Home Animazione L’oceano in fondo al sentiero: il regista di “Coraline” sta sviluppando un adattamento del romanzo fantasy di Neil Gaiman

L’oceano in fondo al sentiero: il regista di “Coraline” sta sviluppando un adattamento del romanzo fantasy di Neil Gaiman

Henry Selick sta preparando un adattamento animato in stop-motion di uno dei romanzi fantasy di Neil Gaiman votato Libro dell’Anno ai British National Book Awards.

13 Giugno 2024 22:45

Henry Selick (Nightmare Before Christmas) sta collaborando con l’autore Neil Gaiman per un adattamento di L’oceano in fondo al sentiero, che saròà una sorta di”opera complementare” di un altro classico di Selick “Coraline e la porta magica”. Il film è descritto come “quasi un sequel” di “Coraline”, ma segue invece “un bambino che va in questo altro mondo con una madre mostruosa, è una madre mostruosa che viene nel nostro mondo per devastare la vita di un bambino”.

Il gigante sepolto Guillermo del Toro annuncia il suo nuovo film animato in stop-motion dopo Pinocchio
Leggi anche:
Il gigante sepolto: Guillermo del Toro annuncia il suo nuovo film animato in stop-motion dopo “Pinocchio”

Selick che che sta cercando uno studio, al momento ha scritto una storia di 35 pagine e un sacco di artwork e concept design per il progetto, che vuole realizzare in stop-motion, C’è interesse da parte dello studio ShadowMachine che ha lavorato alle serie tv Robot Chicken e BoJack Horseman, ma soprattutto ha prodotto l’acclamato Pinocchio in stop-motion di Guillermo del Toro. Selick al momento pensa che sia Laika, lo studio che ha prodotto non solo Coraline, ma anche Paranorman e Kubo e la spada magica, ad avere “il miglior talento e le migliori risorse”, e per ribadire la sua ammirazione per lo studio, durante l’Annecy Animation Festival ha definito il CEO Travis Knight un “Genio”.

Henry Selick, regista di Coraline e Nightmare Before Christmas, adatterà in stop.motion il romanzo fantasy L'oceano in fondo al sentiero di Neil Gaiman.

Coraline è un film in stop-motion del 2009 scritto e diretto da Henry Selick e basato sull’omonimo racconto di Neil Gaiman. Prodotto da Laika, come primo lungometraggio dello studio, il film racconta la storia di una ragazzina che scopre un universo alternativo idealizzato dietro una porta segreta nella sua nuova casa, ignara che contenga qualcosa di oscuro e sinistro. In questo mondo alternativo, Coraline incontra la sua “Altra Madre”, una figura sinistra con gli occhi a bottone che le offre una vita apparentemente migliore. Tuttavia, man mano che Coraline approfondisce questo mondo, si rende conto che l’Altra Madre ha intenzioni malevole e mira a intrappolarla lì per sempre. Con coraggio e arguzia, Coraline dovrà superare in astuzia l’Altra Madre e salvare i suoi veri genitori, imparando infine l’importanza del coraggio e il reale valore del suo mondo.

Henry Selick, regista di Coraline e Nightmare Before Christmas, adatterà in stop.motion il romanzo fantasy L'oceano in fondo al sentiero di Neil Gaiman.
Henry Selick (Photo by Frazer Harrison/WireImage)

Selick ha diretto in stop-motion il classico natalizio Nightmare Before Christmas prodotto da Tim Burton, ha adattato i racconti James e la pesca gigante di Roald Dahl (ancora prodotto da Burton) e “Coraline e la porta magica” di Neil Gaiman (che gli è valso una candidatura all’Oscar), e il fumetto “Dark Town” di Kaja Blackley, diventato un lungometraggio ibrido live-action / stop motion dal titolo Monkeybone. Il lavoro più recente di Selick risale al 2022, la commedia horror in stop-motion Wendell & Wild basata sull’omonimo libro mai pubblicato di Selick e Clay McLeod Chapman.

Henry Selick attends the 14th Annual AAFCA Awards at Beverly Wilshire, A Four Seasons Hotel on March 01, 2023 in Beverly Hills, California. (Photo by Frazer Harrison/WireImage) Sussex, Inghilterra. Un uomo di mezza età ritorna alla casa della sua infanzia per un funerale. Sebbene la casa non ci sia più da un pezzo, l’uomo è irresistibilmente attratto dalla fattoria in fondo al sentiero, dove a sette anni aveva conosciuto una ragazza fuori dal comune – Lettie Hempstock -, sua madre e sua nonna. Erano decenni che non pensava più a Lettie. Eppure non appena si siede vicino allo stagno (quello stagno che lei sosteneva essere un oceano) accanto alla vecchia fattoria in rovina, ecco che il passato ritorna con i suoi ricordi, troppo strani, spaventosi e pericolosi per essere ricordi di episodi davvero successi a qualcuno, tanto meno a un ragazzino. Quarant’anni prima un uomo, un inquilino della casa di famiglia, aveva rubato la loro auto, dentro la quale si era suicidato proprio in fondo al sentiero. Quella tragica morte aveva evocato antiche forze che andavano lasciate in pace. Si erano scatenate oscure creature che venivano da chissà dove e il narratore era dovuto ricorrere a tutte le sue risorse per sopravvivere. L’orrore più terribile e minaccioso aveva creato devastazioni indicibili. E lui, ai tempi solo un ragazzino, disponeva come unica difesa di tre donne che vivevano in una fattoria in fondo al sentiero… La più giovane di loro affermava che lo stagno è un oceano. La più anziana si ricordava del Big Bang.

Il romanzo “L’oceano in fondo al sentiero” è disponibile su Amazon.

Fonte: Variety

Animazione