• Film

Dungeons & Dragons: titolo ufficiale e tutte le anticipazioni sul reboot con Chris Pine

Tutto quello che c’è da sapere su “Dungeons & Dragons: Honor Among Thieves”, il reboot con Chris Pine, Michelle Rodriguez e Hugh Grant.

Il 3 marzo 2023 debutterà nei cinema Dungeons & Dragons: Honor Among Thieves, quarto film live-action dedicato al’iconico gioco di ruolo fantasy che fungerà da reboot per il franchise. il film è diretto dal duo John Francis Daley e Jonathan Goldstein (Come ti rovino le vacanze) co-autori della sceneggiatura di Spider-Man: Homecoming.

Trama e cast

I dettagli sulla trama “Dungeons & Dragons: Honor Among Thieves” sono vaghi e frammentari, ma sembra che il reboot seguirà “un gruppo di avventurieri alla ricerca dell’Occhio di Vecna, un potente artefatto che risale ai primi giorni del gioco”. Vecna era un potentissimo mago mortale divenuto poi un incantatore lich. Vecna era soprannominato il Mutilato poiché ha perso la sua mano sinistra e il suo occhio sinistro diventati potenti artefatti. Occhio e mano dell’arcilich Vecna furono tutto ciò che rimase del Re Lich dopo la sua battaglia con il suo luogotenente rinnegato, Kas il Sanguinario. Sia la mano che l’occhio di Vecna ​​hanno un costo terribile: per utilizzare uno dei due artefatti, il giocatore deve rimuovere l’occhio o la mano esistente e quindi sostituirlo con l’artefatto.

Il cast stellare del film include Chris Pine (Star Trek), Regé-Jean Page (Bridgerton), Michelle Rodriguez (Fast & Furious saga), Sophia Lillis (Stranger Things) e Hugh Grant nei panni dell’antagonista principale. Il cast è completato da Chloe Coleman, Justice Smith, Daisy Head, Nicholas Blane, Jason Wong, Sophia Eleni, Clayton Grover, Alexis Rodney e Natali Servat.

Dungeons & Dragons – trailer e video

 

Curiosità

  • Il reboot di “Dungeons and Dragons” è entrato in sviluppo nel 2015 e da allora il progetto è passato per le mani di Warner Bros., Sweetpea Entertainment, Allspark Pictures ed è attualmente in sviluppo per Paramount ed eOne Entertainment. La prima bozza della sceneggiatura ha visto avvicendarsi l’attore Joe Manganiello, accanito fan del gioco, John Cassel, David Leslie Johnson-McGoldrick e Michael Gillio, mentre i registi transitati hanno incluso Rob Letterman e Chris McKay per culminare nel duo di registi e scrittori John Francis Daley e Jonathan Goldstein all’attivo per loro le commedie Come ti rovino le vacanze e Game Night – Indovina chi muore stasera? e la sceneggiatura di Spider-Man: Homecoming. Il duo ha scritto una nuova sceneggiatura basata sul precedente script di Gillio.
  • L’attore Joe Manganiello ha rivelato nel podcast Happy Sad Confused di aver scritto in collaborazione una sceneggiatura di D&D, ma non si sa se sia stata incorporata nella sceneggiatura di John Francis Daley e Jonathan Goldstein.
  • Il film è ambientato nei Forgotten Realms (a volte tradotto in Reami Perduti oppure Reami Dimenticati) universo immaginario per Advanced Dungeons & Dragons (AD&D) creato negli anni ottanta dall’autore e game designer canadese Ed Greenwood, e in seguito adattato per essere usato anche nelle nuove versioni di Dungeons & Dragons.
  • John Francis Daley, co-sceneggiatore e co-regista di questo film, ha recitato nella serie tv Freaks and Geeks (1999-2000), in cui il suo personaggio, Sam Weir, è mostrato essere un grande fan di D&D e lo si vede giocare con i suoi amici nell’episodio finale dello show, “Discos and Dragons”.
  • Si dice che il tono del film sia simile a Guardiani della Galassia (2014).
  • Quarto film di Dungeons and Dragons nonchè un reboot del franchise.
  • Chris McKay era in trattative per la regia, ma ha lasciato per dirigere La guerra di domani (2021).
  • Il film doveva essere originariamente sviluppato dalla Warner Bros. Pictures dopo aver vinto una causa contro la Universal Pictures (dove c’era Chris Morgan designato a scrivere e dirigere), ma in seguito è stato spostato alla Paramount Pictures e alla Allspark Pictures.
  • Rob Letterman doveva dirigere e Ansel Elgort era stato scelto come protagonista, fino a quando il progetto non è passato alla Paramount Pictures.
  • SlashFilm ha fornito una breve descrizione della clip proiettata al CinemaCon che mostrava Michelle Rodriguez “indossare un’armatura” e cavalcare al fianco di Chris Pine. Anche la star di Bridgerton Regé-Jean Page è apparsa nel teaser, indossando “un’elegante armatura fantasy”. Deadline aggiunge che il film “ha la qualità di produzione di un’epopea storica di prim’ordine”.

Dichiarazioni e interviste

Jonathan Goldstein: Vogliamo che sia divertente. Non è una commedia vera e propria, ma è un film action-fantasy con molti elementi e personaggi comici che speriamo che le persone apprezzeranno davvero e si divertiranno a guardare le loro avventure.

John Francis Daley: D&D è uno sguardo così unico al genere fantasy nel modo in cui è contemporaneo in termini di persone che lo interpretano e il modo in cui parlano tra loro. Quindi non abbiamo mai voluto falsificare il genere fantasy o parodiarlo. Ma volevamo trovare un altro modo per farlo che non avevamo necessariamente visto prima. Solo il formato di Dungeons & Dragons è così interessante e divertente e tutto incentrato sul pensiero critico e sul pensiero in fretta e sulla ricerca di modi per far funzionare le cose dopo che precipitano. C’è molto dello spirito che stiamo cercando di infondere nel film stesso.

Chris Pine: Beh, quello che dirò è che ci siamo divertiti moltissimo a realizzarlo. Ci sono state molte risate. Il modo in cui lo descriverei è come Il Trono di Spade mescolato a La Storia Fantastica, con un pizzico di Santo Graal; è da qualche parte nel mezzo. È molto divertente. È ha avuto un sacco di emozioni. È pop, ci sono vibes anni ottanta sincere, c’è un po’ di Goonies. Il mio personaggio è l’organizzatore di feste per eccellenza. Penso che sarà davvero bello. Voglio dire, non lo so con certezza, ma penso che ci è stata data una buona possibilità di farlo bene, e i due John sono stati davvero bravi. Conoscono la commedia e conoscono il cuore del gioco, abbiamo avuto un ottimo cast e ci siamo divertiti a girare il film. Ed è tutto ciò che puoi chiedere.”

Immagini e video dai social media

 

Il gioco originale

“Dungeons & Dragons” è stato originariamente progettato da Gary Gygax e Dave Arneson. È stato pubblicato per la prima volta nel 1974 da Tactical Studies Rules, Inc. (TSR). Il gioco è derivato da wargame tridimensionale, con una variazione del gioco “Chainmail” del 1971 che funge da sistema di regole iniziale. La pubblicazione di D&D è comunemente riconosciuta come l’inizio dei moderni giochi di ruolo e dell’industria dei giochi di ruolo. Nel 2004 D&D è rimasto il gioco di ruolo più noto e più venduto negli Stati Uniti, con circa 20 milioni di persone che hanno giocato al gioco e oltre 1 miliardo di dollari in libri e accessori venduti in tutto il mondo. L’anno 2017 ha avuto “il maggior numero di giocatori nella sua storia, da 12 a 15 milioni solo nel Nord America”. D&D è noto oltre il gioco stesso per altri prodotti a marchio D&D, riferimenti nella cultura popolare e alcune delle controversie che lo hanno circondato, in particolare un panico moralista negli anni ’80 che lo collegava falsamente al satanismo e ad atti di suicidio.

Dungeons & Dragons tra cinema, tv e videogiochi

Lanciato nel 1974 il popolare gioco di ruolo ha fruito di due adattamenti live-action, il pessimo Dungeons & Dragons – Che il gioco abbia inizio (2000) e il sequel Dungeons & Dragons 2: Wrath of the Dragon God del 2005, un film per la tv una spanna sopra al suo predecessore, ma assolutamente non all’altezza di un IP di tale levatura. “Dungeons & Dragons” ha inoltre fruito di oltre 100 romanzi e racconti originali, un gioco di carte collezionabili (Spellfire), diverse serie a fumetti, una serie televisiva animata del 1983, l’anime Record of Lodoss War del 1998, tre lungometraggi usciti direttamente in DVD, i film d’animazione Scourge of Worlds (2003) e Dragonlance: Dragons of Autumn Twilight (2008) e il live-action The Gamers: Dorkness Rising (2008). Inoltre D&D ha generato / ispirato oltre 80 videogiochi per computer e console tra i più noti le serie Eye of the Beholder e Neverwinter Nights.