Cannes 2011 shock: ora parla Lars Von Trier

Lars Von Trier come Hitler? Il regista si difende così

di carla


Ed è arrivata la risposta del regista Lars Von Trier alla sua esclusione forzata dal Festival di Cannes 2011 dopo le dichiarazioni dell’altro giorno.

“Sono orgoglioso di essere stato dichiarato persona non grata (“persona non grata” in italiano latino sui siti americani, ndt). Questa è forse la prima volta nella storia del festival. Penso che una delle ragioni è che i francesi hanno trattato male gli ebrei durante la seconda guerra mondiale. Quindi è un argomento delicato per loro. Rispetto il festival di Cannes ma capisco anche che sono molto arrabbiati con me adesso. (…) Sono stato frainteso, intendevo dire che capisco cosa fu per Hitler stare nel bunker e non ho detto che vorrei fare quel che Hitler ha fatto, ma in ogni caso è un peccato perdere il contatto con Cannes. Io sono un piccolo superbo ma non sono Mel Gibson. (…) Era uno scherzo stupido. Ma questo è il tipo di umorismo che uso quando parlo con i miei amici, che mi conoscono e sanno che non sono un nazista. Mi scuso profondamente se ho offeso le persone. Non era mia intenzione. Ho anche offeso i tedeschi, quando invece di dire ‘tedesco’ ho usato la parola ‘nazi’, come se ogni tedesco fosse un nazista”.

E dopo queste scuse voi da che parte state? Stupida provocazione? Scherzo di pessimo gusto? Frasi senza senso? Vera cattiveria?

Fonti: NYPost e ArtInfo

Ultime notizie su Cannes

Tutto su Cannes →