• Film

Guy Ritchie alla regia del film di guerra “Ministry of Ungentlemanly Warfare”

Guy Ritchie dirigerà un adattamento per Paramount del libro “Ministry of Ungentlemanly Warfare” del pluripremiato reporter di guerra Damien Lewis.

Guy Ritchie ha firmato per il suo prossimo progetto; il sito Deadline riporta che il regista britannico dirigerà per Paramount Pictures un film sulla seconda guerra mondiale dal titolo Ministry of Ungentlemanly Warfare.

Il film è basato sul libro di “Damien Lewis Ministry of Ungentlemanly Warfare: How Churchill’s Secret Warriors Set Europe Burn and Gave Birth to Modern Black Ops” con la bozza più recente della sceneggiatura scritta da Arash Amel (A Private War).

“Ministry of Ungentlemanly Warfare” si svolge nel 1939, quando Winston Churchill decise di combattere i tedeschi creando la prima unità operativa clandestina della Gran Bretagna che aveva il compito di colpire dietro le linee nemiche. I membri affiatati del gruppo sapevano di essere sacrificabili e che il governo avrebbe negato la loro esistenza, ma hanno vinto importanti vittorie contro i nazisti usando una combinazione di inganno e forza bruta, infrangendo tutte le regole di guerra in vigore all’epoca.

La sinossi ufficiale del romanzo:

Dal pluripremiato storico, reporter di guerra e scrittore Damien Lewis (Zero Six Bravo, Judy) arriva l’incredibile storia vera delle unità operative top secret create per operare in clandestinità denominate “butcher-and-bolt”, volute dal Primo Ministro Winston Churchill e incaricate di fermare l’inarrestabile Macchina da guerra tedesca. Criminali, ladri e sopravvissuti, le tattiche brutali e la grinta di questi “rinnegabili” definirono un’unità militare di un genere che il mondo non aveva mai visto. Quando la Francia cadde sotto i nazisti nel 1940, Churchill dichiarò che la Gran Bretagna avrebbe resistito all’avanzata dell’esercito tedesco, da sola se necessario. Churchill ordinò allo Special Operations Executive di sviluppare segretamente un tipo molto speciale di unità militare che avrebbe operato di propria iniziativa in profondità dietro le linee nemiche. Le unità sarebbero state autorizzate ad uccidere, completamente rinnegabili dal governo britannico, una forza spietata per affrontare l’avanzata tedesca. La primissima di queste unità “butcher-and-bolt” – l’innocuamente chiamata Maid Honor Force – era guidata da Gus March-Phillipps, un selvaggio eccentrico britannico di nobili origini, e un giovane guerriero danese aristocratico, bello e assetato di sangue, Anders Lassen. Alimentati con anfetamine, questi rinnegati e sociopatici assortiti hanno intrapreso la prima delle operazioni speciali di Churchill: una missione top secret e ad alto rischio per impadronirsi delle navi naziste nel lontano porto di Fernando Po, nell’Africa occidentale. Sebbene pochi di questi primi disperati siano sopravvissuti alla seconda guerra mondiale, hanno preso parte a una serie di affascinanti e audaci missioni che hanno cambiato il corso della guerra. Era il primo movimento della moderna squadra di operazioni speciali, e tutti gli uomini coinvolti sarebbero stati dichiarati eroi di guerra quando tutto fosse finito. Ministry of Ungentlemanly Warfare si concentra su una dozzina di questi uomini straordinari, intessendo le loro storie di fratellanza, compagni e soldati d’élite in un avvincente filo narrativo, dalle prime missioni alla tragica morte di Anders Larssen, poche settimane prima della fine della guerra.

Deadline aggiunge che Jerry Bruckheimer produrrà sotto la sua compagnia omonima insieme a Chad Oman, mentre Ivan Atkinson, frequente collaboratore di Guy Ritchie, sarà il produttore esecutivo. Vanessa Joyce della Paramount supervisionerà il progetto per lo studio. Ritchie regista dei due Sherlock Holmes con Robert Downey Jr. e del recente live-action della Disney Aladdin con Will Smith è attualmente impegnato con le riprese di Five Eyes, uno spy-thriller d’azione con protagonista Jason Statham.

I Video di Cineblog