Stasera in tv: “Le Streghe” di Robert Zemeckis su Canale 5

Su Canale 5 “Le Streghe”, remake del premio Oscar Robert Zemeckis del fantasy anni novanta “Chi ha paura delle streghe?” nonché nuovo adattamento dell’omonimo libro per bambini di Roald Dahl con le attrici premio Oscar Anne Hathaway e Octavia Spencer.

Le Streghe, su Canale 5 il remake del regista premio Oscar Robert Zemeckis (Forrest Gump, Ritorno al futuro) del fantasy Chi ha paura delle streghe? del 1990 tratto a sua volta dall’omonimo romanzo per bambini di Roald Dahl. “Le Streghe” è interpretato dalle attrici premi Oscar Anne Hathaway (Les Misérables) e Octavia Spencer (The Help), dal candidato all’Oscar Stanley Tucci (i film di Hunger Games), con Kristin Chenoweth (la serie tv Glee) e il pluripremiato comico leggendario Chris Rock. Fa parte del cast anche l’esordiente Jahzir Kadeem Bruno (“Atlanta” in tv), al fianco di Codie-Lei Eastick (Holmes & Watson – 2 de menti al servizio della regina”).

Le Streghe – Interpreti e doppiatori

Anne Hathaway: Grande Strega Suprema
Octavia Spencer: nonna
Stanley Tucci: Sig. Stringer
Jahzir Kadeem Bruno: bambino-topo
Codie-Lei Eastick: Bruno Jenkins
Kristin Chenoweth: Mary / Gigia
Charles Edwards: Sig. Jenkins

Doppiatori originali

Chris Rock: bambino-topo adulto / narratore

Doppiatori italiani

Claudia Catani: Grande Strega Suprema
Cinzia De Carolis: nonna
Massimo Lopez: Sig. Stringer
Valeriano Corini: bambino-topo
Fabrizio Vidale: bambino-topo adulto / narratore
Vittorio Thermes: Bruno Jenkins
Anita Ferraro: Mary / Gigia

Le Streghe – Trama e trailer

Rivisitando l’amato racconto di Dahl per un pubblico moderno, la visione innovativa de “Le streghe di Roald Dahl” di Zemeckis, narra la storia commovente e ricca di humor nero di un giovane orfano (Bruno) che, alla fine del 1967, va a vivere con la sua adorata nonna (Spencer) a Demopolis, una cittadina rurale dell’Alabama. Il ragazzo e sua nonna si imbattono in alcune streghe apparentemente glamour ma completamente diaboliche, così la nonna saggiamente decide di portare il nostro giovane eroe in una sfarzosa località balneare. Purtroppo arrivano esattamente nello stesso momento in cui la Strega Suprema (Hathaway) ha riunito la sua congrega di fattucchiere di tutto il mondo -sotto copertura- per portare a termine i suoi piani malefici.

Curiosità sul film

  • Basata sul libro di Roald Dahl, la sceneggiatura è di Robert Zemeckis e Kenya Barris (la serie TV “black-ish”, “Shaft”) e il premio Oscar Guillermo del Toro (“La forma dell’acqua – The Shape of Water”). Il film è prodotto dallo stesso Zemeckis, al fianco di Jack Rapke, del Toro, Alfonso Cuaron e Luke Kelly; mentre la produzione esecutiva è di Jacqueline Levine, Marianne Jenkins, Michael Siegel, Gideon Simeloff e Cate Adams.
  • La squadra creativa di Zemeckis che ha lavorato dietro le quinte, include un elenco di suoi frequenti collaboratori, tra cui il direttore della fotografia nominato all’Oscar Don Burgess (“Forrest Gump”), lo scenografo Gary Freeman, i montatori Jeremiah O’Driscoll e Ryan Chan, la costumista candidata all’Oscar Joanna Johnston (“Allied: Un’ombra nascosta”, “Lincoln”) e il compositore nominato all’Oscar Alan Silvestri (“Polar Express”, “Forrest Gump”).
  • Il romanzo originale del 1983 era in gran parte ambientato nel Regno Unito (con alcune scene in Norvegia). Questo adattamento cinematografico è ambientato nello stato americano dell’Alabama, ma, ironia della sorte, è stato girato principalmente nel Regno Unito (sebbene alcuni esterni siano stati girati in Alabama e Georgia). Octavia Spencer è originaria dell’Alabama.
  • Il produttore Guillermo del Toro avrebbe voluto realizzare il film in stop-motion.
  • Anne Hathaway era incinta di suo figlio Jack al momento delle riprese.
  • Durante le riprese, c’è stato un incidente sul set. Si è verificato un accoltellamento tra un macchinista e un attrezzista, dove uno degli uomini ha riportato una ferita al collo.
  • Sono state utilizzate trappole per topi Acme, un riferimento ai Looney Tunes, anch’essi distribuiti dalla Warner Bros.
  • In linea con il romanzo, il protagonista principale è senza nome. Tuttavia, è accreditato come “Hero Boy”, il che lo rende il secondo protagonista principale in un film di Robert Zemeckis ad essere chiamato così dopo il protagonista principale di Polar Express (2004).
  • Il Giudice Morton di Chi ha incastrato Roger Rabbit (1988), uno dei precedenti film basati su libri di Robert Zemeckis, è stato una delle influenze di Anne Hathaway per la sua interpretazione della Grande Strega Suprema. È stata anche ispirata da Chernabog, il demone notturno dell’episodio “Una notte sul monte calvo” del film Fantasia (1940), ragionando sul fatto che vedeva le creature malvagie nel film come più simili a demoni il cui travestimento le fa apparire più come streghe tradizionali.
  • Nella presentazione di apertura, dietro l’insegnante strega, la risposta alla sua somma sulla lavagna è “666”, che allude sia alla sua vera natura malvagia che prefigura il numero della camera d’albergo della Grande Strega Suprema.
  • Nel libro, il volto smascherato della Grande Strega Suprema è descritto come grinzoso, in decomposizione e avvizzito, con la bocca e le guance corrose e mangiate dai vermi e gli occhi simili a serpenti. Nel film, il volto della Grande Strega Suprema, è per lo più visto con solo poche imperfezioni, un cuoio capelluto coperto di vesciche ed è notevolmente meno raccapricciante. Tuttavia, mentre si toglie la parrucca, può essere chiaramente vista strappare un verme dal cuoio capelluto e mangiarlo. Inoltre, mentre si guarda allo specchio, sembra che stia usando un incantesimo per nascondere il suo vero volto, che si mostra brevemente come orribilmente decaduto e pieno di buchi.
  • Dal 1983, quando il romanzo originale di Roald Dahl è stato pubblicato per la prima volta, molti giornalisti, revisori di libri, bibliotecari per bambini e genitori hanno identificato temi e tropi antisemiti nella storia. Questa interpretazione della storia è rafforzata dal fatto che, per tutta la sua vita, Roald Dahl è stato un antisemita schietto e impenitente, esprimendo con virulenza opinioni antiebraiche durante la sua carriera e anche nelle sue ultime interviste poco prima della sua morte. Nel 2020, non molto tempo dopo l’uscita di questo film, la famiglia Dahl ha riconosciuto e si è scusata per l’antisemitismo di Roald Dahl.
  • “Le Streghe” è uscito 30 anni dopo “Chi ha paura delle streghe?” del 1990.
  • Il numero della camera d’albergo della Grande Strega Suprema è diverso in ogni versione. Nel libro del 1983 è la stanza 454, nel film del 1990 è la 208, e in questa versione è la 666. (Hero Boy e la nonna occupano la stanza 766.)
  • Questo film segna la seconda collaborazione di Anne Hathaway e Stanley Tucci dopo Il diavolo veste Prada (2006).
  • Nel libro, la Grande Strega Suprema sotto mentite spoglie è descritta come minuta (non più alta di un metro e trenta) e giovane (circa 25 o 26 anni). Indossa un elegante abito nero lungo fino al pavimento con lunghi guanti da opera neri e indossa una maschera che le copre l’intero viso con una lunga parrucca nera che le copre la testa calva. Al contrario, Hathaway è alto 1,73 m e indossa un abito viola lungo piuttosto sexy con un disegno di serpente d’oro metallico che abbraccia la figura. Indossa anche una parrucca bionda platino lunga fino al mento invece di una lunga parrucca nera. In modo più evidente, non indossa una maschera, sebbene sia implicito che usi la magia per nascondere il suo volto reale e sfigurato.
  • Il numero della camera d’albergo della Grande Strega Suprema è 666, un numero comunemente associato al diavolo. Il nome del suo gatto è Ade come il Signore degli Inferi nella mitologia greca.
  • Claire Foy, Uma Thurman, Kate Winslet, Naomie Harris, Halle Berry, Charlize Theron, Rachel Weisz, Catherine Zeta-Jones, Kristin Kreuk, Salma Hayek, Jessica Biel, Cate Blanchett, Penélope Cruz, Keira Knightley, Angelina Jolie, Natalie Portman, Kate Beckinsale, Kirsten Dunst, Vera Farmiga, Christina Ricci, Helena Bonham Carter, Marion Cotillard, Jennifer Lopez, Charlotte Riley e Natalie Dormer sono state tutte considerate possibili candidate per il ruolo della Grande Strega Suprema.
  • Sebbene la Grande Strega Suprema sia conosciuta solo con il suo titolo, dal libro apprendiamo che il suo nome è Eva Ernst.
  • La formula delle streghe per sbarazzarsi dei bambini del mondo è la Formula 86. “86” è slang americano per “sbarazzarsi di”, che ha le sue origini in un codice usato nei ristoranti e nei bar negli anni ’20 e ’30. Anne Hathaway ha recitato in precedenza nell’adattamento cinematografico Agente Smart – Casino totale (2008), il cui protagonista, Maxwell Smart, aveva il nome in codice Agente 86.
  • Jennifer Lopez è stata brevemente scelta per interpretare la Grande Strega Suprema, prima che Anne Hathaway fosse scelta per il ruolo.
  • Il film include 2 vincitrici dell’Oscar, Anne Hathaway e Octavia Spencer, e 1 candidato all’Oscar, Stanley Tucci.
  • La Grande Strega Suprema ha un gatto in entrambe le versioni. Nella versione originale del 1990, il nome del gatto è Liebchen, un vezzeggiativo tedesco che tradotto in inglese significa “dolcezza”. In questo adattamento, il nome del gatto è Ade come ilSignore degli Inferi nella mitologia greca.
  • Quando la Grande Strega Suprema arriva in hotel, il tessuto del suo vestito è un motivo “pied de poule” bianco e nero. Questo film è ambientato in Alabama. Sebbene il “pied de poule” sia un modello comune che si pensa abbia avuto origine nei tessuti della Scozia del 1800, in Alabama il “pied de poule” bianco e nero è fortemente associato al programma di calcio dell’Università dell’Alabama. Questo perché Paul “Bear” Bryant, che è stato l’allenatore della squadra dal 1958 al 1983, indossava spesso un fedora “pied de poule” bianco e nero. L’università ha infatti tentato di far valere un marchio sul motivo (nonostante la sua lunga storia e molte altre connotazioni) e negli ultimi decenni ha intentato un’azione legale contro varie aziende che ritiene abbiano utilizzato il “pied de poule” in modo inappropriato e in congiunzione con altri simboli della scuola o la squadra. Octavia Spencer, che interpreta la nonna, la nemica della Grande Strega Suprema, è una studentessa della Auburn University, arcirivale dell’Università dell’Alabama.
  • La signora Jenkins (la madre di Bruno Jenkins) è più una madre sconsiderata e distratta in questo adattamento rispetto alla versione del 1990.
  • Questo adattamento è più lungo di 15 minuti rispetto a quello originale che dura 91 minuti.
  • Stanley Tucci interpreta la parte di Mr Stringer, interpretato da Rowan Atkinson nell’originale “Chi ha paura delle streghe?” (1990). Entrambi hanno doppiato film Disney: Atkinson Il re leone (1994) e Tucci La bella e la bestia (2017).
  • Sia Octavia Spencer che Anne Hathaway hanno recitato in film di supereroi. Octavia era in Spider-Man (2002) mentre Hathaway era in Il cavaliere oscuro – Il ritorno (2012) della DC come Catwoman.
  • Simon Pegg, Sacha Baron Cohen, Bob Odenkirk, Kelsey Grammer, Christopher Lloyd e Tom Hanks sono stati considerati per interpretare Mr. Stringer. Christopher Lloyd ha già lavorato con Zemeckis nella trilogia di Ritorno al futuro nei panni del Dr. Emmett Brown e “Chi ha incastrato Roger Rabbit” nei panni del Giudice Morton e Tom Hanks ha lavorato con Zemeckis in “Forrest Gump” nei panni del protagonista, in Cast Away nei panni di Chuck Noland, in “Polar Express” nei panni di Hero Boy / controllore / Babbo Natale / vagabondo / padre / marionetta- Chris Rock appare all’inizio, mentre mostrano la stanza del ragazzino. si possono vedere i suoi genitori in una fotografia in bianco e nero. Chris Rock è ritratto nei panni del padre.
  • Charles Edwards che hinterpreta il signor Jenkins, ha interpretato Michael Palin in Holy Flying Circus (2011). Michael Palin ha anche fatto un cameo nei panni di una delle streghe nell’adattamento cinematografico originale “Chi ha paura delle streghe?” (1990).
  • Sebbene considerevolmente meno cupo sia del romanzo di Roald Dahl che del film del 1990, questo adattamento rimane fedele al finale originale del libro, in cui il ragazzo resta nella forma di topo. Questa era una condizione su cui la famiglia di Dahl aveva insistito, poiché Dahl era rimasto sconvolto dal finale cambiato del film del 1990, quindi aveva effettivamente specificato nel suo testamento che i futuri adattamenti delle sue opere dovevano rimanere fedeli alla loro fonte. Inoltre, il poster del film, che mostra la Grande Strega Suprema che indossa un vestito viola attillato e alza le braccia, imita direttamente la copertina originale del libro di Dahl.
  • Quando la Grande Strega Suprema cerca di convincere il ragazzino a bere la Formula 86 e lui non apre bocca, ammette che lo farà alla “maniera di Shakespeare”. Questo si riferisce a Claudio che uccide il re Amleto tramite veleno somministrato attraverso il suo orecchio.
  • Una delle streghe è interpretata da un uomo. Nel film originale, quando le streghe si toglievano le parrucche rivelando le loro teste calve, la maggior parte di loro erano interpretate da uomini calvi.
  • Come è stato originariamente girato, la nonna restituisce Bruno a sua madre che lo porta a casa. Tuttavia, nel film finito sua madre lo rifiuta.
  • La pozione “Formula 86” della Grande Strega Suprema viene mostrata tenuta sotto ghiaccio quando Bruno cerca di rubare una fiala dalla stanza 666. Questo è divertente perché quando la pozione viene vista per la prima volta con la Grande Strega Suprema che la estrae dal reggiseno, richiama l’espressione colloquiale “Fredda come la tetta di una strega in un reggiseno di ottone.”
  • Quando Bruno e Grande Strega Suprema si trasformano, inizialmente tremano in modo incontrollabile e dalle loro orecchie esce vapore colorato. Questo è un omaggio diretto alle scene di trasformazione del film del 1990, che avviene in modo quasi identico.
  • Nel libro, così come nella versione del 1990, Bruno torna dalla sua famiglia; in questa versione, decide curiosamente di restare con il ragazzo e sua nonna dopo che i suoi genitori non lo accettano come topo e “diventano una nuova famiglia”, con il tumulto emotivo di essere essenzialmente abbandonato dai suoi genitori che non viene mai sollevato.
  • Questo remake è abbastanza diverso sia dal libro che dal film del 1990. Alcune delle modifiche sono le seguenti; Anne Hathaway non indossa una maschera come Anjelica Huston, invece le viene data una bocca larga, da qui le cicatrici vicino alla sua bocca. L’ambientazione è l’Alabama degli anni ’60 anziché l’Inghilterra. Il cast è un misto di razze invece che in gran parte caucasico.
  • In questo adattamento si scopre che la Grande Strega Suprema ha 3 dita allungate su ciascuna mano. Ciò ha sconvolto i genitori di bambini con differenze agli arti e ha fatto sì che i bambini con deformità venissero crudelmente definiti streghe. Alla luce di ciò, Anne Hathaway ha scritto delle lunghe scuse sul suo Instagram affermando che “ora ne sa di più ed è dispiaciuta per averli delusi”.

Le Streghe di Roald Dahl – Libro e graphic novel

Roald Dahl (1916 – 1990) è stato uno scrittore, sceneggiatore e aviatore britannico, conosciuto soprattutto per i suoi romanzi per l’infanzia (James e la pesca gigante, Il GGG, La fabbrica di cioccolato, Le Streghe, Matilde) anche co-inventore della valvola WDT (Wade-Dahl-Till), utilizzata per contrastare gli effetti dell’idrocefalia , accumulo di liquido che porta ad ipertensione intracranica causando danni al tessuto cerebrale, di cui era affetto il figlio Theo, insorta a seguito di un incidente stradale.

 

La sinossi ufficiale del libro: Un racconto inquietante che vi farà sapere chi sono le vere streghe. Non quelle delle fiabe, sempre scarmigliate e a cavallo di una scopa, ma quelle elegantissime, somiglianti a certe signore che probabilmente già conoscete. Come fare a individuarle? Bisogna stare attenti a chi porta sempre i guanti,a chi si gratta la testa, a chi si toglie le scarpe a punta sotto il tavolo e a chi ha i denti azzurrini, perché tutto ciò serve a nascondere gli artigli, i crani calvi, i piedi quadrati, la saliva blu mirtillo: tutti segni distintivi delle vere streghe. Sapendo questo potrete evitare di venir trasformati in topi.

Il romanzi “Le Streghe” di Roald Dahl è disponibile su Amazon.

La sinossi ufficiale del fumetto: Questa non è una fiaba. Le streghe che la popolano non indossano strambi cappelli a punta e non cavalcano manici di scopa. Le streghe, quelle vere, sono in mezzo a noi, e nascondono gli artigli aguzzi e le teste calve come uova sotto guanti di seta ed eleganti parrucche. Anche se sembrano donne qualunque, una cosa le accomuna: l’odio per i bambini. Ecco perché, quando il protagonista di questa storia e sua nonna si troveranno faccia a faccia con la più temibile tra le streghe, la Strega Suprema, dovranno far leva su tutto il loro coraggio per cercare di sventare il suo piano e mettere così in salvo tutti i bambini d’Inghilterra. Dal classico di Roald Dahl, una graphic novel adattata e illustrata dalla premiata artista Pénélope Bagieu. Età di lettura: da 6 anni

La graphic novel “Le Streghe” è disponibile su Amazon.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del candidato all’Oscar Alan Silvestri (Ritorno al futuro, Forrest Gump, The Avengers, Cast Away, Captain America: Il primo vendicatore, Chi ha incastrato Roger Rabbit).

TRACK LISTINGS:

1. Witches Are Real (2:25)
2. My First Witch (3:45)
3. What You Saw (3:07)
4. Chickenafied (2:45)
5. Enter the Witches (3:57)
6. Grand High Witch (3:21)
7. Witches (3:31)
8. Instant Mouse (4:07)
9. A Narrow Escape (4:40)
10. Fourth Floor (3:13)
11. It Can Be Very Dangerous (3:11)
12. The Potion (3:57)
13. Let’s Make A Potion (3:58)
14. The Mission (2:33)
15. Soup Is On (2:45)
16. Pigtails (3:29)
17. A Stolen Key (3:27)
18. Let Me Out (2:34)
19. I Didn’t Hear A Thing (3:08)
20. Pea Soup (2:23)
21. End Credits (The Witches) (5:54)

La colonna sonora de “Le Streghe” è disponibile su Amazon.

Ultime notizie su Film in tv

Tutto su Film in tv →