Nastri d’argento 2013, i vincitori: sei premi a Tornatore, quattro a Sorrentino

La 67° edizione del premio assegnato dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani conferma alcuni verdetti dei David di Donatello e dei Globi d’Oro.

 

Annunciati i vincitori dei Nastri d'Argento 2013, assegnati ogni anno dal Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (SNGCI) e consegnati oggi, 6 luglio, a Taormina. Non mancano le conferme di una stagione che ha visto prepotente il ritorno di Giuseppe Tornatore.
Proprio La migliore offerta di Tornatore continua a fare incetta di premi e dopo i sei David di Donatello 2013 porta a casa sei Nastri d’Argento sulle nove candidature ottenute. Tornatore vince il Nastro come regista del Miglior Film, mentre gli altri cinque premi vanno a Maurizio Millenotti per i Costumi (anche per Reality, di Matteo Garrone), a Maurizio Sabatini e Raffaella Giovannetti per la Scenografia, a Massimo Quaglia per il Montaggio, a Isabella Cocuzza e Arturo Paglia per la miglior Produzione e a Ennio Morricone per la migliore Colonna Sonora, decimo Nastro per il Maestro che segna così un record per il premio.

Nove candidature anche per La grande bellezza di Paolo Sorrentino, che vince però quattro Nastri d’Argento: spiccano i premi per Carlo Verdone e Sabrina Ferilli premiati come Migliori attori non protagonisti, cui si aggiunge quello per il Miglior Sonoro a Emanuele Cecere, mentre non tradisce la fotografia di Luca Bigazzi, premiato ancora per un film di Sorrentino oltre che per L'intervallo e Un giorno speciale

Conferme anche per anche Miele, di Valeria Golino, che porta a casa il nastro di Miglior regista esordiente per la Golino e Migliore attrice protagonista per Jasmine Trinca (premiata anche in virtù del ruolo in Un giorno devi andare di Giorgo Diritti). Praticamente gli stessi premi ottenuti ai Globi d’Oro 2013. Da aggiungere anche il premio per il Sonoro a Emanuele Cecere, condiviso con La Grande Bellezza.

Aniello Arena è il Migliore Attore Protagonista 2013 per l’interpretazione in Reality di Matteo Garrone, che porta a casa anche il Nastro per il Miglior Soggetto con Massimo Gaudioso. La migliore sceneggiatura è quella di Viva la libertà, per cui vengono premiati Roberto Andò e Angelo Pasquini, mentre Viaggio sola di Maria Sole Tognazzi è la Migliore Commedia 2013.

Cesare Cremonini e Gianni Morandi vincono il Nastro 2013 per la migliore canzone, Amor mio, presente nella colonna sonora del film Padroni di casa. Notizia, come ricorderete, già data da Cremonini via Twitter qualche giorno fa.

Il Sindacato ha poi assegnato alcuni premi speciali: a Toni Servillo è stato consegnato un Nastro d’Argento ‘straordinario’ vista la stagione che lo ha visto protagonista di E’ stato il figlio, Bella addormentata e La grande bellezza. Doppio Nastro speciale a Sergio Castellitto e Margaret Mazzantini per Venuto al mondo, mentre il Nastro dell'Anno va a Io e Te di Bernardo Bertolucci.

In basso tutte le nomination e, in grassetto, i vincitori dei Nastri d'argento 2013.

REGISTA DEL MIGLIOR FILM ITALIANO
Giuseppe Tornatore per La migliore offerta
Roberto Andò per Viva la libertà
Marco Bellocchio per Bella addormentata
Claudio Giovannesi per Alì ha gli occhi azzurri
Paolo Sorrentino per La grande bellezza

REGISTA ESORDIENTE
Valeria Golino per Miele
Giuseppe Bonito per Pulce non c'è
Leonardo di Costanzo per L'intervallo
Alessandro Gassman per Razzabastarda
Luigi Lo Cascio per La città ideale

COMMEDIA
Maria Sole Tognazzi per Viaggio sola
Riccardo Milani per Benvenuto Presidente!
Edoardo Leo per Buongiorno papà
Rolando Ravello per Tutti contro tutti
Paolo Genovese per Una famiglia perfetta

PRODUTTORE
Isabella Cocuzza e Arturo Paglia per La migliore offerta
Simone Bachini, Giorgio Diritti, Lionello Cerri e Valerio De Paolis per Un giorno devi andare
Angelo Barbagallo per Viva la libertà
Donatella Botti per Il rosso e il blu e Viaggio sola
Nicola Giuliano e Francesca Cima per La grande bellezza
Riccardo Scamarcio e Viola Prestieri per Miele

SOGGETTO
Massimo Gaudioso e Matteo Garrone per Reality
Fabio Bonifacci per Benvenuto Presidente!
Pappi Corsicato e Monica Rametta per Il volto di un'altra
Maurizio Braucci e Leonardo di Costanzo per L'intervallo
Ivan Cotroneo, Francesca Marciano e Maria Sole Tognazzi per Viaggio sola

SCENEGGIATURA
Roberto Andò e Angelo Pasquini per Viva la libertà
Marco Bellocchio, Veronica Raimo e Stefano Rulli per Bella addormentata
Giuseppe Piccioni e Francesca Manieri per Il rosso e il blu
Paolo Sorrentino e Umberto Contarello per La grande bellezza
Giuseppe Tornatore per La migliore offerta

ATTORE PROTAGONISTA
Aniello Arena per Reality
Raoul Bova e Marco Giallini per Buongiorno papà
Luca Marinelli per Tutti i santi giorni
Valerio Mastandrea per Viva la libertà e Gli equilibristi
Francesco Scianna per Itaker - Vietato agli italiani

ATTRICE PROTAGONISTA
Jasmine Trinca per Un giorno devi andare e Miele
Margherita Buy per Viaggio sola
Laura Chiatti per Il volto di un'altra
Laura Morante per Appartamento ad Atene
Kasia Smutniak per Benvenuto Presidente! e Tutti contro tutti

ATTORE NON PROTAGONISTA
Carlo Verdone per La grande bellezza
Stefano Altieri per Tutti contro tutti
Carlo Cecchi per Miele
Fabrizio Falco per E' stato il figlio e Bella addormentata
Michele Riondino per Acciaio e Bella addormentata

ATTRICE NON PROTAGONISTA
Sabrina Ferilli per La grande bellezza
Claudia Gerini per Il comandante e la cicogna e Una famiglia perfetta
Anna Foglietta per Colpi di fulmine
Eva Riccobono per Passione sinistra
Fabrizia Sacchi per Viaggio sola

FOTOGRAFIA
Luca Bigazzi per L'intervallo, La grande bellezza e Un giorno speciale
Roberto Cimatti per Un giorno devi andare
Italo Petriccione per Educazione Siberiana
Federico Schlatter per Razzabastarda
Fabio Zamarion per La migliore offerta

MONTAGGIO
Massimo Quaglia per La migliore offerta
Clelio Benevento per Viva la libertà
Walter Fasano per Viaggio sola
Giogiò Franchini per Miele
Giuseppe Trepiccione per Alì ha gli occhi azzurri

SCENOGRAFIA
Maurizio Sabatini e Raffaella Giovannetti per La migliore offerta
Marco Dentici per Bella addormentata e E' stato il figlio
Francesco Frigeri per Venuto al mondo
Rita Rabassini per Educazione Siberiana
Paolo Bonfini per Reality

COSTUMI
Maurizio Millenotti per Reality e La migliore offerta
Patrizia Chericoni per Educazione Siberiana
Roberto Chiocchi per Il volto di un'altra
Daniela Ciancio per La grande bellezza
Grazia Colombini per E' stato il figlio

SONORO IN PRESA DIRETTA
Emanuele Cecere per La grande bellezza e Miele
Maurizio Argentieri per Venuto al mondo
Gaetano Carito e Pierpaolo Merafino per Bella addormentata
Gilberto Martinelli per La migliore offerta
Carlo Missidenti per Un giorno devi andare

COLONNA SONORA
Ennio Morricone per La migliore offerta
Thony per Tutti i santi giorni
Marco Betta per Viva la libertà
Pivio e Aldo De Scalzi per Razzabastarda
Lele Marchitelli per La grande bellezza

CANZONE ORIGINALE
Cesare Cremonini e Gianni Morandi per Padroni di casa ('Amor mio')
Niccolò Fabi per Pulce non c'è ('Il silenzio')
Violante Placido per Cose cattive ('Hey Sister')
Vinicio Capossela e Banda Osiris per Il comandante e la cicogna ('La cicogna')
Malika Ayane per Tutti i rumori del mare ('Grovigli')
Modà e Francesco Silvestre per Bianca come il latte, rossa come il sangue ('Se si potesse non morire')

NASTRO DELL'ANNO
Io e te di Bernardo Bertolucci

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 28 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: