• Film

No: nuovo trailer del film di Pablo Larrain con Gael Garcia Bernal

No: Pablo Larraín e Gael García Bernal portano sullo schermo un pezzetto di storia cilena con la forza di una commedia nera


Senza sapere se riusciremo mai a vederlo in Italia, vi offriamo oggi il trailer del nuovo lavoro di Pablo Larrain, intitolato semplicemente No. Il film ha già conquistato il C.I.C.A.E. Award allo scorso Festival di Cannes e il premio del pubblico al festival di San Paolo in Brasile; mentre il National Board of Review negli States lo ha premiato come miglior film straniero. La pellicola ha inoltre ricevuto svariate nomination ai festival di Amburgo, Londra, Oslo e Tokyo. Qui il primo trailer.

No vede protagonista Gael Garcia Bernal nei panni del pubblicitario Rene Saavedra che, nel 1988 in Cile, con risorse limitate e pochissimo tempo a disposizione, ideò e realizzò una campagna pubblicitaria originale e semplice per convincere la popolazione a votare No al referendum voluto da Augusto Pinochet per riconfermarsi capo dello Stato.

Oltreoceano il pubblico potrà vedere No nelle sale a partire dal prossimo 15 febbraio 2013.

Pablo Larraín al lavoro con Gael García Bernal in No



17 ottobre 2011 – È tra i giovani autori più interessanti, e anche più sottovalutati, del panorama cinematografico contemporaneo. Dopo Tony Manero e Post Mortem, il cileno Pablo Larraín è pronto a tornare con il suo nuovo lavoro, intitolato semplicemente No. E dopo aver narrato in modo glaciale e terribile l’11 settembre 1973, Larraín è pronto ad affrontare nuovamente la Storia del suo paese.

Con No infatti il regista, ispirandosi alla pièce Referendum di Antonio Skármeta, narrerà del referendum avvenuto in Cile nel 1988. Chi lo volle? Augusto Pinochet, per riconfermarsi nuovamente capo dello stato. Gael García Bernal interpreterà un pubblicitario deciso, in un modo tutto suo, a sconfiggere la campagna di Pinochet semplicemente mandando un messaggio di speranza per un futuro migliore. Una campagna talmente originale da funzionare e far cadere seriamente il dittatore cileno subentrato con il golpe ad Allende.

Con ancora in mente le cupissime immagini e le tremende emozioni di Post Mortem, ci viene un po’ difficile immaginare un film come No diretto da Pablo Larraín: si tratta infatti di una satira, di una commedia che riprende il modo di fare film negli anni 80, e in cui si sfidano, secondo lo stesso regista, Davide e Golia. Ovviamente diamo massima fiducia al grande regista e non vediamo l’ora di sapere qualcosa di più del progetto. Produce ovviamente Juan de Dios Larraín, fratello di Pablo, assieme alla Canana, casa di produzione e distribuzione di Bernal e Diego Luna. La sceneggiatura è firmata da Pedro Peirano, co-sceneggiatore di Affetti e dispetti (La Nana). Le riprese inizieranno all’inizio del mese prossimo: il cinema latino-americano è vivo e lotta insieme a noi.