Stasera in tv: “Nikita” su Rete 4

Rete 4 stasera propone “Nikita”, thriller d’azione del 1990 di Luc Besson interpretato da Anne Parillaud, Tchéky Karyo, Jeanne Moreau e Jean Reno.

Cast e personaggi

Anne Parillaud: Nikita
Jean-Hugues Anglade: Marco
Tchéky Karyo: Bob
Jeanne Moreau: Amande
Philippe Leroy: Grossman
Jean Reno: Victor l’eliminatore
Marc Duret: Rico
Patrick Fontana: Coyote
Alain Lathière: Zap

Doppiatori italiani

Laura Boccanera: Nikita
Massimo Giuliani: Marco
Rodolfo Bianchi: Bob
Marzia Ubaldi: Amande
Michele Kalamera: Grossman
Paolo Buglioni: Victor l’eliminatore
Nando Gazzolo: giudice

La trama

Nikita (Anne Parillaud), una violenta ragazza di strada tossicodipendente dopo aver ucciso un agente di polizia durante una rapina in una farmacia si ritrova a dover scegliere se morire giustiziata o restare in vita cancellando interamente la sua identità, il suo passato e chiunque ne faccia parte. Nikita recalcitrante in principio comprende che l’unica possibilità di sopravvivere è piegarsi la sua volontà ad un programma governativo segreto che promette di trasformarla in un’assassina a sangue freddo sotto la guida del suo spietato mentore Bob (Tchéky Karyo). Ora con una nuova serie di abilità, una nuova identità e un aspetto letalmente sofisticato, Nikita è l’arma definitiva e il burattino perfetto per fare il lavoro sporco del governo, ma cosa succede se questa letale assassina addestrata ad un certo punto sceglie l’amore e si ribella?

Il nostro commento

Luc Besson confeziona con Nikita un thriller d’azione di grande fascino con una intensa Anne Parillaud protagonista assoluta di questo noir a tinte “spy”. All’epoca questo gioiellino di Besson fece storcere il naso a parte della critica francese poiché mostrava come l’eleganza del cinema d’autore d’oltralpe poteva sposarsi con uno stile e una dinamicità squisitamente americani, non per nulla Besson viene definito il “più americano fra i registi europei”, definizione che per taluni equivale ad un difetto mentre per il sottoscritto rappresenta quel “quid” che permette al cinema di genere europeo di non scimmiottare quello americano ma di farne propri alcuni stilemi, creando pellicole che esulano dal cinema d’autore a tutti i costi, per intriganti ibridi in cui c’è spazio anche per l’intrattenimento a tutto tondo, vedi Léon o Il quinto elemento.

Curiosità

  • Il film ha vinto 1 Premio César alla Miglior attrice protagonista (Anne Parillaud), 1 David di Donatello alla Migliore attrice straniera (Anne Parillaud) e 1 Nastro d’argento al Regista del miglior film straniero (Luc Besson).
  • La prima scena in cui appare Nikita è stata la prima scena girata da Anne Parillaud. Nonostante avesse una sola riga di dialogo, Luc Besson ha fatto fare a Parillaud quasi un centinaio di riprese. Parillaud in seguito ha scoperto che Besson aveva usato la seconda ripresa nel film.
  • Luc Besson ha fatto addestrare ampiamente Anne Parillaud con le pistole in modo che fosse completamente a suo agio nel maneggiarle. Parillaud ha iniziato ad esercitarsi a caricare e scaricare una pistola finta nella sua auto, il che l’ha portata ad essere fermata dalla polizia nel mezzo del traffico e ad avere armi puntate su di lei perché pensavano che la sua arma fosse reale.
  • Le targhe diplomatiche sulla Mercedes guidata da Victor in missione presso l’ambasciata hanno un codice che indica che il veicolo appartiene all’ambasciata australiana.
  • Il film segna l’ultima interpretazione di Jean Bouise che interpreta l’attaché dell’ambasciata.
  • Il titolo del film sullo schermo è semplicemente “Nikita”, ma negli Stati Uniti è intitolato “La Femme Nikita” poiché Nikita è il nome di un uomo in lingue come il russo.
  • La “grande pistola” che Nikita usa durante la scena del ristorante è una Desert Eagle Mark VII calibro .357 magnum delle Israel Military Industries.
  • Nikita spara con una Beretta Model 93R nella scena del poligono di tiro. Questa è una variante della pistola automatica a fuoco selettivo del Modello 92. i Modelli 93R sono ora estremamente rari e molto ricercati, alcuni presumibilmente venduti per più di 100.000$.
  • La strana arma che Nikita usa a Venezia è uno Steyr AUG silenziata, un fucile d’assalto di fabbricazione austriaca.
  • Il film oltre al remake americano Nome in codice: Nina (Point of No Return) del 1993 diretto da John Badham e con protagonista Bridget Fonda ha generato due serie televisive omonime, una di produzione canadese (1997-2001) con protagonista Peta Wilson e una seconda di produzione americana (2010-2013) con protagonista Maggie Q.
  • Bridget Fonda, che ha recitato nel remake americano di Nikita, avrebbe poi lavorato con Luc Besson e Tchéky Karyo in Kiss of the Dragon (2001) con portagonista l’attore e artista marziale Jet Li.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del compositore francese Éric Serra (GoldenEye, Il monaco, Rollerball). Serra e Besson sono collaboratori di lunga data; Serra ha musicato 11 pellicole di Besson a partire dall’esordio Le Dernier Combat del 1983 fino ai più recenti Lucy e Anna.

TRACK LISTINGS:

1. Rico’s Gang Suicide
2. Playing On Saucepans
3. As Cold As Ice
4. The Sentence
5. Paradise?
6. Failed Escape
7. Learnig Time
8. A Smile
9. Fancy Face
10. First Night Out
11. NPOKMOP
12. The Last Time I Kiss You
13. The Free Side
14. I Am On Duty!
15. Josephine And The Big Dealer
16. Mission In Venice
17. Fall
18. Let’s Welcome Victor
19. Last Mission
20. We Will Miss You
21. The Dark Side Of Time

[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film in tv

Tutto su Film in tv →