David 2015, i vincitori – trionfa Anime Nere di Francesco Munzi, grande ospite Quentin Tarantino

9 David vinti, tra i quali miglior film, regia e sceneggiatura. Anime Nere di Francesco Munzi trionfa ai David di Donatello 2015. Bene Il Giovane Favoloso con 5 premi

Il trionfo del film italiano che ammaliò la critica estera alla Mostra del Cinema di Venezia del 2014. Anime Nere di Francesco Munzi ha dominato i David di Donatello 2015, assegnati questa sera in diretta su RaiMovie con Tullio Solenghi alla conduzione. Nominato a 16 David, il titolo di Munzi ne ha vinti 9, tra i quali Miglior Film, Regia e Sceneggiatura. Dietro Munzi un’altra delle pellicole nostrane passate al Lido, ovvero Il Giovane Favoloso di Martone, premiato con 5 riconoscimenti. 2 i David vinti da Mia Madre di Nanni Moretti, entrambi andati alle sue splendide attrici, così come due sono i David vinti da Noi e la Giulia di Edoardo Leo.

Accolto in mattinata dal Presidente della Repubblica Mattarella, Quentin Tarantino è stato il grande ospite internazionale della serata, in cui ha ricevuto non uno bensì due David. Il primo per Pulp Fiction, vinto 20 anni ma mai ritirato, e il secondo per Django. A consegnarli, ovviamente, il mito Ennio Morricone. Affiancato dall’immancabile Olga Fernando, a quanto pare unica interprete d’Italia, Quentin ha conversato con Solenghi ricordando Fernando Di Leo e Mario Bava, registi da lui amati, e Sergio Leone, sottolineando come Il buono, il brutto e il cattivo sia stato il suo primo film visto al cinema. Pazzo del cinema italiano che fu, Tarantino ha quindi ringraziato calorosamente per i due premi portati a casa. Morricone, infine, ha poi ammesso che collaborerà con Tarantino in The Hateful Eight. Se realizzerà l’intera colonna sonora o altro, ovviamente, lo scopriremo a fine dicembre.

Serata da record per Margherita Buy, che è diventata l’attrice ad aver vinto più David di sempre, essendosene portati a casa 7 (su 16 nomination), mentre Nanni Moretti è stato sconfitto da un incredulo Carlo Buccirosso tra i migliori attori non protagonisti. Commedie in trionfo anche con Se Dio Vuole, visto il David da ‘esordiente’ a Edoardo Falcone, con Giulia Lazzarini meravigliosa vincitrice per Mia Madre ed Elio Germano inevitabile vincitore per Il giovane Favoloso. Sorprendente premio per La teoria del Tutto, eletto Miglior film dell’Unione Europea a discapito di Pride, con il premio Oscar Birdman di Inarritu Miglior film straniero. Anche in questo caso, come avvenuto con Munzi e Martone, visto a Venezia. A seguire tutti i vincitori dei David 2015.

[accordion content=”I vincitori” title=”David 2015″]

Miglior Film
– Anime Nere

Miglior Regista
– Francesco Munzi – Anime Nere

Miglior Scenegiatura
– Francesco Munzi, Fabrizio Ruggirello, Maurizio Braucci – Anime Nere

Miglior Attore non Protagonista
– Carlo Buccirosso – Noi e la Giulia

Miglior regista Esordiente
– Edoardo Falcone per Se Dio Vuole

Miglior attrice Non protagonista
– Giulia Lazzarini per Mia Madre

Miglior Produttore
– Cinemaundici e Babe Films, con Rai Cinema per il film Anime Nere

Miglior canzone Originale
– “ANIME NERE” interpretata da M. DE LORENZO, musica e testi di G. TAVIANI per il film: Anime Nere

Miglior Musicista
– Giuliano Taviani – Anime Nere

Miglior Documentario
– Belluscone – una storia siciliana di Franco Maresco

Miglior Cortometraggio
– Thriller di Giuseppe Marco Albano

Migliore truccatore
– Maurizio Silvi – Il giovane Favoloso

Migliore acconciatore
– Aldo Signoretti e Alberta Giuliani – Il giovane Favoloso

Miglior attore protagonista
– Elio Germano – Il giovane Favoloso

Migliori effetti digitali
– Visualogie – Il ragazzo Invisibile

Miglior fonico di presa diretta
– Stefano Campus – Anime Nere

Migliore attore protagonista
– Margherita Buy – Mia Madre

Miglior film dell’Unione Europea
– La teoria del Tutto

Miglior film straniero
– Birdman

Migliore scenografo
– Giancarlo Muselli – Il Giovane Favoloso

Migliore costumista
– Ursula Patzak – Il giovane favoloso

David Giovani
– Noi e la Giulia di Edoardo Leo

Miglior autore della fotografia
– Vladan Radovic – Anime Nere

Miglior Montaggio
– Cristiano Travaglioli – Anime Nere