• Film

Duke Nukem: il videogioco sparatutto diventerà un film prodotto dal team dietro “Cobra Kai”

Legendary Entertainment annuncia il film live-action del videogioco “Duke Nukem” in partnership con i produttori della serie tv “Cobra Kai”.

Duke Nukem approderà sul grande schermo, si stiamo parlando proprio del classico videogioco nato come sparatutto / platform 2D, sviluppato Apogee Software nel 1991, e poi rivisitato come sparatutto in prima persona / terza persona da 3D Realms nel 1996.

Il sito The Hollywood Reporter riferisce che Legendary Entertainment e il team creativo che ha creato la serie tv Cobra Kai, Josh Heald, Jon Hurwitz e Hayden Schlossberg saranno tutti parte del team che produrrà il progetto.

Ci sono stati vari tentativi di portare “Duke Nukem” al cinema, alla fine degli anni ’90, è stato annunciato che il produttore cinematografico Lawrence Kasanoff stava lavorando a un film, la cui trama prevedeva che gli alieni invadessero lo strip club preferito di Duke. Il film “Duke Nukem” di Kasanoff non è andato oltre la fase di pre-produzione per numerosi motivi, principalmente problemi di finanziamento. Nel 2001 sono stati annunciati i piani per un film live-action di “Duke Nukem” prodotto dalla società di Kasanoff Threshold Entertainment, tuttavia il film non è mai stato prodotto. Nel 2008, il produttore di Max Payne, Scott Faye, ha rivelato in un’intervista che stava progettando di produrre “Duke Nukem” come film. Faye, che gestisce la società di produzione Depth Entertainment, ha detto che sperava di creare una versione ibrida che potesse portare al cinema i fan di vecchia data e attirare nuovi spettatori così da creare un nuovo franchise che diventasse appetibile per un grande studio. Nel marzo 2018, è stato annunciato che John Cena avrebbe recitato in un film di “Duke Nukem” per Paramount Pictures e Platinum Dunes. Tuttavia a gennaio 2019 il doppiatore di “Duke Nukem” Jon St. John ha dichiarato che non c’era nessun film di “Duke Nukem” in fase di sviluppo.

Duke Nukem – Tutto quello che c’è da sapere

Il personaggio di Duke Nukem è ispirato ai classici eroi dei film d’azione degli anni ’80, miscela la spacconaggine di Kurt Russell, la voce del Callaghan di Clint Eastwood, il carisma di John Wayne ed è muscoloso e fuma il sigaro come Arnold Schwarzenegger, ha i capelli biondi a spazzola come l’Ivan Drago di Dolph Lundgren ed è volgare, iperviolento, cinico e sessista. Il personaggio è stato creato da Todd Replogle, George Broussard e Scott Miller di Apogee Software per la versione 2D e poi ridisegnato da George Broussard e Allen Blum per il gioco del 1996 Duke Nukem 3D. Molte delle sue battute sono tratte dal film L’armata delle tenebre, il personaggio condivide anche alcune caratteristiche con l’Ash Williams di Bruce Campbell mentre la sua battuta più famosa è di Roddy Piper, l’attore la pronuncia nel film Essi Vivono: “Sono venuto qui per masticare gomma da masticare e prendere a calci in culo, e ho finito la gomma da masticare. L’aspetto di Duke ricorda anche quello di Brian “The Boz” Bosworth così come i personaggi interpretati da Jean-Claude Van Damme.

Nel gioco originale, Duke Nukem parlava a malapena ed era ritratto come un telespettatore scontento assunto dalla CIA per salvare la Terra dallo scienziato pazzo Dr. Proton, reo di aver interrotto la sua telenovela preferita. Nel secondo gioco, ha iniziato a evolversi in un eroe d’azione più tradizionale, ma è rimasto per lo più silenzioso. Dal terzo gioco, la personalità di Duke è stata quella di un uomo sicuro di sé, aggressivo, politicamente scorretto e sessista. Sebbene non sia sovrumano, Duke riesce a realizzare incredibili prodezze fisiche di violenza e conquista attraverso il puro machismo e l’esperienza con le armi da fuoco automatiche. In Duke Nukem Forever, il suo enorme ego è in qualche modo in grado di funzionare come uno scudo contro i danni fisici. Le sue missioni generalmente implicano l’uccisione di alieni che hanno invaso la Terra. In Duke Nukem II, Duke scrive un’autobiografia intitolata “Why I’m So Great” che in seguito autografa in “Duke Nukem Forever”. In “Duke Nukem Forever”, ha raggiunto un’immensa fama e fortuna da quando ha salvato la Terra, ora possiede un casinò sulla Strip di Las Vegas, ha un suo museo (Museum of Duke), oltre a una catena di ristoranti di hamburger chiamata Duke Burger. È anche legato alle EDF (Earth Defence Forces), sotto il comando del generale Graves. In una conferenza stampa tenutasi alla fine di “Duke Nukem Forever”, annuncia la sua intenzione di candidarsi alla presidenza degli Stati Uniti.

Il franchise di Nuke Dukem conta 19 titoli incluse diverse edizioni per cellulari. L’ultimo titolo Duke Nukem 3D: World Tour  risale al 2016 e includeva un nuovo quinto episodio, realizzato dai designer originali e nuova musica da Lee Jackson, il compositore originale. Il personaggio è stato inserito al numero 27 nell’elenco dei “50 migliori personaggi dei videogiochi” dal Guinness World Records Gamer’s Edition 2011. Nuke Dukem è apparso anche in Ready Player One, adattamento cinematografico di Steven Spielberg del romanzo di culto di Ernest Cline. Proprio come il romanzo di Cline, Il gioco contiene diversi riferimenti umoristici alla cultura pop. Alcune delle battute di Duke sono tratte da film come Aliens, Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo!, Evil Dead II, Full Metal Jacket, Lo squalo, Pulp Fiction ed “Essi Vivono”. le donne catturate che dicono “Kill me” sono un riferimento ad “Aliens”. I giocatori incontreranno i cadaveri di personaggi famosi come Luke Skywalker, Indiana Jones, Jena Plissken, il protagonista di Doom, e un T-800 distrutto. Nel primo episodio, i giocatori attraversano un tunnel nel muro di una cella di prigione nascosto dietro un poster, proprio come in Le ali della libertà. Durante il secondo episodio, i giocatori possono vedere un Monolito (da 2001: Odissea nello spazio) sulla Luna.

Insieme a Wolfenstein 3D e Doom, “Duke Nukem 3D” è considerato uno dei tanti titoli responsabili del successo degli sparatutto in prima persona, ma la caratterizzazione del personaggio ha anche suscitato polemiche a causa della sua violenza, elementi erotici e rappresentazione sessista delle donne. In risposta alle critiche incontrate, in alcuni paesi sono state rilasciate versioni censurate del gioco per evitare che venisse bandito del tutto, come accaduto in Brasile insieme a Doom e molti altri sparatutto in prima persona, all’indomani di una strage avvenuta in un cinema. “Duke Nukem 3D” è stato un successo commerciale, con circa 3,5 milioni di copie vendute. Solo negli Stati Uniti, è stato il dodicesimo gioco per computer più venduto nel periodo dal 1993 al 1999, con 950.000 unità vendute. Il videogioco ha generato una miniserie a fumetti intitolata Duke Nukem: Glorious Bastard uscita a luglio 2011 pubblicata da IDW. La storia presenta Duke Nukem che viaggia indietro nel tempo fino alla seconda guerra mondiale, per aiutare gli alleati a sconfiggere i nazisti e gli alieni.È stato anche creato un fumetto speciale per l’edizione “Balls of Steel” di “Duke Nukem Forever”. Inoltre i brani inclusi nella colona sonora sono stati raccolti nella compilation “Duke Nukem (Music To Score By)” con brani di Megadeth, Xzibit, Wu-Tang Clan e Slayer.