• Film

Top Gun 2 – Milles Teller parla del sequel “Maverick”

Miles Teller parla del suo ruolo come figlio di “Goose” e della sua esperienza sul set del sequel “Top Gun: Maverick” in arrivo nelle sale ad aprile 2021.

In pieno revival anni ottanta, il 2 aprile 2021 la star Tom Cruise riprenderà uno dei suoi personaggi più iconici, il Pete “Maverick” Mitchell del classico Top Gun. Il sequel Top Gun: Maverick vedrà alla regia Joseph Kosinski, che ha già diretto Cruise in Oblivion, e riporterà a bordo alcuni nomi familiari del film originale ma sostituiti da altri attori, tranne Val Kilmer che riprenderà il suo ruolo di Tom “Iceman” Kazansky nel frattempo diventato ammiraglio.

Tra i personaggi dell’originale “Top Gun” che ritroveremo in “Top Gun 2” interpretati da altri attori segnaliamo “Merlin” Wells con Jon Hamm al posto di Tim Robbins, Ed Harris sostituirà Michael Ironside come Rick “Jester” Heatherly. Lyliana Wray prenderà il ruolo di Charlotte “Charlie” Blackwood interpretata da Kelly McGillis nel primo film e al posto di Meg Ryan come Carole Bradshaw è stata reclutata Jean Louisa Kelly.

La trama ufficiale:

Dopo più di trent’anni di servizio nella Marina, il Tenente Pete “Maverick” Mitchell (Tom Cruise) è proprio dove vorrebbe essere: un pilota coraggioso che può spingersi oltre ogni limite, cercando di schivare l’avanzamento di carriera che metterebbe un freno alla sua libertà. Quando viene chiamato ad allenare un distaccamento di allievi dell’accademia Top Gun per una missione specializzata che nessuno al mondo ha mai portato a compimento, Maverick incontra il Tenente Bradley Bradshaw (Miles Teller), nome in codice “Rooster”: è il figlio dell’amico di Maverick, il Tenente Nick Bradshaw, detto “Goose.” Alle prese con un futuro incerto e con i fantasmi del passato, Maverick deve confrontarsi con le sue paure più profonde, fino ad una missione che richiederà il sacrificio ultimo di quelli che sceglieranno di parteciparvi.

In attesa di rivedere il Maverick di Cruise sconfinare nell’iconica “Danger Zone” dell’omonimo brano di Kenny Loggins, vi proponiamo un’intervista rilasciata dall’attore Miles Teller, che in Top Gun 2 interpreta il tenente Bradley “Rooster” Bradshaw, un pilota recluta figlio di Nick “Goose” Bradshaw, il compianto partner di volo e migliore amico di Maverick.

Parlando con Men’s Journal, Miler Teller ha parlato della sua esperienza sul set e confermato che nel film non sono stati usati schermi verdi, a favore di riprese live-action e di un realismo che farà la gioia di chi ha amato il film originale.

Non c’è un solo schermo verde nei film di Top Gun. Ogni ripresa, ogni scena di stunt, è stato il risultato del lavoro, di vero sudore, che ci abbiamo messo tutti. La produzione si è svolta nel corso di un anno intero, che è stato sicuramente il periodo di riprese più lungo a cui abbia mai partecipato.

Una parte dell’impegno profuso da Teller nel film lo ha visto affrontare un periodo di addestramento al volo.

Ho avuto circa tre mesi di addestramento al volo prima di iniziare il film. Quel tempo è stato importante per prendere confidenza con i velivoli ma anche per aumentare la nostra tolleranza all’accelerazione di gravità, perché tutti gli elementi aerei sono stati ripresi dal punto di vista pratico. L’addestramento è iniziato in un Cessna, e ci siamo spostati su un Extra 300, un velivolo acrobatico ad elica singola, dove inizi a migliorare la tua tolleranza all’accelerazione di gravità. Da lì siamo entrati in un L-39 Albatros, volando con questi ragazzi chiamati The Patriots, che sono l’equivalente civile dei Blue Angels.

Teller ha parlato anche del suo ruolo come figlio di “Goose” e del significato di raccogliere il testimone del padre e portare avanti la sua eredità.

Interpretare il figlio di Goose e continuare quella trama che è stata stabilita in un modo così potente tutti quegli anni fa, c’è molta storia lì. Penso che quando il pubblico si renderà conto che il personaggio che interpreto è quel ragazzino che hanno visto nell’originale, sarà una sensazione forte. Sono stato in grado di vederlo un paio di settimane fa. Il film mi ha lasciato senza fiato, e mia moglie ha detto: “Potrebbe essere il miglior film che abbia mai visto”. Ha pianto più volte.

[Per visionare il trailer clicca sull’immagine in alto]

I Video di Cineblog