E’ morto Robbie Coltrane, attore e comico noto per il ruolo di Hagrid nella saga di Harry Potter

E’ scomparso a 72 anni l’attore e comico scozzese Robbie Coltrane, noto per il ruolo dell’amato Hagrid della saga di Harry Potter.

Robbie Coltrane, comico e attore scozzese è morto all’età di 72 anni. L’attore era noto al grande pubblico per il ruolo di Hagrid nella saga di Harry Potter, per la commedia del 1990 Suore in fuga che ha interpretato in coppia con il comico Eric Idle e per due film di James Bond, GoldenEye (1995) e Il mondo non basta (1999) dove interpreta il malavitoso russo Valentin Dmitrovich Zukovsky.

Coltrane nasce Anthony Robert McMillan il 30 marzo 1950 a Glasgow, in Scozia, figlio di un medico e una insegnante. Dopo il diplomato alla Glasgow Art School, ha proseguito gli studi artistici presso il Moray House College of Education di Edimburgo. All’età di vent’anni prende il nome d’arte di Coltrane (in tributo al sassofonista jazz John Coltrane) e lavora in teatro e nelle stand-up comedy.

Il debutto sul grande schermo arriva nel 1980 dove interpreta un autista di limousine in La morte in diretta di Bertrand Tavernier (1980), un dramma fantascientifico con Romy Schneider, Harvey Keitel e Max von Sydow. Lo stesso anno è anche nel cast del Flash Gordon di Mike Hodges accreditato come “l’uomo al campo d’aviazione”. Nel 1982 è un dimostrante nella commedia distopica Britannia Hospital, satira che prende di mira il il Servizio Sanitario Nazionale inglese, nel cast Mark Hamill e Malcolm McDowell. Nel 1983 recita nel cappa e spada fantascientifico Krull di Peter Yates, nel cast un giovane Liam Neeson reduce dal ruolo di Gawain nell’Excalibur di John Boorman. Nel 1984 recita al fianco di Hugh Laurie, Stephen Fry ed Emma Thompson nella serie di sketch Alfresco. Nel 1986 Coltrane recita con Patsy Kensit e David Bowie in Aboslute Beginners di Julien Temple e con Bob Hoskins e Michael Caine e nel Mona Lisa di Neil Jordan. Nel 1987 si riunisce con il cast della celebre sit-com The Comic Strip per il film Mangia il ricco; lo stesso anno recita nella miniserie della BBC Tutti Frutti insieme a Emma Thompson, il ruolo di Big Jazza McGlone, leader della band scozzese dei Majestics, gli vale la sua prima nomination al British Academy Television Award come miglior attore. Nel 1988 è nel cast del dramma Fruit machine, breve la vita di Eddie, la storia di due adolescenti gay in fuga dopo aver assistito ad un omicidio, Coltrane interpreta il travestito “Annabelle” che incontra i due ragazzi in un nightclub gay. L’anno successivo Coltrane è nel cast dell’Enrico V di Kenneth Branagh nel ruolo di Sir John Falstaff.

Gli anni ’90 si aprono con la commedia Suore in fuga, in cui Robbie Coltrane fa coppia con il comico Eric Idle, noto per essere stato uno dei membri dei Monty Python. I due interpretano due rapinatori che stanchi della vita criminale decidono di ritirarsi in Brasile trafugando bottino dell’ultimo colpo, ma il loro vecchio boss, la mafia cinese e la polizia gli sono addosso, e allora i due si rifugiano in un convento, si travestono e si spacciano per due improbabili suore (suor Eufemia e suor Inviolata). Il film ebbe successo non solo nel Regno Unito, ma anche negli Stati Uniti dove fu un incasso a sorpresa nonostante l’uscita limitata a poche sale. Nel 1993 Coltrane interpreta Il Duca in Le avventure di Huck Finn, adattamento di Stephen Sommers del romanzo per ragazzi “Le avventure di Huckleberry Finn” di Mark Twain. Nel 1995 Pierce Brosnan debutta come nuovo Bond in Goldeneye e Coltrane viene scelto per il ruolo di Valentin Dmitrovich Zukovsky, un ex agente del KGB diventato capo della mafia russa che gestisce un bar, un casinò e una fabbrica di caviale. Coltrane riprenderà il ruolo di Zukovsky in 007 – Il mondo non basta (1999) dove morirà per mano della Elektra King di Sophie Marceau, ma non prima di aiutare Bond a sfuggire dalle grinfie di King.

Prima di conquistare il ruolo di una vita come il mezzogigante Hagrid, Coltrane appare come Charlie Toschi nel dramma romantico Le parole che non ti ho detto (1999), adattamento con Kevin Costner, Robin Wright e Paul Newman dell’omonimo romanzo di Nicholas Sparks, e interpreta il sergente George Godley, ironico e sagace assistente dell’ispettore Frederick Abberline di Johnny Depp nel thriller La vera storia di Jack lo squartatore – From Hell (2001), adattamento dei fratelli Hughes, liberamente tratto dalla graphic novel “From Hell” di Alan Moore ed Eddie Campbell.

Nel 2001 Robbie Coltrane debutta nel ruolo del mezzogigante Rubeus Hagrid in Harry Potter e la Pietra Filosofale,  primo film della saga di Harry Potter, Coltrane riprenderà il ruolo in tutti i successivi sette film della saga. JK Rowling, autrice dei libri di Harry Potter, aveva Coltrane in cima alla sua lista per interpretare Hagrid e, quando le venne chiesto chi le sarebbe piaciuto vedere nel ruolo, lei rispose senza un attimo di esitazione “Robbie Coltrane è Hagrid”. Prima che il ruolo venisse assegnato a Coltrane, Robin Williams era interessato alla parte e si è rivolse a Chris Columbus, il regista dei primi due film della saga, per chiedergli di partecipare al progetto, ma Columbus fu costretto a respingere la sua candidatura a causa della politica imposta dalla Rowling di un “cast tutto britannico e irlandese”. Coltrane era già un fan dei libri e ha commentato che far parte del franchise di Harry Potter è stata “una cosa fantastica”. Rowling ha discusso del passato e del futuro di Hagrid con Coltrane, aiutandolo a prepararsi per il ruolo. Ha anche affermato che “Robbie è semplicemente perfetto per Hagrid perché Hagrid è un personaggio molto adorabile, abbastanza simpatico, abbastanza comico […] ma doveva avere – devi davvero percepirlo – una certa durezza al di sotto [… ] e penso che Robbie lo rappresenti perfettamente.”

Tra un Harry Potter e l’altro, Robbie Coltrane presta la voce al mostruoso Mr. Hyde in CG dell’avventura horror e d’azione Van Helsing (2004) con protagonista Hugh Jackman; è l’informatore Matsui nella commedia d’azione Ocean’s Twelve (2004) con George Clooney e Brad Pitt, interpreta un fittizio Primo Ministro britannico nel film d’azione e spionaggio per ragazzi Alex Rider: Stormbreaker (2006) con Mickey Rourke, Bill Nighy, Alicia Silverstone, Stephen Fry e Ewan McGregor ed è nel cast della commedia con rapina The Brothers Bloom di Rian Johnson, che include anche Rachel Weisz, Adrien Brody e Mark Ruffalo.

L’ultima parte della carriera di Coltrane lo vede in veste di doppiatore per Disney, l’attore nel 2012 presta la voce a Lord Dingwall nel film d’animazione Ribelle: The Brave, lo stesso anno veste i panni di Mr. Jaggers nel nuovo adattamento di Grandi speranze di Dickens diretto da Mike Newell con Jeremy Irvine, Helena Bonham Carter e Ralph Fiennes e nel 2014 interpreta un medico nel suo ultimo ruolo sul grande schermo nel dramma biografico Effie Gray – Storia di uno scandalo, film che lo vede recitare con Emma Thompson (anche sceneggiatrice del film) Dakota Fanning, Greg Wise, Julie Walters, Claudia Cardinale e Derek Jacobi.

Dal 2015 al 2020 Coltrane riprende il ruolo di Hagrid nel videogioco Lego Dimensions (voce) e nel cortometraggio Hagrid’s Magical Creatures Motorbike Adventure – pre-show realizzato per il parco a tema Universal’s Islands of Adventure, e appare nella miniserie tv National Treasure e nei panni di Orson Welles nella serie tv Urban Myths, che segnerà il suo ruolo finale.

Fonte: Variety