Lightyear: nuovo spot tv italiano e locandine del film d’animazione su Disney Plus dal 3 agosto

Dal 3 agosto 2022 su Disney+ “Lightyear”, il film d’animazione Disney sull’astronauta che ha ispirato il Buzz Lightyear di Toy Story.

Dal 3 agosto 2022 disponibile in esclusiva su Disney+  Lightyear – La vera storia di Buzz, il nuovo lungometraggio d’animazione di Disney con la voce di Chris Evans che racconterà le origini dell’iconico astronauta che ha ispirato il giocattolo Buzz Lightyear dell’acclamato franchise Toy Story.

Trama e cast

La trama ufficiale: Verso l’infinito e oltre…La nuova avventura fantascientifica presenta la storia di origine definitiva di Buzz Lightyear doppiato da Chris Evans, l’eroe che ha ispirato il giocattolo, presentando il leggendario Space Ranger che avrebbe conquistato generazioni di fan.

Lightyear – Trailer e video

Primo trailer italiano ufficiale pubblicato il 27 ottobre 2021

Nuovo trailer ufficiale in lingua originale pubblicato il 28 marzo 2022

Secondo trailer italiano ufficiale pubblicato il 9 febbraio 2022

Terzo trailer italiano ufficiale pubblicato il 4 aprile 2022

Quarto trailer italiano ufficiale pubblicato il 21 aprile 2022

Nuovo trailer in lingua originale pubblicato il 6 maggio 2022

Quinto trailer ufficiale italiano pubblicato il 21 maggio 2022

Nuova featurette in lingua originale pubblicata il 5 giugno 2022

Nuovi spot tv e clip in lingua originale pubblicati il 9 giugno 2022

Trailer  doc “Oltre l’infinito” e spot tv “Scuderia Ferrari” pubblicati il 13 giugno 2022

Nuovo spot tv in italiano per uscita su Disney+ pubblicato il 1° agosto 2022

Curiosità

  • “Lightyear” non è una storia sull’action figure di Toy Story – Il mondo dei giocattoli (1995), ma sull’origine dell’astronauta immaginario che ha ispirato i giocattoli.
  • Il film è diretto da Angus MacLane regista dei corti Toy Story of Terror e Buzz a sorpresa e co-regista del lungometraggio Alla ricerca di Dory. MacLane dirige “Lightyear” da una sceneggiatura di Pete Docter (Soul) basata su personaggi creati da Docter con John Lasseter (Cars – Motori ruggenti) e Joe Ranft (Buzz Lightyear da Comando Stellare – Si parte!).
  • Lightyear è il 26° film Pixar consecutivo per l’attore e doppiatore John Ratzenberger.
  • “Lightyear” è il terzo film d’animazione uscito nelle sale di Chris Evans, dopo TMNT (2007) e Battaglia per la Terra (2007).
  • Questo sarà il secondo spin-off di Toy Story dopo Buzz Lightyear da Comando Stellare – Si parte!.

Immagini e video dai social media

Foto della premiere pubblicate il 9 giugno 2022

Aspettate di sentire come Chris Evans ha fatto Buzz”, dice @KekePalmer della sua co-protagonista di #Lyghtyear. “Molte persone probabilmente si sentono come, ‘Oh mio Dio, come puoi fare di nuovo Buzz? Come puoi sostituirlo?’ Yo. Non c’è sostituzione, ma c’è una certa evoluzione.”

Peter Sohn sul perché @ChrisEvans è il perfetto Buzz in #Lightyear: “Può essere autorevole ed empatico allo stesso tempo, ma poi c’è questo strano fascino innocente che fa percepire anche questa sua intelligenza. È questa combinazione magica che possiede che è così cool.”

 

Buzz Lightyear – La genesi

Buzz Lightyear è un supereroe giocattolo che insieme allo sceriffo Woody è uno dei due personaggi principali in tutti e quattro i film d’animazione di Toy Story. È anche apparso nel film Buzz Lightyear da Comando Stellare – Si parte! e nella serie televisiva Buzz Lightyear da Comando Stellare che è stata ispirata dal film. Nella versione inglese di tutti e quattro i film e nei videogiochi la voce di Buzz appartiene a Tim Allen, sostituito da Patrick Warburton nella serie televisiva; il Buzz italiano è invece doppiato nei film da Massimo Dapporto e nella serie televisiva da Stefano Mondini. Nel film “Lightyear – La vera storia di Buzz” il protagonista è doppiato da Chris Evans e in italiano da Marco Vivio.

Il nome di Buzz Lightyear è stato dato in onore di Edwin “Buzz” Aldrin, astronauta dell’Apollo 11 e seconda persona a camminare sulla Luna. Secondo i produttori Pixar, il personaggio in origine era stato provvisoriamente chiamato Lunar Larry, ma suonava “troppo stravagante”, quindi durante il tentativo di ribattezzarlo “abbiamo esaminato alcuni termini spaziali e il termine “Lightyear / Anno Luce è venuto fuori, e il nome più figo da astronauta era Buzz Aldrin.” Aldrin ha riconosciuto il tributo quando ha tirato fuori un giocattolo Buzz Lightyear durante un discorso alla NASA, tra applausi estasiati dei presenti. Per quanto riguarda il design di Lightyear, il regista di “Toy Story” John Lasseter voleva creare una action figure nello stile di G.I. Joe per il film e ha deciso per la figure di un astronauta. Lasseter attribuisce il suo design all’influenza degli astronauti dell’Apollo, in particolare, i loro elmetti trasparenti, copricapi, dispositivi di comunicazione e tute bianche. Lo schema di colori viola e verde fluorescente erano i colori preferiti rispettivamente di Lasseter e di sua moglie. Si ritiene che anche l’aspetto dell’attore televisivo Ed Kemmer abbia ispirato Lightyear. Kemmer ha interpretato il comandante Buzz Corry in Space Patrol, una delle prime serie di fantascienza della televisione americana.

Buzz Lightyear al cinema, in tv e nello spazio

Buzz Lightyear, doppiato da Pat Fraley, appare nei giochi per computer Disney’s Animated Storybook: Toy Story e Disney’s Activity Center: Toy Story, entrambi pubblicati nel 1996. Buzz Lightyear appare anche nel film Alla ricerca di Nemo e come un’auto nel film Cars – Motori ruggenti insieme a Woody e Hamm. Lo si vede anche nei corti della serie Toy Story Toons (Vacanze hawaiiane, Buzz a sorpresa e Non c’è festa senza Rex) e nei due speciali: Toy Story of Terror! e Toy Story: Tutto un altro mondo. Buzz Lightyear è apparso anche in due episodi de I Griffin, in un episodio di South Park ed è stato citato anche nella serie tv I Simpson. Buzz è apparso anche nel film Disney del 2008 Racconti incantati con Adam Sandler e nel film Disney del 2010 L’apprendista stregone. Buzz Lightyear e Woody appaiono come piñatas nel film Coco della Pixar e Woody e Buzz sono apparsi insieme nel videogioco del 2019 Kingdom Hearts III.

Nel maggio 2008, la NASA e la Disney hanno annunciato che un’originale action figure Thinkway Toys di Buzz Lightyear sarebbe volata a bordo dello Space Shuttle Discovery nella missione STS-124. Il giocattolo doveva rimanere sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per sei mesi, dove avrebbe preso parte ad un esperimento a gravità zero e sarebbe poi apparso in un video downlink dallo spazio mentre lo Space Shuttle consegnava il modulo più grande della stazione spaziale: Kibō , la sezione pressurizzata del modulo sperimentale giapponese. Il volo è stato organizzato come parte del programma “Toys in Space” iniziato nel 1985. L’action figure “ha cenato” con i 10 astronauti della stazione spaziale ed è stata vista sbirciare da una finestra a bordo della ISS. L’action figure è rimasta a bordo della stazione spaziale per un periodo di sei mesi come parte del programma educativo Toys-in-space. L’action figure è tornata dalla stazione spaziale l’11 settembre 2009, a bordo della missione STS-128.

L’action figure di Buzz Lightyear

Nel 1995 Thinkway Toys ha lanciato un’action figure ufficiale di Buzz Lightyear alta 30 centimetri. All’epoca Thinkway non pensava che “Toy Story” sarebbe diventato tanto popolare e quindi non produsse abbastanza figures per soddisfare la domanda, come accennato in Toy Story 2. In origine la voce di Tim Allen era inclusa nell’action figure, ma i modelli successivi presentavano un doppiatore con una voce simile a quella di Allen. Nell’ottobre 2009 e 2010, in concomitanza con la riedizione 3-D di Toy Story e l’uscita di Toy Story 3, Thinkway Toys ha rilasciato una replica di Buzz Lightyear basata sulla figure vista nei film di Toy Story e come parte della loro serie “Toy Story Collection” con speciali elementi mobili come ali a comparsa complete di luci lampeggianti, laser, comunicatore da polso e dalle 30 alle 65 frasi registrate, a seconda della versione acquistata. E’ stata prodotta anche una statuetta Thinkway Toys che  fornita di un certificato di autenticità e inclusa in una speciale confezione che replica l’astronave come si vede nei film. Un’altra figure di Buzz Lightyear del 2009 di Thinkway Toys includeva la cintura multiuso vista in “Toy Story 2”. Nel 2009 Lego ha lanciato la sua linea “Lego Toy Story”, che includeva una action figure Buzz Lightyear da 205 pezzi. La figure completamente assemblata fruiva di testa, braccia, mani, busto, gambe, piedi, ali e visiera articolati. Lego ha anche creato una minifigure di Buzz Lightyear. Nel 2016 è stata creata una nuova versione di Buzz Lightyear per la serie di minifigure Lego-Disney.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del compositore Michael Giacchino (Up, Ratatouille, Cars 2, Coco, Gli Incredibili 2, Inside Out, Zootropolis). I crediti di Giacchino includono colonne sonore anche per Doctor Strange, Rogue One: A Star Wars Story, Spider-Man: No Way Home, The Batman, Jurassic World – Il dominio e Thor: Love and Thunder.

Anteprima colonna sonora pubblicata il 5 giugno 2022

Foto e poster