttori esecutivi. La sceneggiatura è di Michael Waldron.

Vinci con Marvel, Pasta Garofalo e Doctor Strange nel Multiverso della Follia

Marvel e Pasta Garofalo lanciano un contest “The Cooking Universe”, che prende il via in occasione dell’uscita del nuovo film
Marvel Studios Doctor Strange nel Multiverso della follia, oggi nelle sale cinematografiche italiane. Un insolito progetto che rivela la magia del food mixata a quella del grande schermo grazie al solo utilizzo di ingredienti giusti: gli eroi Marvel che, con i loro poteri unici, mettono insieme le forze per superare nuove sfide adrenaliniche, e la Pasta Garofalo come ingrediente speciale che può dar vita a un piatto incredibile. Un’intesa straordinaria che svela un binomio di eccellenze uniche per un risultato invincibile!

Partecipare al contest è semplicissimo, basta collegarsi al sito web dedicato www.thecookinguniverse.com e rispondere a 3
domande sul film per provare a essere uno dei 10 vincitori giornalieri. In palio valigette di Pasta Garofalo o buoni cinema
Stardust® Pass per la visione del film “Doctor Strange nel Multiverso della Follia” o un’esperienza all’Avangers Campus di
Disneyland Paris.

Dai fumetti al cinema – Doctor Strange debutta nell’UCM

Doctor Strange è una creazione dell’artista Steve Ditko, creatore con Stan Lee di Spider-Man. Stan Lee ha raccontato che Ditko gli portò la prima storia di Doctor Strange già disegnata e narrava di un misterioso “Signore della magia nera” che forniva aiuto e consulenza a persone che avevano a che fare con forze sovrannaturali. Doctor Strange appare per la prima volta nella serie antologica “Strange Tales (Vol. 1) n. 110” (luglio 1963) e da quel momento è diventato un elemento costante dell’Universo Marvel. Nulla del suo passato viene rivelato nella storia di debutto, Strange viene descritto come un esperto di “magia nera”, armato di oggetti magici, che vive nel suo Sanctum Sanctorum situato al Greenwich Village, New York.

Quello che colpì i lettori dell’esordio di Doctor Strange furono le illustrazioni di Steve Ditko che presentavano uno stile grafico in netto contrasto con i disegni futuristici del lavoro di Jack Kirby in altri fumetti Marvel. I primi racconti permisero a Ditko una sperimentazione senza pari per la visualizzazione delle abilità mistiche del Doctor Strange. A partire dall’albo “Strange Tales n. 116”, Ditko amplificò il suo look visionario e onirico attraverso paesaggi caleidoscopici in cui l’eroe e stregone veniva calato durante suo viaggi in regni ultraterreni come “La Dimensione dei Sogni” e “La Dimensione Oscura”. Questi viaggi in altre dimensioni, insieme con gli esseri bizzarri che il Doctor Strange incontrava di volta in volta, donarono alla serie un’atmosfera surreale che strizzava l’occhio alla controcultura degli anni ’60 e sembrava prevedere il successivo interesse per il misticismo e altri piani di realtà.

“Strange Tales n° 116”, che vide coinvolto anche Stan Lee, introdusse strani nomi mistici e incantesimi nei dialoghi di Doctor Strange. In particolare si fa riferimento al “Libro dei Vishanti” che contiene le più potenti magie bianche conosciute, al “terrore Dormammu” entità mistica e demoniaco stregone e a “L’onniveggente Agamotto” una delle più potenti entità mistiche nell’Universo Marvel. Poi ci sono oggetti mistici e incantesimi che vengono menzionati per la prima volta come “l’Asta di Watoomb”, uno scettro capace di assorbire ed incrementare l’energia mistica e le “Bande scarlatte di Cyttorak” un incantesimo che trae forza dall’entità mistica Cytorrak creando diversi anelli di energia rossa che imprigionano l’avversario (sono state usate contro Hulk e Juggernaut). In queste prime storie si apprenderà che Vishanti era una trinità di esseri cosmici (Agamotto, Hoggoth e Oshtur) che fornivano potere magico, in particolare a chiunque si fregiasse del titolo di “Stregone Supremo”. Il terrore Dormammu della Dimensione Oscura è successivamente diventato uno dei più acerrimi nemici di Doctor Strange.

Doctor Strange debutta sul grande schermo e nell’Universo Cinematografico Marvel (UCM) nel 2016, alla regia lo specialista in horror Scott Derrickson (The Exorcism of Emily Rose, Sinister, Liberaci dal male). Il produttore Kevin Feige all’epoca spiegò:

Nell’Universo Cinematografico Marvel ci sono numerosi film ambientati in contesti urbani: si tratta di storie ‘a misura d’uomo’ per così dire. E poi c’è il livello cosmico, che abbiamo esplorato in film come Thor, Guardiani della Galassia e The Avengers. Ma nei fumetti Marvel c’è anche un lato soprannaturale molto importante, che non avevamo ancora esplorato al cinema. Doctor Strange è il film ideale per entrare finalmente in quel reame.

Il film “Doctor Strange” racconta la storia del neurochirurgo di fama mondiale Stephen Strange (Benedict Cumberbatch), la cui vita cambia per sempre dopo che un terribile incidente automobilistico lo priva dell’uso delle mani. Quando la medicina tradizionale si dimostra incapace di guarirlo, Strange è costretto a cercare una cura in un luogo inaspettato: una misteriosa enclave nota come Kamar-Taj. Scoprirà che non si tratta soltanto di un luogo di guarigione, ma della prima linea di una battaglia contro invisibili forze oscure decise a distruggere la nostra realtà. Presto Strange imparerà a padroneggiare la magia e sarà costretto a scegliere se fare ritorno alla sua vita agiata o abbandonare tutto per difendere il mondo e diventare il più potente stregone vivente.

Doctor Strange e il percorso del personaggio nell’UCM

Un maestro delle arti mistiche, Doctor Strange ha abilità magiche straordinariamente potenti che gli consentono di evocare abilmente una miriade di incantesimi. Strange è stato in grado di usare i suoi incantesimi per legare gli avversari e creare scudi e barriere complessi, tra molti altri usi sia per la difesa che per l’attacco. Strange è anche abile nella proiezione astrale, allontanando il suo sé astrale dal suo corpo e permettendogli di osservare gli eventi all’insaputa dei presenti. Strange scopre che alcuni artefatti possono rafforzare gli incantesimi ed estenderne i benefici. Al Sanctum di New York, viene adottato dal Mantello della Levitazione, un mantello apparentemente senziente che non solo lo protegge, ma combatte anche per lui. Il dottore usa anche gli Sling Rings per creare portali per attraversare grandi distanze ed entrare in altri regni. Probabilmente, l’Occhio di Agamotto fornisce la più grande fonte di potere a Strange. In verità la Gemma dell’Infinito conosciuta come la Gemma del Tempo, l’Occhio possiede l’abilità incalcolabile di controllare il tempo stesso. Con esso, Strange può alterare il tempo attorno a oggetti, luoghi o altri esseri, muovendosi avanti e indietro attraverso la loro esistenza. Può anche essere usato per intrappolare i nemici in loop temporali, oltre a dare a Strange la capacità di guardare avanti in potenziali futuri.

Strange accelera il suo apprendimento mistico padroneggiando l’uso della sua forma astrale, ma mentre si immerge più a fondo nella magia, incontra Kaecilius (Mads Mikkelsen), un ex studente dell’Antico (Tilda Swinton) e discepolo di Dormammu, una potente entità della Dimensione Oscura. Sebbene sia ancora un novizio relativo, Strange si oppone a Kaecilius e ai suoi seguaci quando rivelano i loro piani per portare Dormammu sulla Terra per la distruzione totale. Allo stesso tempo, Strange viene anche a conoscenza della gerarchia magica della Terra, incluso un trio di Sanctum Sanctorum collocati in tutto il mondo e supervisionati dai Maestri per proteggere il pianeta dalle minacce magiche. Successivamente, Thanos (Josh Brolin) e la sua missione di acquisire tutte e sei le Gemme dell’Infinito rappresentano una minaccia diretta per Strange e la Gemma del Tempo in suo possesso, mettendo Strange in conflitto anche con i seguaci di Thanos, Fauce d’Ebano e i Cacciatori d’Ossidiana. Nella sua lotta con Kaecilius e Dormammu, Strange si ritrova supportato da Mordo (Chiwetel Ejiofor), un altro abile studente dell’Antico, e Wong (Benedict Wong), un Maestro che veglia sulla biblioteca dell’Antico in Nepal. Mordo si dimostra un fedele alleato finché non assiste all’uso della magia da parte del suo insegnante che lei stessa aveva proibito e perde fiducia nella sua guida.

Dopo la sconfitta di Dormammu da parte di Strange, Wong viaggia con lui nel Sanctum Sanctorum a New York per stare al suo fianco per gli incerti tempi a venire. A parte alcuni ego in conflitto, Strange nella battaglia contro Thanos trova supporto e aiuto in Tony Stark aka Iron Man (Robert Downey Jr.), Bruce Banner aka Hulk (Mark Ruffalo) e Peter Parker aka Spider-Man (Tom Holland). Salvato da Iron Man e Spider-Man dalle grinfie di Fauce d’Ebano, Strange viaggia con i suoi nuovi alleati Avengers nel mondo natale di Thanos, Titano, avvertendo Stark che non avrebbe esitato a sacrificare lui o Peter Parker se avesse significato proteggere la Gemma del Tempo. Su Titano, il trio incontra diversi membri dei Guardiani della Galassia e il gruppo combinato escogitato un piano per ostacolare Thanos al suo arrivo e tendergli una trappola. Nel frattempo Doctor Strange ha usato la Gemma del Tempo per esaminare molti milioni di possibili esiti del loro imminente scontro con Thanos, ma solo uno di questi ha mostrato il team vittorioso. Quando Iron Man viene sconfitto in battaglia da Thanos e sta per essere ucciso, Strange lo salva, sacrificando l’Occhio di Agamotto per salvare la vita di Stark, nonostante le proteste di quest’ultimo. Con la Gemma del Tempo in suo possesso, Thanos lascia Titano per viaggiare sulla Terra e una volta trovata l’ultima Gemma dell’Infinito, lo schiocco di dita che cancellerà metà universo, incluso il Doctor Strange che inizia a disintegrarsi nel nulla insieme ad altri compagni di battaglia.  Prima di svanire nel nulla Strange conforterà un disperato Tony Stark sull’aver sacrificato la Gemma del tempo, spiegando a Stark che “non c’era altro modo” poiché nell’unica visione in cui Thanos viene sconfitto, scopriremo che sarà proprio Tony Stark a salvare l’universo sacrificando la propria vita.

Doctor Strange nel Mutiverso della Follia – Un cast di volti noti

Il cast di “Doctor Strange e il Multiverso della follia” è guidato da Benedict Cumberbatch, che interpreta lo Stregone Doctor Strange. Lo sceneggiatore Michael Waldron ha paragonato Strange a Indiana Jones, ma con l’intelletto dello chef Anthony Bourdain. Cumberbatch in questo sequel ritrae più versioni alternative del personaggio, tra cui un inquietante “Sinister Strange”, una versione “corrotta e corrosa” del personaggio; “Defender Strange”, una versione apparentemente eroica basata sulla versione “Defenders” del personaggio dei fumetti, una variante “zombie” che era stata precedentemente introdotta nella serie animata “What If…?” e una versione “Supreme Strange” di cui non ci sono dettagli. Cumberbatch ha interpretato anche Sherlock Holmes nell’acclamata serie tv Sherlock, il matematico Alan Turing nel film The Imitation Game e il cowboy Phil Burbank nel film Il potere del cane, ruoli che gli sono valsi due nomination per l’oscar al miglior attore.

Elizabeth Olsen torna nel ruolo di Wanda Maximoff/Scarlet Witch reduce dagli eventi della serie tv Wandavision. Scarlett Witch, un tempo parte degli Avengers, ha un lato oscuro emerso in più occasioni. Oltre ad essere in grado di sfruttare la magia del caos, Wanda ha poteri telepatici e telecinetici ed è in grado di alterare la realtà. In “Doctor Strange e il Multiverso della follia”, Strange cerca supporto da Wanda per avere qualche nozione sul Multiverso solo per scoprire che i tratta di una dimensione ignota e pericolosa con cui è meglio non avere a che fare. Anche Olsen ritrarrà versioni alternative del suo personaggio il cui desiderio di maternità scatenerà una versione di Scarlet Witch corrotta dal potere malvagio del Darkhold, un libro e potente artefatto che contiene la conoscenza magica raccolta del dio antico trasformato in demone Chthon, il primo praticante di magia oscura. Il Darkhold è apparso nelle serie televisive Agents of SHIELD, Runaways, WandaVision. Elizabeth Olsen ha recitato nell’acclamato dramma indipendente La fuga di Martha, nel film horror Silent House, remake del film uruguaiano La casa muta e nel reboot Godzilla del 2014. Nel 2021 torna a interpretare Wanda Maximoff, nella serie WandaVision al fianco di Paul Bettany. Il ruolo le vale il plauso della critica e la prima candidatura ai Golden Globe, al Premio Emmy come miglior attrice in una mini-serie o film per la televisione.

Rachel McAdams interpreta la dottoressa Christine Palmer. La dottoressa Palmer è un esperto chirurgo traumatologo: è una ex collega di Stephen Strange e il suo rapporto con Strange si è evoluto da un’amicizia ad un legame più forte dopo l’incidente d’auto che ha lesionato permanentemente le mani di Strange stroncandone la carriera di brillante neurochirurgo di fama mondiale. In “Doctor Strange e il Multiverso della follia” le strade dei due si sono separate quando Strange ha abbracciato il suo ruolo di supereroe; pur amandola Strange ha allontanato Christine volutamente per non coinvolgerla nelle sue battaaglie e mettere a rischio la sua vita. Rachel McAdams ha recitato in Le pagine della nostra vita, 2 single a nozze – Wedding Crashers, Sherlock Holmes, Il buongiorno del mattino e Il caso Spotlight che le è valso una candidatura all’Oscar come migliore attrice non protagonista.

Chiwetel Ejiofor torna nei panni di Mordo, un ex apprendista dell’Antico che ha imparato le Arti Mistiche ed è venuto a conoscenza dell’esistenza di dimensioni alternative, proprio come il Doctor Strange. Ora nemico di Strange, Mordo che sta dando la caccia ad altri stregoni, incrocerà il cammino dell’ex chirurgo accusandolo di aver “profanato la realtà” e per questo dovrà essere giudicato dagli Illuminati e punito severamente. Chiwetel Ejiofor ha ricevuto numerosi premi e candidature, tra cui cinque nominatation al Golden Globe e una candidatura all’Oscar al miglior attore per la sua interpretazione in 12 anni schiavo. Ejiofor ha recitato anche in Inside Man, American Gangster, Il segreto dei suoi occhi e The Old Guard.

Benedict Wong torna nei panni di Wong, custode della vasta biblioteca mistica del Kamar-Taj e attuale detentore del titolo di Stregone Supremo. Mentore e amico di Strange ha cercato in “Spider-Man: No Way Home” di dissuadere Strange dal lanciare l’incantesimo che avrebbe dovuto aiutare Peter Parker (Tom Holland), e che invece ha dato il via alla frattura nel Multiverso e agli eventi apocalittici che vedremo in “Doctor Strange e il Multiverso della follia”. Benedict Wong ha recitato in Prometheus, Kick-Ass 2, Sopravvissuto – The Martian, Annientamento.

N.B. [Nel film “Doctor Strange e il Multiverso della Follia” sono stati confermati diversi cameo di personaggi che faranno la gioia dei fan, ma che non abbiamo volutamente citato onde evitare SPOILER indesiderati, quindi vi invitiamo a scoprirli al cinema]

Scopriamo chi è la nuova arrivata America Chavez

America Chavez creata da Joe Casey e Nick Dragotta è stato il secondo personaggio Marvel a usare il soprannome di “Miss America”, dopo Madeline Joyce. Chavez è apparsa per la prima volta nell’albo “Vengeance n.1” (settembre 2011) prima di unirsi agli Young Avengers e successivamente recitare nella sua serie attualmemente in corso dalla scrittrice Gabby Rivera. Come personaggio omossessuale, America è il primo personaggio LGBTQ e latinoamericano della Marvel a recitare in una serie in corso.

Il personaggio farà il suo debutto cinematografico live-action in “Doctor Strange e il Multiverso della follia” interpretata da Xochitl Gomez che ha iniziato il suo viaggio nell’UCM nel febbraio 2020 quando aveva solo 13 anni e si è cimentata in un’audizione per un ruolo sconosciuto. La sua seconda audizione è avvenuta sei mesi dopo, quando ha dedotto che il progetto era correlato a Doctor Strange perché nel copione dell’audizione si faceva riferimento al termine “stregone”. Ricordando quel momento Chavez non era stata informata del ruolo e ricorda come la sua agente Stella Alex l’abbia “ingannata” facendola accedere a Zoom per mostrarle qualcosa due giorni dopo essere tornata a casa dai provini sostenuti nel Regno Unito. “Una volta effettuato l’accesso, Stella era al telefono con [il direttore del casting] Sarah Finn”, ha raccontato Gomez. “Ha detto che aveva qualcosa di grosso da comunicarmi e mi ha detto: ‘Xochitl, benvenuta nell’UCM! Tu sei America Chavez.’ Ero così scioccata e paralizzata. Mi ci sono volute un paio di settimane per elaborare la notizia”.

Dopo aver scoperto che avrebbe introdotto America Chavez nell’MCU, Gomez si è tuffata direttamente nei fumetti e “si è innamorata all’istante di lei”, notando la fiducia del suo personaggio come un tratto distintivo. Gomez adora il modo in cui i realizzatori sono stati a volte fedeli ai fumetti, ma hanno anche presentato una nuova introduzione al personaggio rendendola una 14enne in “Doctor Strange nel Multiverso della Follia”, più giovane del personaggio visto nei fumetti. Per quanto riguarda l’introduzione di America Chavez nell’UCM, Gomez anticipa che il film si apre con lei che “che corre letteralmente con Doctor Strange, per salvarsi la vita nello spazio di giunzione tra gli universi”. Nell’UCM, America Chavez è una giovane ragazza che esiste al di fuori del nostro Multiverso, in particolare, nel “Parallelo Utopico”, una dimensione singolare diversa da qualsiasi cosa abbiamo mai conosciuto. America è braccata per il suo potere: la capacità di aprire buchi a forma di stella nella realtà, permettendole di viaggiare attraverso il Multiverso e in altre dimensioni. America ha aperto il suo primo portale da bambina e ha trascorso anni a viaggiare attraverso il Multiverso da quando è caduta per la prima volta in un universo che somigliava al nostro. Durante i suoi viaggi accidentali, ha viaggiato attraverso 72 universi, in un viaggio che le ha permesso di padroneggiare i suoi poteri. Gomez sul personaggio aha dichiarato: “Il viaggio di America consiste nell’imparare a fidarsi degli altri. La mia opinione è che America si fida solo di se stessa dal momento che è stata sola per così tanto tempo ed è una sopravvissuta. Il suo viaggio consiste nel permettere agli altri di aiutarla a scoprire ciò di cui è capace”. Chavez possiede anche una forza e una resistenza sovrumane, può volare, può muoversi a velocità che sfiora quella della luce e nei momenti di estremo pericolo può proiettare una grande stella che rilascia una potente esplosione di energia, in grado di danneggiare personaggi del calibro di Capitan Marvel. “Miss America” è apparsa nel film d’animazione del 2018 Marvel Rising: Secret Warriors, doppiata da Cierra Ramirez e in origine doveva apparire, sempre interpretata da Xochitl Gomez, nel film “Spider-Man: No Way Home” ma il suo ruolo è stato infine rimosso dalla sceneggiatura e si è scelto di farla debuttare in “Doctor Strange nel Multiverso della Follia”.