Stephen King: A Necessary Evil – trama e clip del nuovo documentario sul maestro dell’horror

Tutto quello che c’è da sapere su “Stephen King: A Necessary Evil”, un nuovo documentario sul maestro dell’horror.

Stephen King, maestro del genere horror e tra gli autori più “saccheggiati” da cinema e piccolo schermo, è al centro di un nuovo documentario dal titolo Stephen King: A Necessary Evil. Il documentario presenta rari filmati d’archivio e interviste con King mentre parla del genere horror per poi spaziare

Grazie al sito Bloody Disgusting a seguire trovate una clip con un’anteprima che anticipa alcune delle interviste che saranno incluse nel documentario.

“Stephen King: A Necessary Evil” descrive in dettaglio “la carriera storica e l’impatto culturale del leggendario romanziere di narrativa horror Stephen King. Attraverso ampi e rari filmati d’archivio, comprese le interviste passate di King, le conferenze degli ospiti e le letture di libri, e incorniciato da scene della miriade di adattamenti cinematografici dei suoi romanzi, “Stephen King: A Necessary Evil” racconta la vita del famoso autore dalla sua modesta educazione nel Maine attraverso la sua ascesa fulminea nella letteratura popolare. Il film mette in luce anche le introspezioni poco conosciute di King, comprese le sue prospettive sulla letteratura mainstream rispetto a quella “seria” e le valutazioni dei suoi adattamenti da libro a schermo nel corso degli anni”.

“Stephen King: A Necessary Evil” è diretto da Julien Dupuy e prodotto da Arte France. Il documentario ha debuttato negli Stati Uniti in anteprima e in esclusiva il 6 ottobre su MagellanTV, canale che lo renderà disponibile anche ai non abbonati fino ad Halloween.

Stephen King – note biografiche


Stephen Edwin King nasce a Portland nel Maine nel 1947, secondo figlio di Donald e Nellie Ruth Pillsbury King. Dopo che i suoi genitori si separano quando Stephen era un bambino, lui e suo fratello maggiore, David, vengono cresciuti dalla madre. Parte della sua infanzia la trascorre a Fort Wayne, nell’Indiana, dove all’epoca si trovava la famiglia di suo padre, e a Stratford, nel Connecticut. Quando Stephen aveva undici anni, sua madre riportò i suoi figli a Durham, nel Maine, per sempre. I suoi genitori, Guy e Nellie Pillsbury, erano diventati inabili con la vecchiaia e Ruth King fu persuasa dalle sue sorelle ad assumersi la cura fisica della coppia di anziani. Altri membri della famiglia hanno fornito una piccola casa a Durham e un sostegno finanziario. Dopo la morte dei nonni di Stephen, la signora King trovò lavoro nelle cucine di Pineland, una vicina struttura residenziale per disabili mentali.

Stephen ha frequentato la scuola di grammatica a Durham e poi la Lisbon Falls High School, diplomandosi nel 1966. Dal secondo anno all’Università del Maine a Orono, ha scritto una rubrica settimanale per il giornale della scuola, THE MAINE CAMPUS. Fu anche attivo nella politica studentesca, servendo come membro del consiglio studentesco. Ha sostenuto il movimento contro la guerra nel campus di Orono, arrivando alla sua posizione da un punto di vista conservatore secondo cui la guerra in Vietnam era incostituzionale. Si è laureato presso l’Università del Maine a Orono nel 1970, con un B.A. (laurea) in inglese e qualificato per insegnare a livello di scuola superiore. Un commissione di leva immediatamente dopo la laurea lo ha trovato inabile al servizio militare (4-F) per motivi di ipertensione, vista limitata, piedi piatti e timpani forati.

Stephen King e Tabitha Spruce si sposano nel gennaio del 1971, aveva incontrato Tabitha tra gli scaffali di una biblioteca presso l’Università del Maine a Orono, dove entrambi avevano studiato. Poiché Stephen non è stato in grado di trovare immediatamente un posto come insegnante, i King hanno vissuto dei suoi guadagni come operaio in una lavanderia industriale, del suo prestito studentesco e dei suoi risparmi, con una spinta occasionale dalla vendita di racconti a riviste per uomini. Stephen ha fatto la sua prima vendita professionale di racconti (“The Glass Floor”) a “Startling Mystery Stories” nel 1967. Durante i primi anni del suo matrimonio, ha continuato a vendere racconti a riviste maschili. Molti di questi sono stati successivamente raccolti nella collezione A volte ritornano (Night Shift) o sono apparsi in altre antologie. Nell’autunno del 1971, Stephen iniziò a insegnare inglese nelle scuole superiori alla Hampden Academy, la scuola superiore pubblica di Hampden, nel Maine. Scrivendo di sera e nei fine settimana, ha continuato a produrre racconti e a lavorare a romanzi.

Nella primavera del 1973, Doubleday & Co. accetta la pubblicazione del romanzo Carrie. Il giorno della festa della mamma di quell’anno, Stephen apprende dal suo nuovo editore di Doubleday, Bill Thompson, che un’importante vendita di libri tascabili gli avrebbe fornito i mezzi per lasciare l’insegnamento e scrivere a tempo pieno. Alla fine dell’estate del 1973, i King trasferirono la loro famiglia in crescita nel Maine meridionale a causa delle cattive condizioni di salute della madre di Stephen. Affittando una casa estiva sul lago Sebago a North Windham per l’inverno, Stephen scrisse il suo prossimo romanzo, originariamente intitolato Second Coming e poi Jerusalem’s Lot, prima di diventare Salem’s Lot (Le notti di Salem), in una piccola stanza nel garage. Durante questo periodo, la madre di Stephen muore di cancro, all’età di 59 anni.

“Carrie” fu pubblicato nella primavera del 1974. Nello stesso autunno, i King lasciarono il Maine per Boulder, in Colorado. Vissero lì per poco meno di un anno, durante il quale Stephen scrisse Shining, ambientato in Colorado. Tornati nel Maine nell’estate del 1975, i King acquistarono una casa nella regione dei laghi del Maine occidentale. In quella casa, Stephen ha finito di scrivere The Stand (L’ombra dello scorpione), gran parte del quale è ambientato proprio a Boulder. Anche The Dead Zone (La zona morta) è stato scritto a Boulder. Nel 1977 i King trascorrono tre mesi di un previsto soggiorno di un anno in Inghilterra che però viene interrotto a metà dicembre, la coppia torna negli Stati Uniti e acquista una nuova casa a Center Lovell, nel Maine. Dopo aver vissuto lì un’estate, i King si trasferiscono a nord, a Orrington, vicino a Bangor, in modo che Stephen potesse insegnare scrittura creativa all’Università del Maine a Orono. I King torneranno a Center Lovell nella primavera del 1979. Nel 1980, i King acquistano una seconda casa a Bangor, mantenendo la casa di Center Lovell come residenza estiva. Stephen e Tabitha ora trascorrono gli inverni in Florida e il resto dell’anno nelle loro case di Bangor e Center Lovell. I King hanno tre figli: Naomi Rachel, Joe Hill e Owen Phillip, e quattro nipoti.

Fonte: Stephen King

Ultime notizie su Film horror

Tutto su Film horror →