Guardiani della Galassia Holiday Special: colonna sonora e curiosità del prequel natalizio di Guardiani della Galassia Volume 3

Curiosità e la colonna sonora ufficiale dello speciale natalizio “Marvel Studios presenta: Guardiani della Galassia Holiday Special” con Kevin Bacon, Chris Pratt, Dave Bautista, Karen Gillan e Pom Klementieff.

Quando Guardiani della Galassia Holiday Special è stato annunciato il pensiero è andato subito al famigerato speciale natalizio di Star Wars e un brivido è corso lungo la schiena pensando a quel traumatico e bizzarro esperimento, diventato nel tempo un esempio di tutto quello che non si deve fare in uno speciale natalizio. in realtà “Guardiani della Galassia Holiday Special” si è rivelato un divertente antipasto Guardiani della Galassia Volume 3 in arrivo per l’estate 2023.

8 curiosità svelate nel Guardiani della Galassia Holiday Special

1. Peter Quill scopre che Mantis è sua sorella

Il Peter Quill di Chris Pratt, alias Star-Lord, riceve un doppio regalo grazie agli sforzi di Mantis (Pom Klementieff) e Drax (Dave Bautista), non solo conoscerà l’eroe della sua infanzia, Kevin Bacon, ma scoprirà che lui e Mantis sono fratello e sorella poiché condividono lo stesso padre, l’Ego di Kurt Russell antagonista di Guardiani della Galassia Vol. 2. Lo speciale ha confermato anche che Mantis oltre ad essere un’empatica ha delle abilità extra tra cui camminare sui muri, una sorta di invulnerabilità e la capacità balzare in stile Hulk coprendo grandi distanze. Nei fumetti le origini di Mantis sono molto diverse: è la figlia del supercriminale Bilancia aka Gustav Brandt, membro dello Zodiaco e di una donna vietnamita. Sarà interessante vedere come si svilupperà questa nuova dinamica tra Mantis e Peter in “Guardiani della Galassia Volume 3”.

2. Groot sembra aver ormai superato la fase da adolescente lunatico.

È stato divertente vedere una diversa versione di Groot che nella scena dopo i titoli di coda addobbato con luminarie che si presta con infinita pazienza a fare l’albero di Natale. In “Guardiani della Galassia Volume 3” Groot  dovrebbe raggiungere il suo picco di crescita, ma nel frattempo è stato bello vederlo con un ritrovato equilibrio e fisicamente massiccio.

3. I Guardiani hanno creato una piccola comunità che vive in Ovunque (Knowhere)

Abbiamo conosciuto la location Ovunque (Knowhere) nel primo film dei Guardiani della Galassia. È la gigantesca testa decapitata di un Celestiale che è stata trasformato in un hub intergalattico. Era la casa del Collezionista e luogo dove veiniva custodita la sua collezione. È stato anche rivelato che il Collezionista è ancora vivo e non è stato ucciso da Thanos. Sempe durante lo speciale apprendiamo anche che i Guardiani hanno acquisito “Ovunque” (Knowhere) dal Collezionista che forse ritroveremo fugacemente in “Guardiani della Galassia Volume 3”.

4. Drax odia i GoBots che ora sono parte dell’Universo Cinematografico Marvel

I GoBots fanno ora parte del background di Drax. Durante l’incursione sulla Terra in cerca di Kevin Bacon,  Drax e Mantis passeggiano sulla Holywood Walk of Fame dove Drax ha un incontro con un cosplayer vestito da GoBot e la sua reazione alla sua vista è piuttosto violenta. Scopriamo così che i GoBots sono respondabili della morte di suo cugino, ecco perché Drax li odia a morte. GoBots era una linea di giocattoli robot trasformabili prodotti da Tonka dal 1983 al 1987, simili ai Transformers di Hasbro. Sebbene inizialmente una linea di giocattoli separata e concorrente, i Gobots sono diventati proprietà intellettuale di Hasbro dopo l’acquisizione di Tonka nel 1991. Successivamente, l’universo rappresentato nella serie animata I Gobots (Challenge of the GoBots) e nel film successivo GoBots: Battle of the Rock Lords è stato stabilito come un universo alternativo all’interno del multiverso dei Transformers. Mentre Hasbro ora possiede il lato immaginario della proprietà (nomi dei personaggi, biografie, trama), i giocattoli reali e le loro sembianze sono stati concessi in licenza a Bandai negli anni ’80, e non essendo all’epoca coperti dall’acquisizione di Tonka, attualmente non sono disponibili per l’utilizzo da parte di Hasbro.

5. Peter Quill sta ancora cercando una Gamora introvabile

Peter Quill è disperato per aver perso nuovamente Gamora (Zoe Saldana), l’ha persa una volta quando è morta, e poi l’ha persa di nuovo quando è stata recuperata dal passato, versione di lei che però non aveva alcun legame con Peter, versione che dopo “Avengers: Engame” se ne andata per la sua strada. Peter però non molla e vuole trovarla e tentare di riconquistarla, ma lei ha fatto perdere le sue tracce. Questo sarà uno dei punti principali della trama in “Guardiani della Galassia Volume 3” in quanto chiuderà la storia e potrebbe culminare in una definitiva uscita di scena di Gamora, eventualità da non scartare a priori .

6. Scopriamo come Peter Quill ha ricevuto i suoi blaster

Alla fine dello speciale durante una sequenza animata, apprendiamo che Peter ha ricevuto i suoi blaster come regalo di Natale dal burbero Yondu, che in principio sembrava odiare la festività, ma poi inteneritosi da un regalo del suo figlioccio ha tirato fuori il suo lato paterno che ha contribuito a rendere Peter l’uomo e l’eroe che è.

7. I Guardiani hanno una nuova astronave

I Guardiani della Galassia hanno una nuova astronave. Finora la squadra ha viaggiato sulla Milano e sulla Benatar, ma ora hanno un nuovo velivolo battezzato Bowie, dal nome dal defunto David Bowie. La nave è stata originariamente introdotta nei fumetti, con gli eredi di Bowie che hanno dato l’approvazione per usare il nome della defunta star della musica. Tra i desideri del regista James Gunn c’èra un cameo di David Bowie in “Guardiani della Galassia Vol. 2”, ma il cantante purtroppo è scomparso prima delle riprese.

8. Nebula regala a Groot il braccio bionico di Bucky

Il regalo di Nebula a Rocket è stato una sorpresa per tutti, nel pacco rabberciato alla meglio che la burbera Nebula porge ad uno spiazzato Rocket c’è nientemeno che il braccio bionico di Bucky Barnes ex Soldato d’Inverno. Come ha fatto Nebula ad averlo? Il primo pensiero è che sia il trofeo di uno scontro che ha visto Bucky soccombere. A confermare questa ipotesi è lo stesso regista James Gunn su Twitter, che ha confermato che Nebula ha rintracciato il suo ex alleato e gli ha rubato l’arto protesico. Questo furto dovrebbe avere conseguenze per la prossima apparizione di Bucky nel film dei Thunderbolts, dove sembra molto probabile sfoggerà un braccio nuovo di zecca.

Guardiani della Galassia Holiday Special – La colonna sonora

  • Le musiche originali di “Guardiani della Galassia Holiday Special” sono del compositore John Murphy (The Suicide Squad, Sunshine, 28 giorni dopo, Kick-Ass, Snatch, Miami Vice).
  • La colonna sonora include le canzoni I Don’t Know What Christmas Is (But Christmastime Is Here) eseguita dagli Old 97’s e Here It Is Christmastime di Kevin Bacon & Old 97’s.
  • La canzone originale “I Don’t Know What Christmas Is (But Christmastime Is Here)” è stata scritta dal regista James Gunn con gli Old 97’s.

Gunn parlando di questa collaborazione ha detto: “Quando ho scritto una canzone per [Guardiani della Galassia Holiday Special], ho chiesto al mio amico [Rhett Miller] di scrivere con me e poi ho detto: ‘Che diamine, perché tu e il [Old 97’s] non interpretata la band?!’ Alcuni dei giorni più divertenti sul set di sempre.”

TRACK LISTINGS:

1. I Don’t Know What Christmas Is (But Christmastime Is Here) – Old 97’s (3:03)
2. How Yondu Ruined Christmas (1:34)
3. Telekinesis (1:42)
4. Kevin at Home (1:57)
5. Chasing Kevin (1:22)
6. Mantis Fights Back (1:35)
7. He’s an Actor! (1:17)
8. The Best Christmas Present (2:25)
9. Kraglin Explains (1:26)
10. How the Story Really Ended (1:29)
11. Mantis Reveals Her Secret (1:28)
12. Here It Is Christmastime – Kevin Bacon & Old 97’s (3:26)

La colonna sonora di “Guardiani della Galassia Holiday Special” è disponibiel su Amazon.

Fonte: IGN

Ultime notizie su Marvel

Tutto su Marvel →