Dwayne Johnson produttore e protagonista del remake live-action Disney di Oceania

Dwayne Johnson protagonista e produttore del remake live-action Disney “Oceania”, torna anche l’attrice Auli’i Cravalhon che riprende il ruolo dall’originale di Vaiana

Di Pietro Ferraro  

In attesa del remake live-action del classico La sirenetta in uscita il 24 maggio, Dwayne Johnson ha recentemente condiviso un video girato alle Hawaii in cui annuncia che i Disney Studios stanno sviluppando un remake live-action del film d’animazione Oceania (Moana). L’annuncio girato alle Hawaii è stato condiviso in un video durante l’ultima riunione sugli utili della Disney con il CEO Bob Iger.

Dwayne Johnson, che ha prestato la voce al semidio Maui nel film originale, produrrà il remake e riprenderà anche il suo ruolo di Maui nel film che celebrerà le isole, le comunità e le tradizioni degli abitanti delle isole del Pacifico viste attraverso gli occhi di una giovane donna desiderosa di trovare la propria strada.

Johnson ha dichiarato nel video: “Sono profondamente onorato e sopraffatto dalla gratitudine per portare la bellissima storia di Moana sul grande schermo in live-action. Questa storia è la mia cultura e questa storia è emblematica della grazia e della forza guerriera del nostro popolo. Indosso questa cultura con orgoglio sulla mia pelle e nella mia anima, e questa opportunità irripetibile di riunirmi a Maui, ispirata dal mana e dallo spirito del mio defunto nonno, l’High Chief Peter Maivia, è molto profonda per me. Voglio ringraziare i miei partner della Disney per il loro forte impegno in questa impresa speciale, perché non c’è mondo migliore per noi per onorare la storia della nostra gente, la nostra passione e il nostro scopo che attraverso il regno della musica e della danza , che è al centro di ciò che siamo come popolo polinesiano”.

La doppiatrice originale di Vaiana, l’attrice Auli’i Cravalhon vista di recente nella commedia sovrannaturale Darby Harper: consulenza fantasmi (disponibile su Disney Plus), è coproduttrice del progetto e ha affermato in una dichiarazione che il personaggio di Moana “ha avuto un impatto così profondo su come pensiamo alle principesse Disney. La forza e la perseveranza di Vaiana sono una fonte d’ispirazione per il pubblico di tutto il mondo, per me e per tutti coloro che l’hanno aiutata a darle vita. Non vedo l’ora di condividere la sua storia in un modo completamente nuovo”.

La storia del film segue un’adolescente avventurosa che parte per un’audace missione per salvare il suo popolo. “Durante il suo viaggio, Vaiana incontra l’un tempo potente semidio Maui, che la guida nella sua ricerca per diventare una maestra esploratrice. Insieme navigano attraverso l’oceano aperto in un viaggio pieno di azione, incontrando enormi mostri e avversità impossibili. Lungo la strada, Vaiana soddisfa l’antica ricerca dei suoi antenati e scopre l’unica cosa che ha sempre cercato: la propria identità. Anche lo sceneggiatore del film originale, Jared Bush, che ha lavorato anche ad Encanto e Zootropolis, insieme alla professionista dell’industria samoana Dana Ledoux Miller, faranno parte della produzione.

Il presidente della produzione cinematografica di Walt Disney Studios, Sean Bailey, ha dichiarato durante la presentazione dello studio che “È ancora presto, ma l’idea di lavorare con questi fantastici partner per raccontare una storia così significativa su una tela live-action, in particolare mentre celebriamo i 100 anni della narrazione alla Disney, è elettrizzante”.

Dai Walt Disney Animation Studios arriva Oceania, un’entusiasmante avventura d’animazione incentrata su una vivace adolescente di nome Vaiana, che s’imbarca in una coraggiosa missione per salvare il suo popolo . “Vaiana è la figlia sedicenne del capo dell’isola di Motu Nui”, racconta il regista Ron Clements. “E’ atletica, agile, compassionevole e incredibilmente intelligente. Non si ferma davanti a nulla e ha un legame profondissimo con l’oceano.” “Per lei, quindi, è totalmente incomprensibile che il suo popolo non vada al di là della barriera corallina che circonda l’isola”, aggiunge il regista John Musker. “I suoi abitanti rimangono dentro il confine di quella barriera e Vaiana non capisce proprio perché.” La storia si ispira, in parte, ai racconti della tradizione orale dei popoli e delle culture dell’Oceania. Tremila anni fa i viaggiatori polinesiani, tra i più grandi navigatori al mondo, attraversavano lo sconfinato Oceano Pacifico, alla scoperta delle numerose isole dell’Oceania. Successivamente però, secondo gli studiosi, per un millennio circa i loro viaggi cessarono – e nessuno sa esattamente perché . “La navigazione è una componente importantissima della cultura del Pacifico”, dice Musker. “Gli antichi polinesiani si orientavano in mare aperto senza l’ausilio di strumentazioni moderne, ma grazie alla loro conoscenza della natura, delle stelle, delle onde e delle correnti.” Clements aggiunge: “Abbiamo sentito dire molte volte che l’oceano non separa le isole, ma le collega. La navigazione è un vero motivo di orgoglio per gli abitanti delle isole del Pacifico, una parte della loro identità. Sono stati, e continuano ad essere, tra gli esploratori più grandi di tutti I tempi. Ciò che facevano era molto sofisticato, quasi miracoloso.”

Ci sono molte teorie, ma nessuna certezza, su cosa potrebbe aver causato l’interruzione di questi viaggi per 1000 anni. E’ proprio questo che ha stimolato l’immaginazione dei registi. Musker dice: “Nella storia la nostra eroina, Vaiana, ci fa assistere alla rinascita delle esplorazioni.” Durante il suo viaggio Vaiana incontra il potente semidio Maui, lo straordinario personaggio ispirato a numerosissimi racconti e leggende di tutta la regione oceanica. Musker racconta: “Siamo rimasti affascinati dalle storie che leggevamo e che ci raccontavano gli esperti di questa regione. Maui era un personaggio incredibile, molto furbo, dotato del potere di trasformarsi. Poteva sollevare intere isole dal mare usando il suo gigantesco amo da pesca e riusciva a rallentare il sole. E’ una figura straordinaria. Maui, a sua volta alle prese con il viaggio alla scoperta di se stesso, con un po’ di riluttanza inizia a guidare Vaiana nella sua ricerca per diventare una grande esploratrice e salvare il suo popolo. Insieme, i due attraverseranno l’oceano in un viaggio pieno d’azione, che li porterà ad affrontare enormi creature feroci e ostacoli impossibili e, lungo il percorso, Vaiana troverà l’unica cosa che ha sempre desiderato: la propria identità. “E’ una storia ambientata moltissimi anni fa, ma con un tocco contemporaneo”, dice la produttrice Osnat Shurer. “La nostra speranza come filmmakers era quella di creare una storia universale che rendesse anche omaggio alle bellissime popolazioni delle isole del Pacifico, che ci hanno ispirato in questa avventura.” Il film è diretto dal celebre duo formato da Ron Clements e John Musker (La Sirenetta, Aladdin, La Principessa e il Ranocchio) e prodotto da Osnat Shurer (Stu – Anche un Alieno Può Sbagliare, One Man Band). Il variegato e dinamico team impegnato nella realizzazione delle musiche di Oceania include il vincitore del Tony® Award Lin-Manuel Miranda (il musical di Broadway premiato con il Pulitzer e il Tony Award “Hamilton”, il vincitore del Tony Award In the Heights), il compositore premiato con il Grammy Mark Mancina (Speed, Tarzan, Il Re Leone) e Opetaia Foa’i (fondatore e cantante della premiata band internazionale Te Vaka).

Fonte: Deadline

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →