La Fortezza: Greg Nicotero prepara un remake dell’horror “The Keep” di Michael Mann

Il film horror del 1983 “La fortezza” di Michael Mann torna sul grande schemro in un remake prodotto dal mago degli effetti speciali Greg Nicotero.

Greg Nicotero, maestro degli effetti speciali, produttore e regista delle serie tv The Walking Dead e Creepshow nonché co-fondatore, con Robert Kurtzman e Howard Berger, del leggendario studio di trucco ed effetti speciali KNB EFX Group, realizzerà un remake del cult horror La Fortezza aka The Keep del 1983, secondo lungometraggio per il grande schermo del regista Michael Mann, dopo l’esordio due anni prima  con Strade violente, e prima e unica incursione nel genere horror del futuro regista di Heat – La sfida e Collateral.

A dare la notizia via Twitter di questo remake in arrivo è stato Francis Paul Wilson, autore del romanzo su cui era basato il film di Mann, pubblicato nel 1981.

LA FORTEZZA – 2 giorni fa, dopo un anno e mezzo di trattative tra l”acquirente e la mia parte all’ICM, ho firmato un accordo di opzione/acquisto con Greg Nicotero per il remake de La fortezza. Greg è un fan di lunga data del libro e ha le carte in regola per fare un adattamento degno.

La trama del film: “Qualcosa sta uccidendo i miei uomini.” Così recita il messaggio ricevuto da un comandante nazista di stanza in un piccolo castello in alto nelle remote Alpi della Transilvania. Invisibile e silenzioso, il nemico seleziona una vittima per notte, lasciando dietro di sé i cadaveri esangui e mutilati per terrorizzare le sue future vittime. Uno squadrone della morte composto da un elite di SS viene inviato per risolvere il problema, ma gli uomini scoprono qualcosa che è sia potente quanto terrificante. In preda al panico, i nazisti portano un esperto locale di folklore, uno studioso ebreo, per fare luce sui misteriosi avvenimenti. E all’insaputa di chiunque, c’è un altro visitatore in arrivo, un uomo che si è svegliato da un incubo ed è subito partito per incontrare il suo destino.

 

[Greg Nicotero]
Il film scritto e diretto da Michael Mann vede nel cast Scott Glenn, Gabriel Byrne, Alberta Watson, Ian McKellen e Jürgen Prochnow all’epoca reduce dal successo di U-Boot 96. Le riprese si sono tenute in Galles e presso gli Shepperton Studios durante l’autunno del 1982. “La fortezza” ha avuto una produzione travagliata che ha fatto lievitare il budget; maltempo e forti piogge hanno fatto allungare i tempi delle riprese e la morte del supervisore degli effetti speciali Wally Veevers (2001: Odissesa nello spazio) durante la post-produzione ha mandato la lavorazione del film nel caos. A questo punto Paramount Pictures ha chiuso i rubinetti e si è rifiutata di finanziare le scene del finale originale pensato da Mann, che prevedeva un’epica battaglia in cima alla torre della fortezza, una scena carica di effetti speciali che avrebbero incluso anche l’apertura di un portale dimensionale. Lo stop di Paramount costrinse Mann a creare un finale raffazzonato con il budget a disposizione e successivamente ad apportare numerosi tagli che hanno ridotto la durata originale del film di oltre 100 minuti. Nonostante il deludente risultato box-office e le recensioni contrastanti ricevute, “La fortezza” nel corso degli anni si è conquistata un seguito di cultori.

Michael Mann una volta descrisse il film come: “Una favola per adulti” dalle suggestioni oniriche, ma l’adattamento non piacque allo scrittore del romanzo originale, F. Paul Wilson, anzi ne fu talmente deluso (“un film visivamente intrigante, ma per il resto assolutamente incomprensibile”), che in seguito scrisse un racconto intitolato “Cuts”, in cui uno scrittore lancia una maledizione voodoo su un regista che ha mutilato una sua opera. Mann dopo la delusione commerciale e artistica per questo film, decise di dedicarsi a temo pieno al piccolo schermo, ed è in quel periodo che il regista creò la serie tv di culto Miami Vice (1984).

“La fortezza” ha segnato anche la seconda e ultima collaborazione di Mann con i Tangerine Dream che in precedenza avevano musicato per Mann l’esordio “Strade violente” (1981). Gli effetti speciali per la creatura, ideata dal fumettista e regista francese Enki Bilal (Immortal Ad Vitam), sono stati realizzati da Nick Maley in collaborazione con Nick Allder, che aveva precedentemente lavorato ad Alien e L’impero colpisce ancora. Nel 1983 la Mayfair Games ha pubblicato un gioco da tavolo basato sul film, progettato da James D. Griffin, che vede un giocatore controllare il demone malvagio, Molasar, mentre gli altri hanno dodici turni per trovare l’Elsa, l’unica arma in grado di distruggerlo.Il combattimento è gestito da carte apposite (demone / ricercatore) che vengono confrontate ad ogni battaglia, con quella di maggior valore che designa il vincitore dello scontro (3–6 Giocatori / 30–60 Min / Età 10+).

Fonte: Joblo

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →