• Film

Jason Momoa in “Fast & Furious 10”, Jake Gyllenhaal nel thriller con rapina “Cut and Run”

Jason Momoa sta finalizzando le trattative per unirsi al cast di “Fast & Furious 10” mentre Jake Gyllenhaal rapinerà superyacht in “Cut and Run”.

Jason Momoa, l’Aquaman cinematografico, è ufficialmente in trattative per unirsi a Fast and Furious 10, pare in un ruolo da antagonista. Il sito The Hollywood Reporter riferisce che L’attore sta finalizzando le trattative per unirsi a Vin Diesel e al resto del cast che includerà Michelle Rodriguez, Tyrese Gibson, Ludacris, Sung Kang e Charlize Theron.

Il regista del franchise Justin Lin tornerà dietro la macchina da presa per questo decimo capitolo, che sarà diviso in due parti e concluderà la saga blockbuster di Universal Pictures, che nel frattempo ha generato lo spin-off Hobbs & Shaw con protagonisti il Luke Hobbs di Dwayne Johnson e il Deckard Shaw di Jason Statham, che sono già pronti a fare il bis con un sequel già in fase di sviluppo scritto da Chris Morgan e con una trama che introdurrà diversi nuovi personaggi. E’ inoltre in fase di sviluppo ufficiale un secondo spin-off, ancora senza titolo e tutto al femminile, con Nicole Perlman, Lindsey Beer e Geneva Robertson-Dworet reclutate per la sceneggiatura. E’ stato inoltre annunciato che Charlize Theron riprenderà il suo ruolo di Cipher in un film spin-off, anche se non è chiaro se si tratterà dell’annunciato spin-off al femminile o di un progetto a sé stante.

La partecipazione di John Cena a Fast & Furious 9 nei panni del fratello di Dom, e ora  l’annuncio del castng di Jason Momoa sembrano “mosse” pensate per riempire lo spazio lasciato dal divo Dwayne Johnson fuoriuscito dal franchise principale non solo per recitare nel suo spin-off, ma anche a seguito di uno scontro avuto sul set con Vin Diesel, scontro proseguito poi sui social media. La “faida” tra i due sembrava aver raggiunto un punto di riappacificazione, ma quando Vin Diesel ha chiesto pubblicamente a Johnson di seppellire l’ascia di guerra e tornare per “Fast & Furious 10”, Johnson ha risposto con un netto rifiuto lasciando Diesel piuttosto spiazzato.

Mio fratellino Dwayne…è giunto il momento. Il mondo attende il finale di Fast 10. Come sai, i miei figli si riferiscono a te come zio Dwayne a casa mia. Non c’è vacanza che passa che non vi mandiate gli auguri…ma è giunto il momento. L’eredità attende. Te l’avevo detto anni fa che avrei mantenuto la mia promessa fatta a Pablo. Ho giurato che avremmo raggiunto e realizzato il miglior Fast finale che è il 10! Lo dico per amore…ma devi presentarti, non lasciare il franchise vuoto, hai un ruolo molto importante da svolgere. Hobbs non può essere interpretato da nessun altro. Spero che tu sia all’altezza dell’occasione e realizzi il tuo destino”.

La risposta di Johnson è arrivata a Diesel durante un’intervista alla CNN:

Ho detto direttamente a [Diesel] che non sarei tornato nel franchise. Sono stato fermo ma cordiale con le mie parole e ho detto che avrei sempre sostenuto il cast e fatto il tifo per il successo del franchise, ma che c’era nessuna possibilità che sarei tornato. Il recente post pubblico di Vin è stato un esempio della sua manipolazione. Non mi è piaciuto che abbia coinvolto i suoi figli nel post, così come la morte di Paul Walker. Lasciali fuori. Ne avevamo parlato mesi fa di questo ed eravamo giunti a una chiara comprensione. Il mio obiettivo è sempre stato quello di concludere il mio fantastico viaggio con questo incredibile franchise con gratitudine e leggerezza. È un peccato che questo dialogo pubblico abbia confuso le acque. Indipendentemente da ciò, sono fiducioso nell’universo ‘Fast’ e nella sua capacità di fornire costantemente risultati il pubblico…auguro davvero ai miei ex co-protagonisti e membri della troupe buona fortuna e successo nel prossimo capitolo.

Jason Momoa nel frattempo è tornato nei panni di Arthur Curry nel sequel Aquaman and the Lost Kingdom, film attualmente in post-produzione e in uscita nei cinema americani a dicembre 2022 e probabilmente nelle sale italiane per gennaio 2023. Momoa sarà inoltre in Slumberland, avventura per famiglie del regista Francis Lawrence (Hunger Games) basata sul fumetto “Little Nemo in Slumberland” di Winsor McCay e nel western The Last Manhunt, basato su una storia di Momoa e diretto dall’attore Christian Camargo, alla sua seconda prova da regista.

Il sito Variety riporta che Jake Gyllenhaal, reduce dal remake thriller The Guilty, reciterà in un nuovo thriller con rapina intitolato Cut and Run. Il film seguirà “un gruppo di ladri che usano motoscafi ad alta potenza per rapinare superyacht. Il loro capriccio prende una svolta quando rubano la cosa sbagliata al gruppo sbagliato di persone.

Il progetto è stato acquisito dalla New Republic Pictures che si è aggiudicata i diritti per la sceneggiatura scritta da John Glenn (Eagle Eye, Giustizia privata). Secondo quanto riferito c’erano diversi potenziali acquirenti interessati alla sceneggiatura di Glenn, una rosa di offerenti che ha scatenato una guerra di offerte che alla fine ha visto la New Republic Pictures vincente.

Gyllenhaal è anche produttore del progetto con la sua società di produzione Nine Stories Productions insieme allo sceneggiatore John Glenn e a Brian Oliver e Bradley Fischer, rispettivamente fondatore e presidente di New Republic Pictures.

Jake Gyllenhaal ha una lunga lista di progetti ufficializzati nella sua agenda, oltre a rivedere l’attore prossimamente nel thriller d’azione Ambulance di Michael Bay, in uscita in italia il prossimo 22 febbraio, Gyllenhaal sta attualmente girando il thriller d’azione The Interpreter di Guy Ritchie nei panni di un militare ferito in Afghanistan che cerca di sopravvivere in territorio ostile con l’aiuto di un interprete locale. L’attore ha inoltre firmato per un dramma di guerra senza titolo che lo vedrà nei panni del soldato americano John Chapman, lasciato indietro in una battaglia contro i talebani in Afghanistan dopo la ritirata del SEAL Team 6; reciterà con Vanessa Kirby nel thriller Suddenly che segue una coppia che durante un viaggio da sogno deve lottare per la sopravvivenza dopo essere rimasta bloccata su un’isola; sarà inoltre il supereroe Prophet creato dal fumettista Robert Liefeld (Dedapool) per la Image Comics nell’omonimo film live-action e vestirà i panni  del produttore Robert Evans in Francis and the Godfather, film biografico sulla lavorazione del classico Il padrino di Coppola.