Maigret: trailer italiano e anticipazioni del film con Gérard Depardieu al cinema dal 15 settembre

Tutto quello che c’è da sapere su “Maigret” con Gérard Depardieu, l’iconico commissario di polizia francese torna al cinema dal 15 settembre.

Dal 15 settembre nei cinema italiani con Adler Entertainment Maigret,  Gérard Depardieu riporta sul grande schermo uno dei personaggi più amati della fiction poliziesca del 20° secolo in una nuova incarnazione cinematografica diretta dal pluripremiato regista Patrice Leconte (La bottega dei suicidi), tratto dai romanzi bestseller di Georges Simenon. La trama segue Maigret mentre indaga sulla morte di una giovane ragazza. Non c’è niente che la identifichi, nessuno sembra conoscerla o ricordarla.

Trama e cast

La trama ufficiale: Parigi, 1953. Il corpo di una bellissima giovane donna viene ritrovato a Place Ventimille, vestita con un elegante abito da sera. Non c’è niente che la identifichi e nessun testimone. L’ispettore Jules Maigret (Gerard Depardieu), pensieroso e stanco del mondo, si sforza di ricostruire la sua storia e così facendo scopre i dettagli sul suo passato e sul suo carattere. Nelle sue indagini, incontra Betty (Jade Labes), una donna che ha una strana somiglianza con la vittima, ma che gli ricorda anche una persona ancora più vicina alla sua stessa vita…

Il cast di “Maigret” include anche Mélanie Bernier, Aurore Clément, Hervé Pierre, Elizabeth Bourgine, Clara Antoons, Pierre Moure, Bertrand Poncet, Anne Loiret, André Wilms, Philippe du Janerand, Loudia Gentil, Jean-Paul Comart, Alain Gueneau, Estelle Galarme, Moanna Ferré, Manon Kneusé ed Eric Sebakhi.

Maigret – trailer e video

Trailer in lingua originale sottotitolato in inglese pubblicato il 9 febbraio 2022

Trailer italiano ufficiale pubblicato il 22 luglio 2022

Curiosità

Il regista Patrice Leconte ha diretto anche Tutti pazzi in casa mia, Una promessa, La bottega dei suicidi, L’uomo del treno, La ragazza sul ponte, Il marito della parrucchiera.

Patrice Leconte dirige “Maigret” da una sua sceneggiatura scritta con Jérôme Tonnerre (Belfagor – Il fantasma del Louvre, Le donne del 6º piano, Un uomo, una donna oggi) e basata sul romanzo di Georges Simenon “Maigret e la giovane morta”. Tonnerre e il regista Patrice Leconte hanno collaborato anche per Il mio migliore amico e Una promessa.

Lo scrittore Georges Simenon ha pubblicato oltre 200 romanzi con 17 diversi pseudonimie altri 220 con il proprio nome.

Prima del casting di Gerard Depardieu, c’èra Daniel Auteuil candidato al ruolo di Maigret.

Maigret è un commissario della “Direction Régionale de la Police Judiciaire de Paris: 36, Quai des Orfèvres”. Gerard Deaprdieu è stato protagonista di un crime francese del 2004 dal titolo “36, Quai des Orfèvres”.

Il romanzo originale

Jules Maigret (Jules Amédée François Maigret) è un immaginario detective della polizia francese, un commissario della Brigade Criminelle di Parigi (Direction Régionale de la Police Judiciaire de Paris: 36, Quai des Orfèvres) creato dello scrittore Georges Simenon. Tra il 1931 e il 1972 furono pubblicati 75 romanzi e 28 racconti con protagonista Maigret, iniziando con Pietr-le-Letton (“Maigret e il Lettone”) e concludendo con Maigret et Monsieur Charles (“Maigret e il signor Charles” ). Le storie di Maigret sono state anche adattate per la televisione e la radio.

In quasi tutte le sue inchieste, Maigret attraversava questo periodo più o meno lungo di incertezza durante il quale, come dicevano sottovoce i suoi collaboratori, sembrava ruminare. Nella prima tappa, quando cioè si trovava di fronte ad un ambiente nuovo, con delle persone di cui non sapeva nulla, si sarebbe detto che egli aspirasse macchinalmente la vita che l’attorniava e se ne gonfiasse come una spugna (…) Egli aspettava il più a lungo possibile prima di formarsi un’opinione. Oppure non se la formava affatto. Conservava il suo giudizio libero fino al momento in cui un’evidenza non gli si imponesse o piuttosto che il suo interlocutore non cominciasse a cedere. [tratto da Maigret e il ladro, 1968]

 

La trama ufficiale del romanzo: Maigret ha avuto una giornataccia. Trenta ore filate alle prese con tre ossi duri che non volevano parlare. E come se non bastasse, alle tre del mattino, gli piomba addosso un’altra grana: a due passi da Pigalle è stato rinvenuto il cadavere di una ragazza di circa vent’anni. Maigret capisce alla prima occhiata che i conti non tornano. L’abito da sera e consunto e la scarpa d’argento con tacco a spillo fanno pensare a una entraîneuse, ma i capelli scuri e morbidi e il viso imbronciato fanno pensare a una bambina.

Il romanzo “Maigret e la giovane morta” è disponibile su Amazon.

Maigret al cinema e in tv

Il personaggio di Maigret è stato protagonista di quindici pellicole cinematografiche (1932 – 2022), tratte da tredici romanzi e due racconti brevi. I preferiti dello scrittore Georges Simenon nei panni di Maigret sono stati gli attori i francesi Pierre Renoir e Jean Gabin, l’italiano Gino Cervi e il britannico Rupert Davies. Tra i peggiori Simenon ha segnalato Charles Laughton e Jean Richard, quest’ultimo ha interpretato il commissario Maigret nella serie televisiva Les enquêtes du commissaire Maigret, andata in onda in Francia per oltre vent’anni.

Cinema

Le chien jaune di Jean Tarride (1932) – dal romanzo omonimo, con Abel Tarride
La notte dell’incrocio di Jean Renoir (1932) – dal romanzo Il mistero del crocevia, con Pierre Renoir
Il delitto della villa di Julien Duvivier (1932) – dal romanzo La testa di un uomo, con Harry Baur
Picpus di Richard Pottier (1942) – dal romanzo Maigret e la chiromante, con Albert Préjean
Cécile est morte di Maurice Tourneur (1943) – dal romanzo Un’ombra su Maigret, con Albert Préjean
Les caves du Majestic di Richard Pottier (1944) – dal romanzo Maigret, con Albert Préjean
L’uomo della Torre Eiffel di Burgess Meredith (1948) – dal romanzo La testa di un uomo, con Charles Laughton
Maigret dirige l’inchiesta di Stany Cordier (1954) – dai romanzi Un’ombra su Maigret, Maigret et la grande perche e dal racconto On ne tue pas les pauvres types, con Maurice Manson
Il commissario Maigret di Jean Delannoy (1957) – dal romanzo La trappola di Maigret, con Jean Gabin
Maigret e il caso Saint-Fiacre di Jean Delannoy (1959) – dal romanzo L’affare Saint-Fiacre, con Jean Gabin
Maigret e i gangsters di Gilles Grangier (1963) – dal romanzo Maigret, Lognon e i gangster, con Jean Gabin
Il caso difficile del commissario Maigret di Alfred Weidenmann (1966) – dal romanzo La danzatrice del Gai-Moulin, con Heinz Rühmann
Maigret a Pigalle di Mario Landi (1967) – dal romanzo Maigret au Picratt’s, con Gino Cervi
Maigret di Patrice Leconte (2022) – dal romanzo Maigret e la giovane morta, con Gérard Depardieu

Televisione

Maigret (1960-1963), serie tv britannica inedita in Italia (1960-1963) con protagonista da Rupert Davies.
Le inchieste del commissario Maigret (1964-1972), sceneggiato tv italiano in 16 episodi interpretato da Gino Cervi.
Les enquêtes du commissaire Maigret (1967-1990), serie tv francese con protagonista Jean Richard.
Maigret (1980), film per la tv con protagonista l’attore irlandese Richard Harris
Il commissario Maigret (1991-2005), serie tv francese con protagonista Bruno Cremer.
Maigret (1992-1993), serie tv britannica con protagonista Michael Gambon.
Maigret (2004), due film per la tv di produzione italiana con protagonista Sergio Castellitto.
Maigret (2016), serie tv britannica con protagonista l’attore e comico Rowan Atkinson vestire i panni del commissario.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del compositore Bruno Coulais candidato all’Oscar per la colonna sonora del dramma Les choristes – I ragazzi del coro. Altri crediti di Coulais includono il documentario Microcosmos, la miniserie tv Il Conte di Montecristo (1998) con Gerard Depardieu, il thriller I fiumi di porpora, il remake Belfagor – Il fantasma del Louvre, i film d’animazione Coraline e la porta magica e WolfWalkers – Il popolo dei lupi, il dramma storico Addio mia regina, la commedia La padrina e il thriller Un’ombra sulla verità.
  • La colonna sonora include i brani: “C’est si bon” di Mélanie Bernier & Pierre Moure e “Mademoiselle de Paris” di Jo Courtin.

Foto e poster