• Film

Philax di Ruken Tekes coproduzione italo-turca all’Atelier di Cannes 2022

“Philax” della regista curda Ruken Tekes unico film con coproduzione italiana selezionato all’Atelier di Cannes 2022.

Philax, pellicola della cineasta turca Ruken Tekes è stato selezionato tra i progetti più promettenti e unico film con coproduzione italiana alla 18esima edizione dell’Atelier de la Cinéfondation di Cannes. Un prestigioso riconoscimento per una nuova coproduzione internazionale di Fenix Enteratinment che continua a posizionarsi nel panorama cinematografico internazionale con progetti di riconosciuta qualità.

La co-produzione italo-turca “Philax” della regista Rûken Tekeş dopo aver ottenuto il fondo sviluppo del Göteborg Film Fund 2021, è stato selezionato tra i 15 progetti ritenuti più promettenti e che potranno per questo partecipare alla diciottesima edizione dell’Atelier a Cannes 2022.

L’Atelier, nell’ambito del Festival di Cannes 2022 che si terrà dal 17 al 28 maggio, sosterrà i produttori e la talentuosa cineasta Tekes nella ricerca di altre produzioni che permettano con il loro ingresso la finalizzazione del film. L’istituzione è stata infatti creata nel 2005 per stimolare il cinema creativo, incoraggiare l’emergere di una nuova generazione di registi e favorire la cooperazione tra realtà cinematografiche provenienti da tutto il mondo. Ogni anno, L’Atelier seleziona una quindicina di lungometraggi da tutto il mondo e invita i suoi registi al Festival di Cannes per metterli in contatto con i professionisti del cinema. I realizzatori vengono selezionati in base alla qualità del loro progetto e di quella dei loro film precedenti, nonché allo stato di avanzamento del loro piano finanziario. Il programma consentirà loro di accedere a finanziamenti internazionali e di accelerare il processo di produzione.

“Philax” costituisce il debutto di Rûken Tekes nel lungometraggio di finzione; il suo precedente film Aether è stato infatti realizzato in forma documentaristica ed è stato presentato con plauso critico in anteprima al Concorso Internazionale di Visions Du Réel nel 2019.

“Philax” è ambientato su una sperduta isola turca dell’Egeo, nel quale risiedono 12 anziani greci, ignari del recente colpo di stato che ha colpito il paese e decisi a morire nella loro amata terra. Seguendo il percorso dell’asinello “Philax” da un proprietario all’altro, narrerà la vicenda di questi sopravvissuti, nell’alternanza di resistenza, paura e speranza.

La compagine produttiva è composta al momento dal collettivo turco Sarya Film di Billur Arikan e della stessa regista Tekeş e da Fenix Entertainment nelle persone di Riccardo di Pasquale e Gabriele Oricchio.

Foto: Facebook