Stasera in tv: “Red Sparrow” su Italia 1

Italia 1 stasera propone Red Sparrow, spy-thriller del 2018 diretto da Francis Lawrence e interpretato Jennifer Lawrence, Joel Edgerton e Jeremy Irons.

Cast e personaggi

Jennifer Lawrence: Dominika Egorova
Joel Edgerton: Nathaniel Nash
Matthias Schoenaerts: Vanya Egorov
Charlotte Rampling: Direttrice della Scuola Sparrow
Mary-Louise Parker: Stephanie Boucher
Jeremy Irons: Vladimir Andreievich Korchnoi
Ciarán Hinds: Alexei Ivanovich Zyuganov
Joely Richardson: Nina Egorova
Sakina Jaffrey: Trish Forsyth
Douglas Hodge: Maxim Volontov
Bill Camp: Marty Gable
Thekla Reuten: Marta Yelenova
Hugh Quarshie: Simon Benford

Doppiatori italiani

Alessia Amendola: Dominika Egorova
Simone Mori: Nathaniel Nash
Alessio Cigliano: Vanya Egorov
Melina Martello: Direttrice della Scuola Sparrow
Eleonora De Angelis: Stephanie Boucher
Edoardo Siravo: Vladimir Andreievich Korchnoi
Stefano De Sando: Alexei Ivanovich Zyuganov
Antonella Giannini: Nina Egorova
Tiziana Avarista: Trish Forsyth
Marco Mete: Maxim Volontov
Gianluca Tusco: Marty Gable
Franca D’Amato: Marta Yelenova
Roberto Fidecaro: Simon Benford

La trama

Dominika Egorova (Jennifer Lawrence) è tante cose. Una figlia devota che ha deciso di proteggere la madre a tutti i costi. Una prima ballerina la cui implacabile determinazione ha spinto il suo corpo e sua la mente al limite assoluto. Una maestra nel combattimento seducente e manipolatrice. Quando subisce un infortunio che le stronca la carriera, Dominika e sua madre affrontano un futuro doloroso e incerto. È per questo che si trova manipolata e spinta a diventare la più recente recluta della Sparrow School, un servizio segreto di intelligence che spinge giovani eccezionali come lei a usare corpi e menti come armi. Dopo aver sopportato un percorso di addestramento perverso e sadico, emerge come lo “Sparrow” più pericoloso che il programma abbia mai prodotto. Dominika deve ora riconciliare la persona che era con l’autorità che la controlla, mentre la propria vita e quella di tutti coloro a cui tiene è a rischio, incluso un agente americano della CIA che cerca di convincerla che è l’unica persona di cui può fidarsi.

Curiosità

  • Scritta da Justin Haythe, la pellicola è la trasposizione cinematografica del romanzo Nome in codice: Diva (Red Sparrow) scritto dall’ex agente della CIA Jason Matthews. Prima ancora che il romanzo fosse finito, Matthews ha venduto i diritti del film per una somma di sette cifre. Il romanzo è il primo libro di una trilogia, con gli altri che sono Palace of Treason e The Kremlin’s Candidate.
  • Per prepararsi al ruolo, Jennifer Lawrence ha fatto danza classica e ha praticato un accento russo per quattro mesi, trascorrendo tre ore al giorno lavorando con l’istruttore di danza di Hollywood Kurt Froman. Ha detto che è stato difficile perché non aveva mai avuto il desiderio di fare danza.
  • Il romanziere Jason Matthews potrebbe non aver incontrato un Dominika nella vita reale nel suo lavoro con la CIA, ma la scuola “honeypot” faceva effettivamente parte dell’addestramento dell’intelligence sovietica. “Nell’Unione Sovietica, avevano una scuola che insegnava alle giovani donne l’arte dell’intrappolamento, l’arte della seduzione, per ricattare obiettivi dell’intelligence”, ha spiegato Matthews. “Avevano una scuola di Sparrow nella città di Kazan, sulle rive del fiume Volga, dove alle giovani donne veniva insegnato come essere cortigiane. Erano chiamate ‘passeri’.
  • La ballerina americana Isabella Boylston era la controfigura di Jennifer Lawrence nel film.
  • Il doppiaggio russo cambia il nome di Dominika in “Veronica”, dal momento che il nome Dominika è praticamente sconosciuto nei paesi di lingua russa.
  • I personaggi russi sono interpretati da attori americani, britannici, irlandesi, belgi, olandesi, tedeschi, ucraini e polacchi. Il protagonista americano del film (Nate Nash), è interpretato dall’attore australiano Joel Edgerton.
  • La vera migliore amica di Jennifer Lawrence, nonché sua assistente nel film, Laura Simpson Ternosky ha un cameo nel film nei panni della donna seduta al bar dell’hotel con Dominika a Mosca.
  • Il regista Francis Lawrence ha condiviso i suoi sentimenti sul confronto tra Red Sparrow e Black Widow dai fumetti Marvel, interpretato nell’UCM da Scarlett Johansson: “Ci sono persone che pensano che sia molto simile alla storia di Black Widow. Questo film non è tratto da Black Widow, questo film è tratto da Red Sparrow scritto da un tipo che era nella CIA. È come se le sue referenze provenissero da un posto molto, molto diverso da quello dei fumetti. Ma questo confronto ci sarà sempre. Alla gente piace mettere le cose in scatole, ma penso che sia un film davvero unico. Questo è un thriller, non è un action, non è giocattoloso. È un film per adulti. C’è violenza, è un po’ perverso, c’è suspense e molto intrigo. È un tipo diverso di film di spionaggio”.

  • I critici e il pubblico hanno notato che l’attore belga Matthias Schoenaerts ha una sorprendente somiglianza con il presidente russo Vladimir Putin nel film. Ma secondo il regista Francis Lawrence, Schoenaerts non è stato scelto intenzionalmente a causa della sua somiglianza con Putin, e il regista si è reso conto della somiglianza tra loro solo sul set. La somiglianza di Schoenaerts con Putin era stata notata in precedenza quando ha recitato in film come Suite Francese (2014) e The Danish Girl (2015).
  • Quando il progetto è stato annunciato nel 2013, Darren Aronofsky era in trattative per dirigerlo. Aronofsky ha abbandonato nel 2014 e nello stesso anno, David Fincher e Rooney Mara erano in trattative ripettivamente per dirigere e recitare nel film. Nel luglio 2015, è stato riferito che Francis Lawrence era in trattative per dirigere il film. Nel settembre 2015, Jennifer Lawrence è stata annunciata nel ruolo principale con Francis Lawrence come regista.
  • Il presidente russo Vladimir Putin è una figura chiave nel libro su cui si basa il film. Tuttavia, Fox ha deciso di escluderlo dall’adattamento cinematografico. Quando la dirigente della Fox Emma Watts ha opzionato il libro nel 2013, ha spostato la storia dalla Russia moderna alla Budapest degli anni ’70, nominalmente per dargli un’atmosfera più “senza tempo” – e sebbene Putin abbia un ruolo chiave nel libro, è stato abbandonato. Quindi, dopo che Francis Lawrence è salito a bordo come regista, Watts ha riportato la storia ai giorni nostri. Nonostante l’esplosione di interesse per il Cremlino a seguito delle elezioni americane (2016), il carattere di Putin non è stato ripristinato. Gli addetti ai lavori descrivono le mosse come “scelte creative”, ma evitando Putin, Fox si è anche salvaguardata da eventuali hacker russi che potrebbero protestare.
  • Quando il romanziere di “Red Sparrow” Jason Matthews ha completato il suo mandato di trentatré anni con la CIA, ha scoperto che non era contento di rimanere inattivo durante la sua pensione. Lavorato dal tempo, Matthews ha iniziato a scrivere per il suo secondo atto. “La carriera è stata così esperienziale. C’era un grande divario da colmare”, dice Matthews del suo adattamento alla vita post-CIA. “O si trattava di scambi giornalieri, di pesca o di passeggiate. Iniziare a scrivere era una terapia tanto quanto qualsiasi altra cosa.” Fan di lunga data di John le Carré e Ian Fleming ha iniziato a lavorare a ‘Red Sparrow’, che è stato pubblicato nel 2013 ed è diventato un best-seller e la base per una trilogia: ‘Palace of Treason’ è stato il secondo della serie e il prossimo è “Il candidato del Cremlino”.
  • Sergei Polunin (Konstantin) è in realtà un ballerino professionista.

  • Nate usa una scytale per decrittare alcuni messaggi. È un metodo di crittografia molto debole, ma è comunque utile nei casi in cui il destinatario può agire più velocemente di quanto l’avversario possa decrittografare (e comprendere) il messaggio.
  • La trama è simile al film TV Secret Weapons (1985), realizzato durante l’era della Guerra Fredda. Linda Hamilton ha interpretato il personaggio di “Dominika Egorova” e Sally Kellerman ha interpretato il personaggio di “Matrona”. Diverse scene della scuola sono molto simili.
  • Jennifer Lawrence e il regista Francis Lawrence non sono imparentati.
  • Il regista Francis Lawrence ha incoraggiato la partecipazione del romanziere Jason Matthews durante lo sviluppo della sceneggiatura. “Quando ho letto il libro, mi sono innamorato dell’autenticità del mondo creato da Jason Matthews”, ha detto il regista. “Mi ha semplicemente preso.” Matthews ha osservato: “Non so molto di Hollywood, ma Francis è un regista straordinario con un lavoro straordinario. È stato inclusivo. Ha incoraggiato i miei commenti, e so che non è sempre così negli adattamenti cinematografici, ma è stato incoraggiante e collegiale”.
  • Il romanziere Jason Matthews ha messo la sua esperienza tecnica a disposizione dello sceneggiatore Justin Haythe durante l’adattamento del film dal romanzo originale. “E ‘uno scrittore sensazionale”, ha detto Haythe di Matthews. “Molti degli aspetti tecnici della trama provengono dal libro. Se era qualcosa di inventato, Jason era lì dall’altro capo del telefono per un consiglio tecnico, oppure leggeva la sceneggiatura e forniva note, il che è stato estremamente utile. Siamo stati fortunati avere un esperto nel periodo di incubazione”. Il produttore Peter Chernin concorda: “Jason ha fornito note e feedback incredibilmente dettagliati sulle nostre varie bozze di sceneggiatura, principalmente per quanto riguarda l’accuratezza e la credibilità di qualsiasi cosa relativa alle tattiche di Nate, Dominika e dei rispettivi colleghi, ecc.”
  • Jennifer Lawrence ha parlato di una delle sue maggiori preoccupazioni riguardo alla realizzazione della sua prima scena di nudo: l’aspetto dei suoi capezzoli. L’attrice di 27 anni ha fatto la candida confessione durante un’apparizione al talk show di Ellen DeGeneres, ammettendo che era così concentrata su come potevano apparire i suoi capezzoli che in realtà ha rimproverato l’equipaggio dopo aver reso il set troppo caldo. Dopo che Ellen ha chiesto il perché a Lawerence, l’attrice ha deciso di spogliarsi davanti alla macchina da presa per la prima volta, dopo aver precedentemente insistito sul fatto che non sarebbe mai apparsa nuda in un film. “Penso di essermi finalmente scaldata”, ha detto lawrence, sorseggiando un cocktail al rum e ridendo. Poi, più seriamente questa volta, Jen ha aggiunto: “Per me era davvero solo una sceneggiatura e una storia fantastiche. Ho adorato il personaggio e non volevo perderlo a causa delle mie strane insicurezze, quindi l’ho fatto ed è stato davvero splendido.” Jennifer ha continuato dicendo che ciò che l’ha fatta sentire molto più a suo agio è stato il fatto che l’intera troupe proveniva da Hunger Games, che secondo lei ha reso l’atmosfera più rilassata. Ha spiegato lo scenario della giornata in cui ha dovuto filmare la sua scena di sesso nudo dicendo che la troupe era davvero gentile e sono entrati tutti alle tre del mattino per sistemare i riscaldatori. Sottolineando il fatto che il tempo era gelido “perché era un inverno molto ungherese”, ha ammesso di essere una che si lamentata spesso del freddo. Così, il giorno in cui finalmente è arrivata sul set ed è entrata nella stanza ha scoperto che era così caldo e afoso e all’improvviso ha iniziato ad urlare in modo aggressivo: “Cos’è questo caldo! I miei capezzoli sembreranno enormi! ” Lei ed Ellen hanno iniziato a ridere istericamente e Jen ha detto che tutti hanno iniziato a dare di matto quando lei urlava e non sapevano cosa voleva. Ha scherzato sul fatto che loa troupe ha detto, “Jen non puoi più stare a dieta”.

  • Questa è la quarta collaborazione di Francis Lawrence con Jennifer Lawrence. Avevano già lavorato insieme nel franchise Hunger Games, (Hunger Games: La ragazza di fuoco, Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte I e Hunger Games: Il canto della rivolta – Parte 2).
  • Dal momento in cui il regista Francis Lawrence ha letto il libro, sapeva che uno degli obiettivi principali sarebbe stato quello di mantenere gli elementi chiave della storia originale del romanziere Jason Matthews. “C’è sicuramente sessualità nel libro”, ha detto Lawrence. “C’è sicuramente violenza nel libro. C’è una sorta di audacia e volevo assicurarmi che la catturassimo. La cosa su cui [lo sceneggiatore] Justin [Haythe] e io abbiamo lavorato duramente, e in seguito [l’attrice] Jennifer [Lawrence] e io abbiamo lavorato, assicurandoci che fosse organico, che non fosse gratuito, che non fosse mai uno sfruttare a prescindere. L’idea era quella di non approcciare mai il film come un thriller erotico, di non solleticare mai in alcun modo, ma per garantire che il contenuto sembrasse davvero organico alla storia e al dilemma del personaggio abbiamo modulato con molta attenzione tutto ciò che era sessuale o coinvolto nella nudità o nella violenza, per trovare il tono giusto “. Haythe ha aggiunto: “Si tratta davvero del viaggio di un singolo personaggio, qualcuno che si ritrova manipolata da poteri molto più grandi di lei. Dominika [(Jennifer Lawrence)] subisce un infortunio e, tramite uno zio [Matthias Schoenaerts], viene trascinata in questo mondo di spionaggio. Ed è un mondo in cui la sua sessualità è usata come arma, per così dire, nel senso che è addestrata come seduttrice. Ma è una persona troppo grande e troppo complicata per essere una seduttrice, e cambia le regole sulle persone che l’hanno costretta a entrare in questo mondo.”
  • Il manoscritto di “Red Sparrow” è arrivato negli uffici di Chernin Entertainment. I produttori Peter Chernin, Jenno Topping e David Ready hanno tutti preso il romanzo di Jason Matthews e hanno rapidamente acquisito i diritti per sviluppare una sceneggiatura basata sul libro. “La prima attrazione è stata il background di Jason come agente della CIA unito al fatto che questo era il suo romanzo d’esordio”, ha detto Chernin. “E mentre ci tuffavamo nel libro, abbiamo subito capito che era una delle storie di spionaggio più fresche e uniche che avessimo visto”. “Ci è piaciuto anche vedere una storia di spionaggio su un personaggio che non è un Bourne, non un Bond, non un personaggio di Le Carré”, ha aggiunto Topping. “Dominika è in realtà un civile costretto ad un complotto di spionaggio e il cui addestramento nello spionaggio è un mezzo per sopravvivere e per proteggere sua madre.”

  • Mentre il mondo di “Red Sparrow” era familiare al romanziere Jason Matthews, il personaggio centrale del romanzo era un prodotto dell’immaginazione. A seguito di un terribile incidente, Dominika Egorova lascia la sua carriera con il Bolshoi ed è costretta a frequentare una scuola statale che la forma alla manipolazione sessuale. “A differenza degli altri personaggi del libro, Dominika era principalmente immaginaria”, ha detto Matthews. “Vorrei aver incontrato qualcuno come Dominika. Ha fatto carriera nel balletto, finché non le è stato portato via. E poi è stata costretta ad andare alla Sparrow School.”
  • Come produttore esecutivo di questo film, lo sceneggiatore Justin Haythe è rimasto durante la produzione invernale drl film a Budapest, in Ungheria; Bratislava, Slovacchia; Vienna, Austria e Londra, Inghilterra. “Il regista Francis Lawrence mi ha coinvolto nel processo”, ha detto Haythe. “Abbiamo lavorato a stretto contatto nel processo di adattamento, e lui mi ha coinvolto nel processo di ripresa, per sedermi alle prove, per prendere appunti, per fare qualsiasi cambiamento debba essere fatto. Questo accade davvero solo con un regista che è completamente dentro e ha il controllo di ciò che sta facendo”.
  • Mentre dirigeva Jennifer Lawrence in The Hunger Games: Il canto della rivolta Parte 2 (2015), Francis Lawrence ha detto che Lawrence gli aveva detto che non era interessata a fare film con nudità o qualsiasi tipo di sessualità palese. Quando ha iniziato a sviluppare Red Sparrow, ha subito pensato che sarebbe stata perfetta per il film, ma era nervoso che non avrebbe voluto farlo a causa di quello che gli aveva detto. Ma l’ha proposto comunque e si è sentito sollevato quando ha accettato di farlo, con le scene di nudo e tutto il resto.
  • Il regista Francis Lawrence ha mostrato a Jennifer Lawrence il montaggio finale di Red Sparrow davanti a tutti, compresi i produttori e lo studio, perché voleva che lei si sentisse a suo agio con la quantità di nudità che mostrava. Ha detto che le ha dato la possibilità di tagliare qualsiasi scena che voleva, ma lei non ha voluto tagliare niente.
  • Quando il generale Korchnoi (Jeremy Irons) si interroga sull’identità della talpa russa durante la riunione dei servizi segreti russi, alza la sigaretta coprendo parzialmente il volto. Lo schermo passa quindi all’immagine della talpa russa, la cui mano gli nasconde il viso in modo quasi identico.
  • Le prime scene di nudo totale di Jennifer Lawrence. Durante un’intervista ha detto che all’inizio era molto nervosa. “C’è una scena in particolare nel film in cui il tuo incubo della scuola elementare diventa realtà, dove sei nudo di fronte a un’aula piena di gente. Quindi è diventato realtà, ma in realtà non è stato poi così male.”
  • “Red Sparrow” costato 69 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 151.

La colonna sonora

  • Le musiche originali di “Red Sparrow” sono di James Newton Howard (L’avvocato del diavolo, Collateral, The Bourne Legacy). Howard e il regista Francis Lawrence hanno collaborato anche per la saga di Hunger Games.

TRACK LISTINGS:

1. Overture
2. The Steam Room
3. One Night Is All I Ask
4. Take Off Your Dress
5. Arriving at Sparrow School
6. Training
7. Anya, Come Here
8. When Did You First Notice the Tail?
9. There’s a Car Waiting To Take You To Moscow
10. Follow the Trail Wherever It Leads You
11. Blonde Suits You
12. Searching Marta’s Room
13. Ticket to Vienna
14. Telephone Code)
15. Searching Nate’s Apartment
16. Can I Trust You?
17. Switching Disks
18. So What Next?
19. Didn’t I Do Well?
20. End Titles

[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]

Ultime notizie su Film in tv

Tutto su Film in tv →