Stasera in tv: “Fukushima” con Ken Watanabe su Rai 4

Rai 4 stasera propone “Fukushima”, dramma giapponese di Setsurô Wakamatsu del 2020 con Ken Watanabe che ricostruisce l’Incidente nucleare dell’11 marzo 2011.

Fukushima, su Rai 4 il dramma giapponese con Ken Watanabe che ricostruisce l’Incidente nucleare di Fukushima Daiichi che si è verificato dopo il grande terremoto di magnitudo 9,0 che ha colpito il Giappone orientale l’11 marzo 2011, il più grande terremoto mai registrato nella storia del Giappone. Il film mostrerà la realtà che un gruppo di 50 operatori hanno affrontato e di cui solo loro erano a conoscenza all’interno dello stabilimento e di fronte alla morte.

Fukushima – Il cast

Koichi Sato è Toshio Isaki, il capoturno dell’impianto nucleare
Ken Watanabe è Masao Yoshida, Soprintendente sul posto durante il disastro all’impianto nucleare Fukushima Daiichi
Riho Yoshioka è Izaki Haruka
Hidetaka Yoshioka è Maeda Takumi
Narumi Yasuda è Asano Mari
Shirō Sano è il Primo ministro del Giappone Naoto Kan
Mitsuru Hirata è Hirayama Shigeru
Yuri Nakamura è Maeda Kana
Shigeru Izumiya è Matsunaga
Shōhei Hino è Omori Hisao
Naoto Ogata è Nojiri Shōichi

Fukushima – Trama e trailer

La trama ufficiale: Giappone, 11 marzo 2011. L’intero paese è scosso da un terribile terremoto che causa danni immensi. Lo smottamento della terra, infatti, scatena un violentissimo tsunami che si abbatte sulle coste del paese lasciandosi dietro migliaia di morti. Nella centrale nucleare di Fukushima si consuma la tragedia più inquietante a causa dello scoppio di alcuni reattori. Sarà solo grazie al coraggio di 50 dipendenti che metteranno a rischio la loro stessa vita che il disastro non assumerà proporzioni inimmaginabili…

Curiosità sul film

  • Fukushima 50, titolo originale del film, fa riferimento allo pseudonimo dato dai media ai 50 dipendenti rimasti sul posto dopo il disastro della centrale nucleare giapponese del 2011.
  • Il film è diretto da Setsurô Wakamatsu (serie tv Pandora) da una sceneggiatura di Yoichi Maekawa basata sul libro di saggistica “On the Brink: The Inside Story of Fukushima Daiichi” del giornalista giapponese Ryūshō Kadota.
  • Il film è stato presentato in anteprima canadese al Japanese Canadian Film Festival di Toronto nel 2020.
  • Diverse scene di questo film sono state girate con i membri dell’aeronautica degli Stati Uniti nella base aerea di Yokota, in Giappone.

Il libro originale

La centrale nucleare di Fukushima Daiichi ha subito gravi danni a causa del terremoto e dello tsunami di magnitudo 9.0 che hanno colpito il Giappone l’11 marzo 2011. La catena di eventi ha causato perdite di radiazioni e danneggiato in modo permanente molti dei suoi reattori di progettazione americana, rendendone impossibile il riavvio. Per decisione politica, i restanti reattori non sono stati riavviati. Il disastro del marzo 2011 ha disabilitato i sistemi di raffreddamento del reattore, provocando il rilascio di radioattività e innescando una zona di evacuazione di 30 km che circonda l’impianto; le fuoriuscite continuano ad oggi. Il 20 aprile 2011, le autorità giapponesi hanno ampliato la zona di evacuazione di 20 km un’area vietata a cui si può accedere solo sotto la supervisione del governo. Nel novembre 2011 è stato permesso ai primi giornalisti di visitare lo stabilimento. Hanno descritto una scena di devastazione in cui tre degli edifici del reattore sono stati distrutti; i terreni erano ricoperti di camion maciullati, serbatoi d’acqua accartocciati e altri detriti lasciati dallo tsunami; e i livelli radioattivi erano così alti che i visitatori potevano rimanere solo per poche ore.

La sinossi ufficiale del libro: Il terremoto di Tōhoku ha colpito poco prima delle tre di venerdì pomeriggio. I massicci danni del terremoto sono stati seguiti da uno tsunami che ha raggiunto un’altezza di 40 metri che ha spazzato 10 km nell’entroterra, perlustrando la terra di case, scuole, comunità e persone. Il terremoto e lo tsunami da soli sono stati disastri di proporzioni incredibili, provocando oltre 15.000 morti, oltre 100.000 edifici distrutti e perdite economiche stimate fino a 235 miliardi di dollari dalla Banca Mondiale. E quello era solo il disastro naturale. Il disastro causato dall’uomo è iniziato lo stesso giorno, quando lo tsunami ha travolto la diga della centrale nucleare di Fukushima Daiichi, allagando la struttura e distruggendo gran parte delle sue attrezzature, compresi i generatori di energia di emergenza in loco. Tagliati fuori da tutte le fonti di energia esterne, i reattori e le barre di combustibile esaurito iniziarono a surriscaldarsi. Tre reattori hanno subito crolli. Le esplosioni di gas idrogeno hanno fatto saltare in aria gli edifici di contenimento esterni di tre reattori. E il mondo ha visto il Giappone lottare per portare la situazione sotto controllo prima che si verificasse lo scenario peggiore. Nonostante ulteriori ostacoli naturali e causati dall’uomo, gli uomini e le donne dell’impianto riuscirono nei loro sforzi, portando gradualmente i reattori sotto controllo, ripristinando l’energia e allontanandosi, un centimetro alla volta, dall’orlo stesso del disastro. Questa è la loro storia, basata su ampie interviste con le persone che hanno combattuto e vinto quella battaglia, e in particolare con Masao Yoshida, l’uomo che li ha spinti a portare a termine il lavoro. Ecco finalmente la storia interiore di ciò che hanno affrontato, con quali risorse e informazioni hanno dovuto lavorare e perché hanno preso le decisioni che hanno preso.

Il libro “On the Brink: The Inside Story of Fukushima Daiichi” di  Ryūshō Kadotaè disponibile in edizione inglese su Amazon.

Fukushima – La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del compositore giapponese Taro Iwashiro (Memorie di un assassino, La battaglia dei tre regni, Shinobi, The Crossing) eseguite dalla Tokyo Philharmonic Orchestra & The Choristers of the Temple Church.

 

1. Symphonic Suite F: 1st Chapter: All Life – Ryu Goto & Yoko Hasegawa & Taro Iwashiro & The Choristers of the Temple Church & Tokyo Philharmonic Orchestra (5:48)
2. Symphonic Suite F: 2nd Chapter: A Gift – Eliza Marshall, The Choristers of the Temple Church, Taro Iwashiro & Tokyo Philharmonic Orchestra (4:31)
3. Symphonic Suite F: 3rd Chapter: Operation Tomodachi – Taro Iwashiro & Tokyo Philharmonic Orchestra (4:14)
4. Symphonic Suite F: 4th Chapter: Home Country Forevermore – Ryu Goto, Yoko Hasegawa, Tokyo Philharmonic Orchestra & Taro Iwashiro (5:33)
5. Pride And Fear – Yoko Hasegawa, Tokyo Philharmonic Orchestra & Taro Iwashiro (3:25)
6. The Last Atonement – Yoko Hasegawa, Tokyo Philharmonic Orchestra & Taro Iwashiro (3:17)
7. 50 Wills – Yoko Hasegawa, Taro Iwashiro & Tokyo Philharmonic Orchestra (2:30)
8. In Memoriam F (3:26)
9. Unseen Existence α – The Choristers of the Temple Church, Eliza Marshall, Tokyo Philharmonic Orchestra & Taro Iwashiro (2:42)
10. The F Refuge Camp – Taro Iwashiro & Tokyo Philharmonic Orchestra (1:35)
11. Be With Danny Boy – Alex McSweeney, Lucas Byng, The Choristers of the Temple Church, Ryu Goto, Eliza Marshall, Taro Iwashiro, Naomi Nakahara & Tokyo Philharmonic Orchestra (4:23)
12. Nobody Comes, But The Flower Blooms – Yoko Hasegawa, Tokyo Philharmonic Orchestra & Taro Iwashiro (2:03)
13. Dear 50 – Ryu Goto, Yoko Hasegawa, The Choristers of the Temple Church, Taro Iwashiro & Tokyo Philharmonic Orchestra (4:29)

La colonna sonora DI “Fukushima” è disponibile su Amazon.

Ultime notizie su Film in tv

Tutto su Film in tv →