Stasera in tv: “Judy” su Rai 3

Rai 3 stasera propone “Judy”, film biografico del 2019 di Rupert Goold con Renée Zellweger, Darci Shaw, Finn Wittrock e Rufus Sewell.

Cast e personaggi

Renée Zellweger: Judy Garland
Darci Shaw: Judy Garland giovane
Finn Wittrock: Mickey Deans
Rufus Sewell: Sidney “Sid” Luft
Michael Gambon: Bernard Delfont
Jessie Buckley: Rosalyn Wilder
Bella Ramsey: Lorna Luft
Andy Nyman: Dan
Richard Cordery: Louis B. Mayer
Fenella Woolgar: Margaret Hamilton

Doppiatori italiani

Giuppy Izzo: Judy Garland
Emanuela Ionica: Judy Garland giovane
Simone D’Andrea: Mickey Deans
Dario Oppido: Sidney “Sid” Luft
Michele Gammino: Bernard Delfont
Benedetta Degli Innocenti: Rosalyn Wilder
Arianna Vignoli: Lorna Luft
Alessandro Quarta: Dan

Trama e recensione

Renée Zellweger interpreta Judy Garland, leggendaria icona internazionale e protagonista di enormi successi come Il mago di Oz, È nata una stella e Incontriamoci a St. Louis. Diretto dal regista britannico Rupert Goold (True Story), Judy è basato sul dramma teatrale “End of the Rainbow” di Peter Quilter, che racconta delle ultime apparizioni pubbliche della Garland: nel dicembre del 1968, la diva accettò di tenere a Londra una serie di concerti tutto esaurito al celebre night club “Talk of the Town”, per una durata di cinque settimane. Il film, attraverso flashback che regalano alcune delle performance più eccezionali della sua carriera, esplora in particolare l’ultimo periodo della vita della Garland, prima della sua morte, tra amori tormentati, drammi familiari e il costante amore dei suoi fan.

Curiosità

  • Il film è diretto dal regista teatrale Rupert Goold al suo secondo film per il cinema dopo il dramma True Story (2015) con James Franco e Jonah Hill. Goold ha diretto a teatro il Riccardo III con Ralph Fiennes, allestimento portato nel 2016 nei cinema britannici.
  • Prima di questo, un altro film biografico su Judy Garland era stato pianificato nel 2009 con Anne Hathaway, ma non è mai stato prodotto. Sarebbe stato basato su una biografia di Gerald Clarke intitolata “Get Happy: The Life of Judy Garland” e avrebbe incluso le esperienze di Garland sulle molestie e gli abusi sessuali da parte del capo della MGM Louis B. Mayer e di altri dirigenti durante la sua carriera. Ironia della sorte, il produttore del film sarebbe stato Harvey Weinstein.
  • Renée Zellweger ha trascorso un anno ad allenarsi con il vocal coach Eric Vetro prima dell’inizio delle riprese, quindi ha provato con il direttore musicale Matt Dunkley per quattro mesi per padroneggiare la sua voce.
  • Il truccatore Jeremy Woodhead ha dovuto allungare leggermente la punta del naso di Renée Zellweger per adattarsi meglio al profilo di Judy Garland. Le lenti a contatto grigio scuro sono state utilizzate per avvicinarsi agli occhi marrone scuro di Garland e una parrucca con capelli corti marrone noce è stata modellata per assomigliare all’iconica pettinatura di Garland.
  • Per questo film, Renée Zellweger è diventata la seconda persona a vincere più di una volta un Oscar, un Golden Globe, un BAFTA Award, uno Screen Actors Guild Award e un Critics’ Choice Award per lo stesso ruolo, avendo vinto anche per Ritorno a Cold Mountain (2003). Il primo a inanellare questa serie di premi è stato Sir Daniel Day-Lewis, vincitore per Il petroliere (2007) e Lincoln (2012).
  • Questo film è un libero adattamento dell’opera teatrale nominata al Lawrence Olivier e Tony Award “End of the Rainbow”. Il drammaturgo Peter Quilter ha detto che lo sceneggiatore Tom Edge “voleva che la storia fosse molto più vera e precisa”, con meno “elementi di fantasia” rispetto alla commedia.
  • Renée Zellweger che è nata nel 1969, anno della morte di Judy Garland.
  • Prima dell’uscita di questo film, Liza Minnelli ha dichiarato tramite il suo account Facebook di “non aver mai incontrato né parlato con Renée Zellweger” e ha chiarito che personalmente non approvava il progetto, né lo avrebbe ostacolato “in alcun modo”.
  • Quando Judy e Mickey Deans stanno passeggiando per Londra, la macchina da presa riprende un murales psichedelico sul muro di un edificio. Si tratta della sede della Beatles’ Apple Boutique, un negozio di abbigliamento aperto tra il dicembre 1967 e il luglio 1968. (L’edificio stesso fu demolito nel 1974)
  • Questo film è stato presentato in anteprima al Telluride Film Festival 2019. Renée Zellweger ha ricevuto recensioni entusiastiche per la sua performance e ricevuto il Silver Medallion.
  • L’originale location del night club Talk of the Town (ora Hippodrome Casino nel West End di Londra) non poteva essere utilizzato per le scene chiave. La produzione ha invece optato per l’Hackney Empire Theatre di East London.
  • Judy Garland aveva 46 anni nel 1968. Renée Zellweger ne aveva 48 durante la produzione.
  • Renée Zellweger è diventata la terza attrice a vincere un importante premio per aver interpretato Judy Garland con la sua vittoria all’Oscar. Judy Davis e Tammy Blanchard hanno vinto un Emmy a testa come migliore attrice e migliore attrice non protagonista in una miniserie o film per la TV nei panni rispettivamente di una matura e di una giovane Judy Garland nella miniserie tv Life with Judy Garland: Me and My Shadows (2001).
  • Renée Zellweger ha registrato la sua colonna sonora vocale nei famosi Abbey Road Studios di Londra.
  • Darci Shaw aveva solo 15 anni quando ha fatto il suo debutto come attrice professionista nel film, in cui appare come la giovane Judy.
  • Jessie Buckley interpreta Rosalyn, la conduttrice di Judy. Buckley ha fatto parte del talent show della BBC I’d Do Anything (2008) durante la gara ha cantato “The Man that Got Away” la canzone resa famosa da Garland dalla sua versione di È nata una stella (1954).
  • Questa è la seconda volta che un inglese interpreta uno dei mariti americani di Judy Garland. In “Life with Judy Garland: Me and My Shadows” (2001), Hugh Laurie ha interpretato Vincente Minnelli, il suo secondo marito.
  • I leggendari comici britannici Eric Morecambe ed Ernie Wise hanno firmato con la BBC nel 1969 e hanno iniziato a realizzare programmi televisivi a colori. Volevano disperatamente Judy Garland come guest star in uno dei loro spettacoli. Sfortunatamente Garland è morta prima che potessero iniziare le trattative. Per coincidenza, Bernard Delfont era lo zio di Michael Grade, all’epoca l’agente di Morecambe e Wise. Grade è stato determinante nel persuadere Morecambe e Wise a firmare per la BBC solo se avessero accettato di trasmettere i loro programmi a colori.
  • Il film è diretto dal regista Rupert Gold che ha parlato del film in un’intervista: “Avevo sempre desiderato realizzare un film che esplorasse le grandi performance e il loro costo, il terreno più fertile per tale esplorazione sembrava essere alla fine di una vita di performance. Per oltre 40 anni Judy Garland aveva riso, amato e intrattenuto, non importa ciò che la vita le ha riservato, e il suo pubblico l’ha adorata per questo, ma ha pagato un prezzo in un’infanzia perduta a Hollywood, una stanchezza emotiva e un desiderio di una vita “normale” oltre l’arcobaleno. Spero possa ispirare un nuovo pubblico a scoprire la gioiosa eredità di Judy Garland. Sentivo che Renée era particolarmente qualificata per interpretare Judy, in primo luogo perché è una grande attrice drammatica da Oscar, in secondo luogo è una meravigliosa comica e in terzo luogo, ho saputo da CHICAGO che era in grado di cantare. Ho messo subito in chiaro che non stavo cercando una rappresentazione della voce inimitabile di Judy Garland, ma quello che volevo era che Renée realizzasse le sue canzoni e questo l’ha fatto, con un impatto emozionante.”
  • Il film costato 10 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 45.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del compositore libanese Gabriel Yared (Ritorno a Cold Mountain), con musiche aggiuntive di David Menke e Karen Elliott per la supervisione delle musiche. Yared ha ricevuto tre nomination agli Oscar con una statuetta vinta per la colonna sonora de Il paziente inglese.

Le musiche originali:

1. Judy Gets Ready 1:43
2. Those Other Girls 3:27
3. Kids On Stage 1:00
4. Wardrobe 1:35
5. Arrival In London 0:45
6. Trouble Sleeping 1:58
7. Birthday Flashback 3:44
8. You Made That Choice 1:27
9. Mickey Returns 1:26
10. Unpacking 0:58
11. Wedding 0:40
12. Dan Cries 1:13
13. Backstage Booze 1:24
14. No Deal 2:10
15. Doctor 1:31
16. Saying Goodbye 5:51
17. End Titles 1:56

La colonna sonora del film “Judy” è disponibile su Amazon.

 

Le canzoni del film:

1. By Myself 4:14
2. Get Happy (Renée Zellweger & Sam Smith) 2:52
3. For Once In My Life 3:00
4. Zing Went the Strings 3:22
5. You Made Me Love You 2:29
6. Talk of the Town 3:42
7. Come Rain Or Come Shine 3:44
8. Have Yourself a Merry Little Christmas (Renée Zellweger & Rufus Wainwright) 2:58
9. The Trolley Song 2:29
10. The Man That Got Away 4:21
11. San Francisco 2:45
12. Over the Rainbow 3:35

La compilation con le canzoni del film “Judy” è disponibile su Amazon.

Ultime notizie su Film in tv

Tutto su Film in tv →