Guardiani della Galassia Volume 3: trailer italiano e anticipazioni del film Marvel di James Gunn

Tutto quello che c’è da sapere su “Guardiani della Galassia Volume 3”, James Gunn torna al timone del team Marvel in uscita nei cinema italiani dal 3 maggio 2023.

Dal 3 maggio 2023 nei cinema italiani arriva Guardiani della Galassia Voluma 3 di Marvel Studios, Peter Quill (Chris Pratt) sta ancora affrontando la perdita di Gamora quando si torva a dover radunare i Guardiani della Galassia per difendere l’universo.

Guardiani della Galassia Volume 3 – Trama e cast

La trama ufficiale: È tempo di cambiare musica. Ancora sconvolto dalla perdita di Gamora, Peter Quill (Chris Pratt) raduna la sua squadra per difendere l’universo e uno di loro – una missione che potrebbe significare la fine dei Guardiani una volta per tutte se non avrà successo.

Il cast di “Guardiani della Galassia Voluma 3” vede il ritorno di Chris Pratt, Zoe Saldaña, Karen Gillan, Pom Klementieff, Dave Bautista, Vin Diesel, Bradley Cooper, Sean Gunn ed Elizabeth Debicki, con alcuni ospiti molto speciali tra cui Sylvester Stallone, Will Poulter, Chukwudi Iwuji  e Maria Bakalova.

Guardiani della Galassia Vol. 3 – Trailer e video

Curiosità sul film

  • “Guardiani della Galassia Voluma 3” basato sui personaggi dei fumetti creati da Dan Abnett e Andy Lanning è ancora una volta scritto e diretto dallo sceneggiatore/cineasta americano James Gunn, regista dei film Slither, Super, Guardiani della Galassia, Guardiani della Galassia Vol. 2, The Suicide Squad – Missione Suicida della DC e lo speciale natalizio The Guardians of the Galaxy: Holiday Special. Gunn ha anche scritto la sceneggiatura del remake L’alba dei morti viventi di Zack Snyder e The Belko Experiment di Greg McLean. Basato sui personaggi dei fumetti creati da Dan Abnett e Andy Lanning. Prodotto da Kevin Feige ai Marvel Studios.
  • Dopo che James Gunn è stato licenziato come regista, l’attore Dave Bautista (Drax) è diventato uno dei sostenitori più accesi di Gunn, twittando che “James Gunn è una delle persone più affettuose, premurose e di buon carattere che abbia mai incontrato. È gentile e premuroso profondamente per le persone e gli animali. Ha commesso degli errori. Tutti noi. NON sono d’accordo con quello che gli sta succedendo. Bautista ha anche affermato che avrebbe chiesto la risoluzione del suo contratto se lo studio non avesse utilizzato la sceneggiatura che Gunn aveva originariamente scritto per questo film. Gunn è stato successivamente riassunto.
  • Si vociferava che il regista di Thor: Ragnarok (2017), Taika Waititi, avrebbe assunto la direzione del film al posto di James Gunn dopo che quest’ultimo era stato temporaneamente licenziato dal progetto. Tuttavia, Waititi ha chiarito che questa opzione non è mai stata sul tavolo per lui, sostenendo che “quelli sono i film di James. [Fare ciò] sarebbe come andare a casa di qualcuno e dire ‘Ehi, sono il tuo nuovo papà, e ora è così che ora facciamo i panini al burro di arachidi. Sembra un po’ imbarazzante.”
  • Il personaggio di Adam Warlock sarebbe apparso nel film precedente, ma è stato tagliato perché James Gunn pensava che avesse troppi personaggi. È confermato che apparirà in questo film.
  • Questo sequel è stato annunciato un mese prima dell’uscita di Guardiani della Galassia Vol. 2 (2017).
  • Dopo essere stato licenziato per citazioni controverse del passato, nel marzo 2019, James Gunn è stato reintegrato dalla Disney come regista del film dopo aver incontrato il presidente Alan F. Horn in più occasioni. Horn è giunto a questa decisione sulla base delle scuse pubbliche di Gunn e della sua gestione della situazione in seguito. Gunn non si era mai opposto al suo licenziamento affermando che “le mie parole di quasi un decennio fa erano, all’epoca, tentativi totalmente falliti e sfortunati di essere provocatorio. Me ne sono pentito per molti anni da allora, [..] anche perché non rispecchiano la persona che sono oggi ma che sono stato per un po’ di tempo”. Gunn non ha iniziato la produzione di questo film fino a quando il suo lavoro su “The Suicide Squad – Missione suicida” (2021) non è stato completato.
  • Prima che Will Poulter fosse scelto per il ruolo di Adam Warlock, George MacKay e Regé-Jean Page erano stati presi in considerazione per il ruolo.
  • Questo film segna il divario più lungo tra il primo film e il terzo film in una trilogia dell’Universo Cinematografico Marvel (MCU), 8 anni e 10 mesi, CON Guardiani della Galassia uscito nelle sale il 1° agosto 2014.
  • In Avengers: Endgame (2019) viene accennato che Thor (Chris Hemsworth) si unisce ai Guardiani della Galassia. Tuttavia lo vediamo lasciare i Guardiani all’inizio di Thor: Love and Thunder (2022).

Immagini e video dai social media

Dopo oltre 100 giorni di riprese e oltre 3000 ciak, questo è il ciak per la ripresa finale di #GotGVol3, presentatomi dalla troupe. È stata una ripresa facile di Rocket seduto, prima con Sean Gunn, e poi il vuoto, e mi sono trattenuto per non scoppiare in lacrime sul posto. La maggior parte degli ultimi dieci anni della mia vita li ho spesi lavorando e pensando ai Guardiani. Ho ancora una lunga strada davanti a me con effetti speciali e montaggio, ma è stato comunque importante per me. È in qualche modo semplice spiegare agli altri quanto amo questo cast e questa troupe. È più difficile spiegare quanto amo questi personaggi – che li vedo come parti di me stesso e parti di coloro che amo, e filmarli e scrivere le loro parole, è un modo per esprimere quell’amore. Ancora una volta, lavorerò ancora con loro nel prossimo anno fino all’uscita, ma girare quell’ultima scena è stato un promemoria della calda impermanenza della vita e dell’amore, e di come quell’impermanenza lo renda così prezioso, e di valore, ed è un buon motivo per essere grato per quello che ho in questo momento. Comunque. La troupe televisiva ha anche incollato i copriobiettivi della fotocamera fatti a mano sul retro del ciak per me, che è la seconda foto. Tanto amore a tutti voi.

Così mia nipote mi ha chiamato e mi ha detto… grazie zio Vin per aver realizzato I Am Groot, haha… i cortometraggi scritti e diretti dalla talentuosa Kristin Lepore. È stato un vero spasso, ma è anche un vero spasso guardarlo con i miei angeli. Non c’è da stupirsi che la Marvel voglia realizzare il film di Planet X [il pianeta di origine di Groot].

Dichiarazioni e interviste

In una ospitata al The Tonight Show di Jimmy Fallon, Zoe Saldaña spiega che Guardiani della Galassia Volume 3 ha un modo unico di filmare Gamora in alcune grandi sequenze d’azione. Dopo che Fallon ha citato uno dei recenti post sui social media di Saldaña con dei calchi della testa di Gamora, l’attrice rivela che quelle repliche della testa verranno poi utilizzate come punti di riferimento sul set per il team degli effetti visivi.

E riguardo alla loro creazione, mi è stato fatto un calco della testa ed è così che possono fargli le parrucche o qualsiasi tipo di protesi aggiuntiva che va su Gamora. E a volte è solo per metterla in secondo piano. un po’ come alla “Dov’è Waldo?” Ma come “Dov’è Gamora?” A volte, ad esempio, se stanno girando una grande sequenza d’azione e il mio personaggio è sullo sfondo in alcune parti di quel set, metteranno semplicemente una testa che corre avanti e indietro in modo che il computer possa seguirla”.

Il regista James Gunn ha rivelato in un’intervista con ComicBook che il film approfondirà la storia passata di Rocket.

“[The Guardians of the Galaxy Holiday Special] è anche molto, molto diverso dal Volume 3 perché il Volume 3 è davvero un film molto emozionante. E racconta questa storia su Rocket e da dove viene e dove sta andando, e come questo si lega a tutti gli altri Guardiani alla fine di questo nuovo film.

I Marvel Studios non hanno annunciato alcun piano per riportare Gamora dopo Guardiani della Galassia Volume 3 e Zoe Saldaña in un’intervista con Variety rispondendo a domande sul suo futuro nell’UCM ha risposto che non la prederebbe male se non dovesse mai più indossare il trucco verde, anche se a volte le manca Gamora.

Non riesco mai a dire di no a niente, ma quel trucco verde? Non mi arrabbierei se non accadesse di nuovo. [Ride] Mi manca Gamora ma non mi mancano le telefonate alle 3:30 del mattino e le sessioni di trucco di cinque ore e le successive visite dal dermatologo.

In un’intervista con EW, Zoe Saldaña spiega che le riprese di Guardiani della Galassia Volume 3 hanno scaturito in lei emozioni contrastanti poiché Guardiani della Galassia Vol. 3 conclude questa trilogia di narrazione e ci sono domande senza risposta su cosa accadrà a Peter Quill, Gamora e al resto del team.

[Le riprese] sono iniziate in modo amaro all’inizio perché ovviamente stai anticipando la fine, ma sono così felice che ancora una volta ho avuto modo di lavorare con persone fantastiche. Ho avuto un’evoluzione che ho visto di me stessa, ma anche del mio regista e del mio cast. Mi sono sentito molto fortunata e grata. Ma alla fine, devo dire che è stato un distacco molto dolce,.

Guardiani della Galassia Voume 3 – La colonna sonora

  • James Gunn ha annunciato che John Murphy, che ha musicato The Suicide Squad – Missione suicida, sarà il compositore della colonna sonora di “Guardiani della Galassia Volume 3”. I crediti di Murphy, assiduo collaboratore del regista Guy Ritchie (Lock & Stock – Pazzi scatenati, The Snatch, Sunshine) includono 28 settimane dopo, L’ultima casa a sinistra, Miami Vice, Blindato.
  • Questa sarà la prima volta per il franchise senza il compositore Tyler Bates a bordo, Bates ha composto le musiche sia di Guardiani della Galassia (2014) che Guardiani della Galassia Vol. 2 (2017).
  • La canzone che accompagna il trailer è “In The Meantime” di Spacehog pubblicata nel 1994 sull’album omonimo.

Guardiani della Galassia Volume 3 – Foto e poster

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →