The Twin – L’altro volto del male: trailer italiano e anticipazioni sul film horror finlandese

Tutto quello che c’è da sapere su “The Twin – L’altro volto del male”, il film horror dal regista di “Lake Bodom” al cinema dal 20 luglio.

Dal 20 luglio nei cinema italiani The Twin – L’altro volto del male, un nuovo horror per l’acclamato regista finlandese Taneli Mustonen (Lake Bodom) che ha curato anche la sceneggiatura con Aleksi Hyvärinen (The Renovation). Il film vede protagonista Teresa Palmer (Lights Out) nei panni di una madre che cerca di proteggere il figlio da forze malvagie che incombono sul bambino dopo la morte del fratello gemello.

Trama e cast

La trama ufficiale: A seguito di un tragico incidente che ha causato la morte di uno dei loro gemelli, Rachel (Teresa Palmer) e il marito Anthony (Steven Cree) si trasferiscono dall’altra parte del mondo con il figlio sopravvissuto nella speranza di costruirsi una nuova vita. Quello che inizia come un periodo di guarigione prende presto una svolta inquietante quando Rachel inizia a svelare la tortuosa verità su suo figlio e affronta le forze malvagie che tentano di impadronirsi di lui.

Il cast di “The Twin” include Barbara Marten, Tristan Ruggeri, Andres Dvinjaninov, Nick Connor, Tiiu Uibo, Raivo Trass, Liisi Org, Kert Kurist, Raul Talmar.

The Twin – trailer e video

Curiosità

  • Il regista Taneli Mustonen dirige “The Twin – L’altro volto del male” da una sua sceneggiatura scritta con Aleksi Hyvärinen.
  • I crediti dell’attrice e modella australiana Teresa Palmer includono ruoli in The Grudge 2, L’apprendista stregone, Warm Bodies, Lights Out – Terrore nel buio, La battaglia di Hacksaw Ridge, Message from the King.
  • Durante le riprese dal 18 marzo 2021 al 28 aprile 2021 in Finlandia ed Estonia, Teresa Palmer era incinta del suo quarto figlio.
  • La Finlandia non fa parte della Scandinavia. I paesi scandinavi (Danimarca, Svezia, Norvegia) hanno una lingua molto simile. Come l’inglese, il tedesco e il francese, la loro origine è indoeuropea. Il finlandese ha invece un’altra origine, quella dell’uralico.
  • Sebbene il film sia ambientato in Finlandia, un prete nel flashback di Helen dice una preghiera in russo.
  • Teresa Palmer, Steven Cree e Barbara Marten hanno lavorato insieme in precedenza nella serie tv “A Discovery of Witches”.

Note di regia

Nel suo nucleo, The Twin è una storia su come il vivere nella negazione possa alla fine schiacciarti. Di come proteggere i propri cari possa finire per far loro più male. La prigione più distruttiva è quella che costruisci intorno a te stesso – eppure, al suo interno, puoi ancora essere felice. Se questo non è horror puro, non so cosa lo sia. [Taneli Mustonen]

Chi sono Taneli Mustonen & Aleksi Hyvärinen?

“The Twin” è il sesto film del regista-sceneggiatore finlandese Taneli Mustonen. Con cinque successi al botteghino finlandese, tra cui il remake Reunion che è diventato il film di maggior successo in Finlandia nell’ultimo decennio, Taneli è stato nominato nel 2016 da Variety come uno dei dieci talenti nordici da tenere d’occhio. Il suo film horror Lake Bodom (2016) è diventato uno dei film finlandesi più venduti a livello internazionale e ha fatto il giro di festival come Sitges, SXSW e il London Film Festival, guadagnandosi recensioni entusiastiche da parte di testate come Variety, Screen Daily e The Hollywood Reporter. L’ultimo film di Taneli, The Renovation ha raggiunto il primo posto nel febbraio 2020, diventando il suo terzo film nella Top 10 dei maggiori incassi di tutti i tempi in Finlandia. Co-fondatore di una delle società di produzione indipendenti finlandesi in più rapida ascesa, la DON FILMS, Taneli è rappresentato da ICM Partners e Cavalry Media.

Aleksi è un produttore, scrittore e cofondatore di DON FILMS. Come produttore principale della società, ha prodotto l’horror scandinavo Lake Bodom di Taneli Mustonen e ha coprodotto il pluripremiato lungometraggio Arrhythmia di Boris Khlebnikov. La commedia finlandese The Renovation di Taneli Mustonen, uscita nel febbraio 2020 in collaborazione con Solar Films e Nordisk Film, è stato uno dei migliori debutti al botteghino finlandese di tutti i tempi. Attualmente, Aleksi sta preparando Nordic Horror Masters, una serie antologica con alcuni dei più brillanti film-maker scandinavi. Come sceneggiatore, Aleksi ha collaborato alla stesura di The Twin, Lake Bodom, The Renovation e della commedia family finlandese Ella & Friends, tra gli altri. Aleksi è rappresentato da ICM Partners e Cavalry Media.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del compositore finlandese classe 1982 Panu Aaltio (Orcs!, Dawn of the Dragonslayer, Super palla di pelo, SAGA – Curse of the Shadow). Aaltio e il regista Taneli Mustonen sono alla loro seconda collaborazione dopo l’horror “Lake Bodom”.
  • Violoncellista dall’età di sei anni, Panu Aaltio ha successivamente studiato tecnologia musicale alla Sibelius Academy di Helsinki e si è trasferito a Los Angeles nel 2005 per frequentare il programma Scoring for Motion Pictures and Television presso la University of Southern California. Dopo essersi laureato alla USC con una borsa di studio Harry Warren per l’eccellenza nella colonna sonora, ha composto musica aggiuntiva per il film documentario Nanchino (2007) diretto dal regista vincitore dell’Oscar Bill Guttentag. Per il suo primo lungometraggio da solista, The Home of Dark Butterflies, Panu Aaltio ha ricevuto una nomination al Jussi Award nel 2008.

Paul Aaltio ha parlato della sua collaborazione in “The Twin” in un’intervista con FlickeringMyth:

Un paio di anni prima il produttore Aleksi Hyvärinen ha menzionato che c’era un nuovo film horror in sviluppo e ho detto che sarei stato sicuramente interessato se il film sarebbe andato avanti. Dopo aver letto la sceneggiatura l’anno successivo, ho pensato che fosse qualcosa che dovevo assolutamente musicare…Con Lake Bodom avevamo un programma serrato ed è stato uno sprint al traguardo. Con The Twin abbiamo passato più tempo a provare cose diverse. A Taneli piace lavorare in modo iterativo, quindi abbiamo discusso e sperimentato molto di più questa volta…Abbiamo avuto un rapporto molto collaborativo con il sound designer Akseli Soini e le definizioni di musica e suono si confondono in modo abbastanza deciso. Ad esempio, ho usato i suoni di un labirinto di marmo nel film come base per alcuni suoni percussivi e, a sua volta, Akseli ha preso le mie registrazioni di violoncello e ne ha creato atmosfere inquietanti…La voce umana, se usata in modi strani, può essere davvero inquietante, ed è sicuramente il singolo elemento più utilizzato in questa partitura. Ho persino usato un poema di morte dell’epopea nazionale finlandese Kalevala, leggendolo in un microfono e trasformandolo in un canto sinistro e innaturale nella musica rituale pagana.

Foto e poster