• Film

Candyman: il reboot includerà una nuova storia di origine per l’icona horror

La regia Nia DaCosta parla del reboot e di un approccio diverso alla storia di origine del nuovo Candyman.

Il sequel-reboot di Candyman lancerà una nuova storia di origine per l’icona horror creata da Clive Barker, lo ha rivelato la regista Nia DaCosta durante un evento virtuale.

L’originale Candyman – Terrore dietro lo specchio di Bernard Rose è diventato un cult horror degli anni ’90 e ha generato due sequel: Candyman 2 – L’inferno nello specchio del 1995 diretto da Bill Condon e Candyman – Il giorno della morte del 1999 diretto da Turi Meyer. Il nuovo film, descritto come un “sequel spirituale” invece che un reboot a tutto tondo, è prodotto e co-sceneggiato da Jordan Peele di (Scappa – Get Out), diretto da DaCosta al suo secondo lungometraggio dopo il debutto con il thriller Little Woods e vede coinvolto Tony Todd, l’originale Candyman dei film degli anni ’90.

Il Candyman originale era il fantasma vendicativo di un uomo afroamericano evocato pronunciando cinque volte il suo nome in uno specchio. Il Candyman era originariamente Daniel Robitaille, il figlio di uno schiavo che divenne un artista rispettato nel XIX secolo, ma la sua relazione con una donna bianca lo portò ad essere brutalmente assassinato. abbigliato con un cappotto di lana e munito di gancio arrugginito per una mano, Candyman perseguita e uccide coloro che ripetono il suo nome nello specchio.

Il sito /Film riporta che DaCosta durante un incontro virtuale via chat al Nightstream Fest ha rivelato che il Candyman del reboot avrà una forma diversa dall’originale.

Nell’originale, è già completamente formato…suppongo un mostro, diremo, perché è decisamente così che è rappresentato nel film originale, come un mostro. E quindi, è davvero come una rivelazione del tipo, ‘Ecco il mio torace. Sono completamente formato, sono completamente grottesco mentre nel nostro film, volevamo davvero che fosse una lenta progressione, e per me, volevo davvero innescare una risposta del tipo, sai quando tutti noi abbiamo avuto un rasho o qualcosa del genere, e siamo tipo, hmm, che cos’è? Forse è un’eruzione di calore, e poi forse non se ne va per un po’ e tu sei come, hm, interessante. Devo andare dal dottore? No, probabilmente andrà bene. E poi, per la stragrande maggioranza delle persone, scompare. In questo film, ovviamente, non va via, peggiora e quindi volevo avere quell’effetto. Se qualcuno torna a casa dopo aver visto questo film e guarda la propria eruzione cutanea, urto o puntura di zanzara e sarà un po’ più spaventato, allora avrò fatto il mio lavoro. Ed è proprio quello che volevo fare, si tratta di entrare nella testa del pubblico e disturbarlo visceralmente e seguirlo psicologicamente con la sensazione trasmessa del personaggio principale.

Tony Todd l’originale Candyman ha elogiato l’approccio al reboot e il divario di 30 anni tra i film che mostreranno i cambiamenti e le somiglianze tra il mondo di allora e quello di oggi. Inizialmente previsto per il 12 giugno, il film è stato in prima battuta posticipato a settembre a causa della pandemia di coronavirus e recentemente DaCosta ha annunciato una nuova data di uscita posticipata al 2021 cercando di evitare l’uscita in streaming.

La trama ufficiale:

Oggi, un decennio dopo che la Cabrini Tower è stata demolita, il visual artist Anthony McCoy (Yahya Abdul-Mateen II; Watchmen, Us della HBO) e la sua fidanzata, la direttrice di una galleria Brianna Cartwright (Teyonah Parris; Se la strada potesse parlare, The Photograph), si trasferiscono in un condominio di lusso a Cabrini, ora nobilitato oltre ogni aspettativa e abitato da Millennial in ascesa. Con la carriera da pittore di Anthony sull’orlo dello stallo, un incontro casuale con un anziano di Cabrini Green (Colman Domingo; Euphoria, Assassination Nation della HBO) espone Anthony alla natura tragicamente orribile della vera storia dietro Candyman. Ansioso di mantenere il suo status nel mondo dell’arte di Chicago, Anthony inizia ad esplorare questi dettagli macabri nel suo studio come nuova grinta per i suoi dipinti, aprendo inconsapevolmente una porta ad un passato complesso che svela la sua sanità mentale e scatena un’ondata terrificante di violenza virale che lo mette in rotta di collisione con il destino.

Il cast del film include Yahya Abdul-Mateen II (Watchmen), Teyonah Parris (Chi-Raq), Colman Domingo (Euphoria), Nathan Stewart-Jarrett (Dracula), Virginia Madsen è a bordo ma non nei panni del personaggio del film originale, che sarà invece interpretato da Cassie Kramer (Chicago P.D.).

I Video di Cineblog