• Film

Oscar 2021: Notturno di Gianfranco Rosi rappresenterà l’Italia nella categoria miglior film internazionale

Con una scelta a sorpresa, l’Italia a selezionato il documentario Notturno di Rosi per concorrere ad un posto nella categoria miglior film internazionale.

Con una scelta a sorpresa, l’Italia a selezionato il documentario Notturno di Gianfranco Rosi sul Medio Oriente per concorrere ad un posto nella categoria Miglior film straniero (premio rinominato miglior film internazionale) agli Oscar 2021.

La commissione apposita selezionata dall’associazione cinematografica ANICA ha scelto “Notturno” tra 25 titoli in lizza. Il documentario di Rosi ha battuto film italiani di alto profilo, tra cui il Pinocchio live-action di Matteo Garrone, con protagonista il premio Oscar Roberto Benigni, Volevo nascondermi di Giorgio Diritti sul pittore Ligabue e La vita davanti a sé di Netflix con protagonista Sophia Loren.

Un commosso Rosi appreso della selezione del suo “Notturno” ha voluto dedicare la sua candidatura alla collega regista e sceneggiatrice Valentina Pedicini scomparsa a soli 42 anni.

Sono molto felice, l’ho saputo un momento fa, e la prima cosa che voglio dire è che lo dedico a Valentina a Valentina Pedicini, con un lungo abbraccio.

Rosi ha girato “Notturno” nell’arco di tre anni in Libano, Iraq, Kurdistan e Siria. Il film è stato presentato in anteprima al Festival del cinema di Venezia di quest’anno ed è stato proiettato a Toronto e New York.

A seguire la trama ufficiale di “Notturno”:

Con questo film, girato nel corso di tre anni trascorsi sui confini fra Siria, Iraq, Kurdistan e Libano, Rosi dà voce ad un dramma umano che trascende le divisioni geografiche e il tempo dei calendari; illumina, attraverso incontri e immagini, la quotidianità che sta dietro la tragedia continua di guerre civili, dittature feroci, invasioni e ingerenze straniere, sino all’apocalisse omicida dell’ISIS. Storie diverse, alle quali la narrazione conferisce un’unità che va al di là dei confini. La guerra non appare direttamente: la sentiamo nei canti luttuosi delle madri, nei balbettii di bambini feriti per sempre, nella messinscena dell’insensatezza della politica recitata dai pazienti di un istituto psichiatrico. Un cantore di strada intona le lodi dell’Altissimo. Un bracconiere fra i canneti e i pozzi di petrolio. La grazia delle guerrigliere peshmerga. I terroristi dello Stato Islamico in carcere. L’angoscia di una madre yazida per la figlia prigioniera. Alì, adolescente, che fatica per portare il pane ai suoi fratelli…Tutt’intorno, e dentro le coscienze, segni di violenza e distruzione: ma in primo piano è l’umanità che si ridesta ogni giorno da un notturno che pare infinito. Notturno è un film di luce dai materiali oscuri della storia.

Il precedente documentario di Rosi, Fuocoammare, sui rifugiati che attraversavano il Mediterraneo per raggiungere l’Europa, è stato nominato agli Oscar nel 2017, ma ha perso contro l’americano O.J.: Made in America di di Ezra Edelman.

L’Academy selezionerà una rosa di dieci film internazionali che saranno annunciati il ​​9 febbraio 2021. Le cinque nomination agli Oscar saranno annunciate il 13 marzo. La cerimonia dei vincitori per la 93a edizione degli Oscar 2021 si svolgerà al Dolby Theatre di Hollywood il 25 aprile.

Fonte: Rai News

I Video di Cineblog