Stasera in tv: “Noi siamo tutto” su Rai 1

Rai 1 stasera propone “Noi siamo tutto”, dramma del 2017 di Stella Meghie con Amandla Stenberg, Nick Robinson, Anika Noni Rose e Ana de la Reguera.

Cast e personaggi

Amandla Stenberg: Madeline “Maddy” Whittier
Nick Robinson: Oliver “Olly” Bright
Anika Noni Rose: Dott.sa Pauline Whittier
Ana de la Reguera: Carla
Danube Hermosillo: Rosa
Taylor Hickson: Kara Bright
Dan Payne: Joe Bright
Fiona Loewi: Mae Bright
Sage Brocklebank: Astronauta
Robert Lawrenson: Mr. Waterman
Peter Benson: Dr. Chase
Françoise Yip: Dott.sa Francis
Farryn Vanhumbeck: Ruby
Marion Eisman: Infermiera Janet

Doppiatori italiani

Emanuela Ionica: Madeline “Maddy” Whittier
Manuel Meli: Oliver “Olly” Bright
Laura Romano: dott.ssa Pauline Whittier
Laura Lenghi: Carla
Elisa Angeli: Rosa
Sara Labidi: Kara Bright
Andrea Lavagnino: Dr. Chase
Alessandra Korompay: Dott.sa Francis
Aurora Cancian: Infermiera Janet

La trama

Madeline Whittier è allergica al mondo. Soffre infatti di una patologia tanto rara quanto nota, che non le permette di entrare in contatto con il mondo esterno. Per questo non esce di casa, non l’ha mai fatto in diciassette anni. Mai un respiro d’aria fresca, né un raggio di sole caldo sul viso. Le uniche persone che può frequentare sono sua madre e la sua infermiera, Carla. Finché, un giorno, un camion di una ditta di traslochi si ferma nella sua via. Madeline è alla finestra quando vede… lui. Il nuovo vicino. Il suo nome è Olly. I loro sguardi si incrociano per un secondo. E anche se nella vita è impossibile prevedere sempre tutto, in quel secondo Madeline prevede che si innamorerà di lui. Anzi, ne è sicura. Come è quasi sicura che sarà un disastro. Perché, per la prima volta, quello che ha non le basta più. E per vivere anche solo un giorno perfetto è pronta a rischiare tutto. Tutto.

Curiosità

  • Stella Meghie (“Jean of the Joneses”) dirige il film da una sceneggiatura di J. Mills Goodloe (“Adaline – L’eterna giovinezza”) basata sul romanzo YA “Everything, Everything” del 2015 di Nicola Yoon. Leslie Morgenstein ed Elysa Dutton con la Alloy Entertainment ne sono i produttori, mentre Victor Ho è il produttore esecutivo.
  • La squadra creativa che ha lavorato dietro le quinte comprende il direttore della fotografia Igor Jadue-Lillo (“I ragazzi stanno bene”); la scenografa Charisse Cardenas (“American Sniper”); la montatrice Nancy Richardson (“Insurgent”, “Divergent”); e la costumista Avery Plewes (“Jean of the Joneses”).
  • La vita di Olly a casa aveva un ruolo più importante nel libro che nel film. Il libro approfondisce la vita di Olly e la sua persona.
  • C’è una scena in “Noi siamo tutto” in cui l’astronauta è seduto su uno sgabello da bar in una tavola calda creata da Maddy. Questa scena è un riferimento al famoso dipinto del 1942 “Nighthawks” dell’artista americano Edward Hopper.
  • Quando Olly e Maddy si scambiano per la prima volta i numeri di telefono, possiamo vedere che le ultime quattro cifre del suo numero sono 0117, che assomiglia all’ortografia numerica di “Olly”.
  • Gli schemi presentati all’inizio dei titoli di coda si trovano all’interno del libro.
  • L’orologio che indossa Olly è un Casio F-91w ed è ora di proprietà di un fan di New York.
  • Nel libro inviano solo e-mail e Instant Messaging (IM) mentre nel film inviano SMS
  • Il libro descrive la madre di Madeline come asiatica, ma nel film sua madre non lo è.
  • Nel film, Olly ha gli occhi marroni. Nel libro, Olly ha gli occhi color blu oceano e una carnagione olivastra.
  • Olly chiama Maddy la “principessa Madeline”. In realtà c’è una principessa Madeleine di Svezia. È la terza e più giovane figlia del re Carlo XVI Gustavo e attualmente occupa il 7° posto nella linea di successione.
  • Nel film Olly ha i capelli lunghi fino alle spalle, ma nel libro Olly dice di essersi rasato la testa prima di trasferirsi alla porta accanto a Madeline. Aveva i capelli più lunghi solo alla fine del libro quando si riunisce con Madeline.
  • Ci sono piccole differenze tra il libro e il film. Nel libro, quando Olly fa visita a Maddy, fa tutti questi trucchi di parkour e insegna a Maddy a fare una verticale. Nel film, afferma di poter fare subito una verticale e ne fa una. Il film enfatizza fortemente il ruolo della figlia di Carla, Rosa, nella storia. Nel libro, quando Olly e Maddy arrivano alle Hawaii, devono convincere una donna nativa hawaiana a dare a Maddy una “Lei” (la tipica ghirlanda di fiori). Nel libro, l’abito di Maddy è rosa acceso, non giallo. Nel libro, si incontrano con l’amico rockstar gay di Olly in un ristorante. Nel libro la stanza di Madeline ha tutte le pareti, gli scaffali e il divano bianchi. Nel film ha pareti e mobili colorati.
  • “Noi siamo tutto” ha incassato nel mondo circa 60 milioni di dollari da un budget di 10.

Note di produzione – Primo amore

Madeline Whittier aspettava con ansia la possibilità di sperimentare le gioie del mondo esterno, e vivere la sua prima storia d’amore. Guardandosi attraverso le finestre e parlando solo attraverso i messaggi di testo, Maddy e il suo nuovo vicino, Olly, stringono un legame profondo che li porta a rischiare tutto per stare insieme… anche se ciò dovesse significare perdere tutto.

“Volevo riportare l’intero libro nel film”, dice la regista Stella Meghie riguardo al romanzo di Nicola Yoon, autrice di ‘Noi siamo tutto’ (Everything, Everything). “Il rapporto tra Maddy e Olly era ricco di sfumature e piccoli momenti che non volevo tralasciare, come ogni conversazione dei messaggi di testo. La scrittura di Nicola è divertente e dolce, reale ma anche di fantasia, e per me era importante che lo fosse anche il film.”

Amandla Stenberg, che ritrae Maddy, ha avuto la stessa reazione di fronte al materiale – sia al libro che alla sceneggiatura – e ha aggiunto: “Sono stata immediatamente attratta dalla fantasia e dalla stravaganza della storia e dalla realtà della vita quotidiana, dagli aspetti emotivi tangibili ai quali poter connettersi, soprattutto come adolescente. Inoltre ho apprezzato il fatto che in questo splendido e significativo film romantico per adolescenti, venisse coinvolta una coppia interrazziale in modo totalmente subliminale”.

Anche se i protagonisti sono entrambi diciottenni, l’ispirazione iniziale della Yoon per il libro è venuta quando è diventata madre per la prima volta. “Sapevo che prima o poi mia figlia si sarebbe mangiata la sporcizia, avrebbe preso l’influenza e mi sarei dovuta preoccupare di tutto ciò che in genere turba le mamme”, confessa. “Poi ho iniziato a pensare a che vita avrebbe potuto condurre una ragazza bisognosa di cure e protezione come quelle di un neonato, però a vita. Passando poi dalla prospettiva di una mamma a quella di una figlia, mi sono chiesta come una normale adolescente potesse ribellarsi alla volontà dei suoi genitori, nel caso in cui realmente non avesse la possibilità di farlo”.

“E poi”, continua la Yoon, “cosa succederebbe se un giorno un ragazzo super carino venisse ad abitare al palazzo affianco e cambiasse l’intera vita di questa ragazza? Perché i ragazzi super carini hanno il potere di cambiare tutto”, dice sorridendo.
Nick Robinson interpreta Olly Bright – il nuovo vicino di casa. “Mi è sembrata una cosa mai vista prima: Nicola è una nuova voce nel mondo della letteratura per giovani”, dice. “Avevo già avuto esperienze lavorative nel genere, ma questo progetto mi è sembrato una vera e propria novità, molto originale”.

Il produttore Leslie Morgenstein afferma: “Attraverso il libro e ora con il film, viviamo le cose con gli occhi di Maddy, quindi ci approcciamo ad Olly allo stesso modo di Maddy. Proviamo istantaneamente la sua curiosità e le sue sensazioni di fronte alla possibilità di conoscerlo. È un ragazzo un po’ oscuro, probabilmente a causa di problemi familiari, ma nonostante ciò, è divertente e ha un grande cuore. È la scintilla che le fa accendere il desiderio di uscire di casa, e di mettere a rischio la propria vita pur di viversi un amore”.

La produttrice Elysa Dutton concorda. “Penso che questa disperata ricerca dell’amore risuoni realmente nelle persone, specialmente all’età di questi protagonisti. Il primo amore è così eccitante, specialmente per Maddy che ha perso parecchie ‘prime volte’, per cui non vuole certo rinunciarvi. Anche se sa che questa è potenzialmente una decisione pericolosa per la sua vita, non ha altra scelta se non prendersi questo rischio, per vivere davvero”. “Penso che l’amore di Stella per il libro di Nicola, e la sua incredibile capacità di bilanciare tradizione e novità come regista, le ha dato la possibilità di creare un taglio unico per questo film”, dice la Stenberg. “È’ totalmente complementare al libro, ma è anche una cosa a sé”.

“Semplicemente credo che tutti possiamo identificarci in questa storia volta a testare i propri limiti, e prendere in mano la propria vita. Io in definitiva l’ho fatto”, afferma Stella Meghie. “E innamorarsi per la prima volta è bello a qualsiasi età. Ci siamo passati tutti… o prima o poi ci passeremo”.

Il romanzo originale

L’autrice giamaicano-americana Nicola Yoon ha lavorato come programmatrice per società di gestione investimenti per 20 anni prima della pubblicazione del suo primo libro, “Noi siamo tutto”. Yoon ha impiegato tre anni per scrivere il libro, scrivendo la mattina presto mentre lavorava a tempo pieno e crescendo la sua bambina. Suo marito, il grafico coreano americano David Yoon, ha realizzato le illustrazioni. Il secondo libro di Yoon, “Il sole è anche una stella”, è stato pubblicato nel novembre 2016 bissando il successo del debutto e arrivando al numero uno dei best seller del New York Times. Nel dicembre 2016 è stato annunciato che i diritti cinematografici del secondo libro erano stati acquisiti dalla Warner Brothers e dalla MGM. Il film, diretto da Ry Russo-Young e interpretato da Yara Shahidi e Charles Melton, è uscito il 17 maggio 2019.

La sinossi ufficiale del romanzo: Madeline Whittier è allergica al mondo. Soffre infatti di una patologia tanto rara quanto nota, che non le permette di entrare in contatto con il mondo esterno. Per questo non esce di casa, non l’ha mai fatto in diciassette anni. Le uniche persone che può frequentare sono sua madre e la sua infermiera, Carla. Finché, un giorno, alla finestra vede lui. Il nuovo vicino. Alto, magro e vestito di nero dalla testa ai piedi. I loro sguardi si incrociano per un secondo. E in quel secondo Madeline prevede che si innamorerà di lui. Anzi, ne è sicura. Come è quasi sicura che sarà un disastro. Perché, per la prima volta, quello che ha non le basta più. E per vivere anche solo un giorno perfetto è pronta a rischiare tutto. Tutto.

Il romanzo “Noi siamo tutto” è disponibile su Amazon.

La colonna sonora

  • Le musiche originali di “Noi siamo tutto” sono del compositore svedese Ludwig Göransson noto per aver composto le musiche dell’acclamato dramma Prossima fermata Fruitvale Station. Altri crediti di Göransson includono musiche per lo spin-off Creed, il remake Il giustiziere della notte, il cinecomic Marvel Black Panther, il thriller fantascientifico Tenet, il film d’animazione Red.
  • La colonna sonora inoltre include i brani “How Did We” di Skylar Stecker scritta appositamente per il film e una cover di “Let My Baby Stay” di Mac DeMarco reinterpretata dall’attrice Amandla Stenberg che è protagonista del film nel ruolo di Maddie.

TRACK LISTINGS:

1. Night Drive – Ari Lennox
2. Let’s Go – Khalid
3. In Your Eyes [feat. Charlotte Day Wilson] – Badbadnotgood
4. Howling – RY X
5. Ocean Eyes – Billie Eilish
6. Parking Lot – Anderson .Paak
7. Stay – Zedd & Alessia Cara
8. Escape (Acoustic) – Kehlani
9. Girl [Feat. Kaytranada] – The Internet
10. How Did We – Skylar Stecker
11. Let My Baby Stay – Amandla Stenberg

La colonna sonora di “Nois siamo tutto” è disponibile su Amazon.

Ultime notizie su Film in tv

Tutto su Film in tv →