C'era una volta a New York: nuova clip e featurette in italiano con intervista al regista James Gray

C'era una volta a New York: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico che uscirà in Italia il 16 gennaio 2014.

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Manca una settimana al debutto nei cinema italiani di C'era una volta a New York (The Immigrant), quinta regia per James Gray a cinque anni dal dramma a tinte romance Two Lovers.

Per questo nuovo lavoro Gray ha scelto un'ambientazione d'epoca con una New York anni '20, narrando le peripezie dell'immigrata polacca Ewa Cybulski (Marion Cotillard) che finisce nelle mani di Bruno (Joaquin Phoenix) uno sfruttatore che la spinge a prostituirsi facendo leva sulla mancanza di denaro e sul desiderio della donna di ricongiungersi con la sorella, posta in quarantena al loro arrivo ad Ellis Island. La vita d Ewa che sembra destinata all'oblio trova un barlume di speranza in Orlando (Jeremy Renner) un brillante illusionista cugino di Bruno che potrebbe rivelarsi per Ewa l'unica via di fuga da una vita di umiliazioni.

A seguire trovate una featurette sottotitolata con un'intervista al regista James Gray e una nuova clip in italiano tratta dal film con un violento confronto tra Bruno e suo cugino, mentre se volete approfondire è disponibile anche una recensione in anteprima del film.


C'era una volta a New York: 3 clip in italiano, locandina e nuova data di uscita per il film di James Gray


C'era una volta a New York: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico che uscirà in Italia il 16 gennaio 2014.

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Cogliamo l'occasione dell'annuncio di un cambio di data di uscita italiana di C'era una volta a New York (The Immigrant), il nuovo film del regista James Gray (I padroni della notte, Two Lovers) è stato posticipato al 16 gennaio, per proporvi un corposo aggiornamento che include tre clip in italiano con scene tratte dal film e una locandina italiana della pellicola.

il cast del film include un terzetto di attori all'insegna del talentuoso con un'intensa Marion Cotillard, un ambiguo Joaquin Phoenix e un carismatico Jeremy Renner.

La trama del film:

1921. Alla ricerca di un nuovo inizio e rincorrendo il sogno Americano, Ewa Cybulski e sua sorella lasciano la natia Polonia e navigano verso New York. Quando raggiungono Ellis Island i medici scoprono che Magda si è ammalata e le due donne vengono separate. Ewa si ritrova nelle pericolose strade di Manhattan, mentre sua sorella è messa in quarantena. Sola, senza un posto dove andare e nel disperato tentativo di ricongiungersi con Magda, Ewa diventa presto preda di Bruno un uomo affascinante ma malvagio che la prende con sé e la spinge a prostituirsi.

L’arrivo di Orlando ardito illusionista e cugino di Bruno, le ridonano fiducia e la speranza per un futuro migliore, ma non ha tenuto conto della gelosia di Bruno…


C


C'era una volta a New York: trailer e trama del nuovo film di James Gray


C

C'era una volta a New York, omaggio italiano al maestro Leone, rispetto all'originale The Immigrant, è il nuovo film del regista statunitense James Gray, che ha deciso di presentare in una luce inedita la sua amata New York. La Grande Mela è sempre stata al centro dei film del regista, che esordì nel '94 con Little Odessa, ambientato tra le strade di Brooklin e la mala russa: nel 2000 iniziò il suo sodalizio artistico con l'attore Joaquin Phoenix, diretto nella New York anni '80 di The Yards, stessa ambientazione del successivo I padroni della notte (sempre interpretato dall'attore nominato all'Oscar) e del contemporaneo Two Lovers.

Presentato con successo di critica all'ultimo Festival di Cannes (leggi la nostra recensione), C'era una volta a New York vede l'attrice Premio Oscar Marion Cotillard, sbarcare assieme alla sorella nella brumosa Grande Mela degli anni '20, assieme ad altre migliaia di altri disperati in fuga dall'Europa devastata dalla Grande Guerra. Ad accoglierla il perfido Joaquin Phoenix, un affascinante balordo che la convincerà a prostituirsi con la speranza di far uscire dalla quarantena la sorella malata. All'improvviso la speranza, nei panni del principe azzurro, Jeremy Renner, cugino del farabutto Phoenix, della quale la protagonista si innamora perdutamente.

Gray torna al suo argomento preferito, l'analisi delle classi sociali, ma portandola in un tempo lontano, agli albori dell'America moderna, affondando nei ricordi del bisnonno del regista stesso, povero emigrante nella New York dei varietà, dei caffé e dei poveri diavoli che a milioni approdavano ogni anno sulle sue coste in cerca del sogno americano.

34 giorni di riprese, di cui due sull'isola museo di Ellis Island, utilizzando una troupe di circa 200 persone e oltre 1000 comparse. Il regista ha dichiarato, a proposito delle genesi del soggetto:

Questo film è molto personale e ha molti legami con la mia famiglia, ma non è assolutamente autobiografico. Per personale intendo che tratta di problematiche ed emozioni che ci sono vicine, che puoi comprendere profondamente e che sei capace di esprimere, mentre autobiografico si riferisce alla rappresentazione dei fatti legati alla propria vita. Ovviamente ho sentito molti racconti su Ellis Island ed ho maturato un’ ossessione per questo luogo. La prima volta che ci sono stato, nel 1988, fu prima che restaurassero l’ isola: era come se fosse stata congelata nel tempo. Era un’ immagine spettrale, c’erano i moduli per l’immigrazione compilati a metà sul pavimento…Mi è sembrata invasa dai fantasmi, i fantasmi di tutta la mia famiglia. Così ho voluto realizzare un film che scaturisse da tutto questo. Inoltre, il mio bisnonno da parte di madre, gestiva Hurwitz’s, un ristorante nel Lower East Side, e conosceva loschi individui di ogni genere. Mi sono documentato su questo mondo e ho scoperto un tizio chiamato Max Hochstim che era il magnaccia locale. E’ così che ho messo insieme i pezzi per la storia di Bruno che, ad Ellis Island, recluta per il suo harem le donne che, se arrivavano da sole, non venivano ammesse negli Stati Uniti. Il processo d’immigrazione era intriso di grande nostalgia, di angoscia e sicuramente di forte trepidazione.


Trama


1921. Alla ricerca di un nuovo inizio e rincorrendo il sogno americano, Ewa Cybulski e sua sorella Magda lasciano la Polonia e navigano verso New York. Approdate a Ellis Island i medici scoprono che Magda è gravemente malata e le due donne vengono separate. Ewa si ritrova gettata nelle pericolose strade di Manhattan, mentre sua sorella è messa in quarantena: sola, senza un posto dove andare e nel disperato tentativo di ricongiungersi con Magda, Ewa diventa presto preda del fascinoso e malvagio Bruno, che la prende con sé e la costringe a prostituirsi. L’arrivo di Orlando, ardito illusionista e cugino di Bruno, le ridonano fiducia e la speranza per un futuro migliore, ma Bruno tenterà con ogni mezzo di lasciarla andare.

Cast


Jeremy Renner: Orlando
Marion Cotillard: Ewa Cybulski
Joaquin Phoenix: Bruno Weiss
Dagmara Dominczyk: Belva
Angela Sarafyan:
Antoni Corone: Thomas MacNally
Ilia Volok: Voytek

 

Vota l'articolo:
2.00 su 5.00 basato su 1 voto.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO