Titanic: James Cameron racconta quando Leonardo DiCaprio non voleva fare l’audizione

Il regista James Cameron racconta il travagliato provino di Leonardo DiCaprio per il ruolo di Jack Dawson in Titanic.

James Cameron è un regista che si dagli anni ottanta ha lasciato un’impronta indelebile nel cinema di genere creando in primis il prolifico franchise “Terminator” che lanciò l’icona action Arnold Schwarzenegger, attore con cui Cameron tornerà a collaborare per il blockbuster Terminator 2 – Il giorno del giudizio e poi per il classico True Lies in cui Schwarzy faceva il verso a James Bond. Cameron confermerà la sua abilità nel maneggiare il genere fantascientifico, in altre due occasioni, rivisitando in chiave action il franchise Alien, portando sullo schermo i ca**uti marines coloniali dello strepitoso sequel Aliens – Scontro finale e poi esplorando le profondità marine, che diventeranno quasi un’ossessione per il regista, con The Abyss, con cui Cameron realizzerà il suo personale Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo.

Cameron è anche noto per aver diretto due dei film più popolari e lucrosi di sempre: prima registrando il più alto incasso della storia narrando con gli ultimi ritrovato della tecnologia al computer la tragica odissea del Titanic, e poi battendo se stesso al box-office con l’epopea fantascientifica Avatar, la saga di Pandora e dei Na’vi che ha scalzato Titanic dalla vetta degli incassi storici, sta per tornare nei cinema italiani, il prossimo 14 dicembre, con un secondo capitolo dal titolo Avatar – La via dell’acqua.

“Titanic” andato in onda su Canale 5 lo scorso 20 novembre è interpretato da Kate Winslet, che per il ruolo di Rose DeWitt Bukater conquistò una candidatura all’Oscar come migliore attrice protagonista, al fianco di Leonardo DiCaprio, che con il suo Jack Dawson non convinse l’Academy, ma l’attore prima di accettare il ruolo era già stato nominato come miglior attore non protagonista tre anni prima per Buon compleanno Mr. Grape.

Cameron ha rievocato i tempi della produzione di “Titanic”, il regista parlando di DiCaprio ha raccontato in una recente intervista con GQ (tramite Variety) che l’attore era molto interessato alla parte, ma che nelle prime fasi di trattative non era disposto a sostenere un’audizione per il ruolo, al ché Cameron fu netto a tal proposito e disse al ragazzo: “se non farai l’audizione non otterrai la parte”.

“C’è stato un incontro con Leo e poi c’è stato un provino con Leo. L’incontro è stato divertente perché ero seduto nella mia sala conferenze, in attesa di incontrare un attore. E mi guardo intorno, e tutte le donne dell’intero ufficio sono alla riunione. Tutte volevano incontrare Leo. E’ stato uno spasso.

DiCaprio “incantò tutti” al primo incontro, ma quando arrivò la fase del provino non andò altrettanto bene. Quando Cameron organizzò un provino per DiCaprio, Winslet era già stata scelta per il ruolo di Rose, e l’attore pensò fosse un’audizione per Winslet poiché lui non aveva alcuna intenzione di sostenere una lettura del copione.

È tornato un paio di giorni dopo e ho impostato la videocamera per registrare il video. Non sapeva che avrebbe fatto il provino. Ha pensato che fosse un altro incontro con Kate. Così ho detto: “Va bene, andremo nella stanza accanto, leggeremo alcune battute e le filmerò”. Così lui ha risposto: “Vuoi dire devo leggere il copione?” Ho risposto: “Sì.” e lui ha detto: “Oh, non lo leggerò’. Gli ho stretto la mano e glio ho detto: “Grazie per essere passato”.

A Cameron non era piaciuto l’atteggiamento di DiCaprio e nonostante volesse l’attore per il ruolo era pronto a cercare un altro Jack Dawson, ma DiCaprio tornò con un fare più ragionevole: “Aspetta, aspetta, aspetta. Se non leggo il copione, non ottengo la parte? Le cose stanno così?” Cameron rispose: “Oh sì. Andiamo. Questo è un film gigantesco che richiederà due anni della mia vita, e tu te ne andrai a fare altre cinque cose mentre io mi occupo della post-produzione. Quindi, non ho intenzione di rovinare tutto prendendo la decisione sbagliata nella fase del casting. Quindi, leggerai il copione o non otterrai la parte.”

Cameron prosegue nel racconto: “Quindi lui arriva, ed è come se ogni grammo di tutto il suo essere fosse così negativo – fino a quando non ho detto, ‘Azione.’ Poi si è trasformato in Jack. Kate si è semplicemente illuminata e hanno recitato la scena. Nubi scure si erano aperte e un raggio di sole era sceso e aveva illuminato Jack. Ed io ero tipo, “Ci siamo. Lui è il tipo giusto.’”