The Fabelmans: trailer italiano e anticipazioni del film di Steven Spielberg

Tutto quello che c’è da sapere su “The Fabelmans”, il nuovo film di Steven Spielberg ispirato alla sua infanzia con Michelle Williams e Paul Dano.

Dopo la prima mondiale al Toronto Film Festival con standing ovation, il 23 novembre arriva nei cinema americani con Universal Pictures The Fabelmans di Steven Spielberg. Trattasi del film più personale che Spielberg abbia mai realizzato poiché basato sulla sua infanzia in Arizona, e perché riflette sulle esperienze formative che lo hanno reso il regista che tutto il mondo conosce e apprezza. Il film sarà distribuito nelle sale italiane da “01”.

Trama e cast

La trama ufficiale: Cresciuto nell’Arizona del secondo dopoguerra, un giovane di nome Sammy Fabelman scopre uno sconvolgente segreto di famiglia ed esplora come il potere dei film può aiutarlo a vedere la verità.

Il film è interpretato da Gabriel LaBelle (The Predator, serie tv American Gigolò) nei panni dell’aspirante regista sedicenne Sammy Fabelman; la quattro volte candidata all’Oscar Michelle Williams (Manchester by the Sea, Marilyn) nel ruolo di sua madre artististica, Mitzi; Paul Dano (The Batman, Il petroliere) nei panni del suo padre scientifico di successo, Burt; Seth Rogen (Steve Jobs, An American Pickle) nei panni di Bennie Loewy, il migliore amico di Burt e “zio” onorario dei bambini Fabelman, e il candidato all’Oscar Judd Hirsch (Diamanti Grezzi, Gente comune) nei panni dello zio Boris di Mitzi.

The Fabelmans – trailer e video

Curiosità

  • Diretto da Steven Spielberg, “The Fabelmans” è scritto da Spielberg e dal drammaturgo vincitore del Premio Pulitzer Tony Kushner (Angels in America, Caroline o Change), che ha ottenuto nomination all’Oscar per le sue sceneggiature per Lincoln e Monaco entrambe pellicole di Spielberg.
  • I costumi di The Fabelmans sono del due volte premio Oscar Mark Bridges (The Artist, Il filo nascosto) e le scenografie del due volte premio Oscar Rick Carter (Lincoln, Avatar). Il film è montato dal tre volte vincitore dell’Oscar Michael Kahn (Salvate il soldato Ryan, Schindler’s List) e Sarah Broshar (West Side Story, The Post). Il direttore della fotografia del film è il due volte premio Oscar Janusz Kaminski (Schindler’s List, Salvate il soldato Ryan).
  • “The Fabelmans” è la prima sceneggiatura firmata da Steven Spielberg dai tempi di A.I. – Intelligenza artificiale (2001).
  • Questa è la quarta collaborazione tra Steven Spielberg e Tony Kushner, e la prima sceneggiatura che hanno scritto insieme. Kushner aveva già scritto Munich (2005), Lincoln (2012) e West Side Story (2021), tutti diretti da Spielberg.
  • Primo film di Steven Spielberg distribuito dalla Universal Pictures dai tempi di Munich (2005).
  • Nel marzo 2022, il direttore della fotografia Janusz Kaminski ha fornito maggiori informazioni sulla trama del film. Ha rivelato che il film racconterà la vita di Spielberg dai sette ai diciotto anni e tratterà “la sua famiglia, i suoi genitori, gli enigmi con le sue sorelle, ma si occupa principalmente della sua passione per la realizzazione di film”, aggiungendo che toccherà il temi di “giovane amore, divorzio dei genitori e prime relazioni formative … È un film personale molto bello, bellissimo. È molto rivelatore sulla vita di Steven e su chi è come regista”.
  • David Lynch è il terzo attore che Spielberg ha scelto per uno dei suoi film, conosciuto principalmente come regista. Spielberg aveva scelto François Truffaut in Incontri ravvicinati del terzo tipo (1977) e Richard Attenborough in Jurassic Park (1993).
  • Lo sviluppo del film risale al 1999, quando Steven Spielberg prese in considerazione l’idea di dirigere un film sulla sua infanzia per qualche tempo, con la sua incarnazione iniziale intitolata “I’ll Be Home”. Sarebbe stato diretto da una sceneggiatura scritta da sua sorella Anne Spielberg (che ha ispirato il personaggio di Reggie Fabelman in questo film).
  • Girato durante la pandemia di COVID-19, “The Fabelmans” è il primo film di Steven Spielberg ad essere presentato in anteprima mondiale al Toronto International Film Festival, dove ha ricevuto un’accoglienza fortemente positiva con due standing ovation dal pubblico, una prima del film quando Steven Spielberg è salito sul palco per presentarlo, e una più lunga prima delle domande e risposte post-film. È stato anche riferito che la folla gridava ad alta voce il nome di Spielberg mentre era fuori in attesa di entrare nel teatro durante gli arrivi sul red carpet.
  • Steven Spielberg dirige David Lynch in questo film. Lynch aveva già diretto Velluto blu (1986), con l’allora suocera di Spielberg Priscilla Pointer e Laura Dern, che è apparsa nel film di Spielberg Jurassic Park (1993). Spielberg aveva anche espresso interesse a dirigere il primo episodio della seconda stagione de I segreti di Twin Peaks (1990) prima che Lynch optò per fare da solo.
  • Michelle Williams e Seth Rogen erano già apparsi insieme in Take This Waltz (2011).
  • Una scena del film Paul (2011) presenta l’alieno titolare doppiato da Seth Rogen al telefono con Steven Spielberg, nel bel mezzo dello sviluppo del suo classico di fantascienza E.T. – L’extraterrestre (1982). “The Fabelmans” segna la prima volta che Rogen e Spielberg lavorano insieme da allora.
  • Steven Spielberg ha affermato che sebbene lui e Tony Kushner abbiano discusso l’idea del film per anni, è stato durante la pandemia di Covid-19 nel 2020 che ha deciso di scrivere la sceneggiatura con Kushner da zero, quando il lockdown ha fermato la sua agenda. I due hanno scritto la sceneggiatura dalle loro case durante il lockdown e l’hanno finita in 2 mesi.
  • Judd Hirsch è apparso in Independence Day (1996) come il padre del personaggio di Jeff Goldblum. Goldblum è apparso nei film di Spielberg Jurassic Park (1993) e Il mondo perduto – Jurassic Park (1997).
  • Il film è prodotto dalla tre volte candidata all’Oscar Kristie Macosko Krieger (West Side Story, The Post), Steven Spielberg e Tony Kushner. Carla Raij (Master, co-produttore di West Side Story) e Josh McLaglen (Free Guy, Logan) sono i produttori esecutivi.

Steven Spielberg – note biografiche

Steven Spielberg è considerato uno dei più grandi registi di Hollywood di sempre. Con un’illustre carriera che dura da oltre quarant’anni come sceneggiatore, regista e produttore, il portfolio di Spielberg include alcuni dei film di maggior incasso nella storia del cinema. Spielberg si interessò al cinema nel 1958 alla tenera età di 12 anni, quando gli fu chiesto di realizzare un cortometraggio in 8 mm per guadagnare il distintivo di merito per la fotografia del suo gruppo di Boy Scout. Nel 1962 Spielberg vinse il suo primo premio a un festival del cinema per un film di 40 minuti e il resto, come si suol dire, è storia.

Steven Spielberg ha realizzato una serie di blockbuster di grande successo come Indiana Jones e il tempio maledetto, Lo squalo, ET, Schindler’s List, Jurassic World, Munich, Prova a prendermi, Salvate il soldato Ryan e numerosi altri film. Nell’arco della sua carriera Spielberg ha vinto tre Oscar. È stato nominato per sette statuette per la categoria Miglior Regista, e ne ha vinte due (Schindler’s List e Salvate il soldato Ryan), e undici dei film che ha diretto sono stati nominati all’Oscar al Miglior Film – di questi Schindler’s List ha vinto la statuetta.

A seguire un elenco impressionante dei suoi altri premi:

  • Nel 1987, Spielberg ha ricevuto l’Irving G. Thalberg Memorial Award per il suo lavoro come produttore creativo.
  • Nel 1995 Steven Spielberg ha ricevuto l’AFI Life Achievement Award dell’American Film Institute.
  • Nel 1998, Spielberg ha ricevuto Gran Croce al Merito con Placca dell’Ordine al Merito della Repubblica Federale Tedesca in riconoscimento del suo film Schindler’s List e della sua Shoah-Foundation.
  • Steven Spielberg è anche un cavaliere onorario, sia nel Regno Unito, dove è stato nominato Cavaliere Commendatore dell’Ordine dell’Impero britannico (Regno Unito) dalla Regina Elisabetta II per i servizi resi all’industria dello spettacolo. Nel 2003 e 2004 è stato designato rispettivamente Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana dal Presidente della repubblica Carlo Azeglio Ciampi e Cavaliere dell’Ordine della Legion d’Onore dal presidente Jacques Chirac.
  • Il 2006 è stato un altro anno di successi per Spielberg. Il 15 luglio è stato insignito del “Gold Hugo Lifetime Achievement Award” al Summer Gala del Chicago International Film Festival e il 3 dicembre gli è stato conferito un riconoscimento al Kennedy Center.
  • Nel 2008 Spielberg è stato insignito della Legion d’Onore. Nel giugno dello stesso anno, ha ricevuto il premio “Hugh Downs Award for Communication Excellence” dell’Arizona State University.
  • Nell’ottobre 2009 Steven Spielberg ha ricevuto la “Philadelphia Liberty Medal”; consegnatagli dall’ex presidente degli Stati Uniti, Bill Clinton.
  • Il 22 ottobre 2011 è stato ammesso come “Commendatore dell’Ordine della Corona belga”. Il comandante è il terzo grado più alto dell’Ordine della Corona.
  • Il 19 novembre 2013, Spielberg è stato premiato dalla National Archives and Records Administration con il suo “Records of Achievement Award”.

La colonna sonora

Le musiche di “The Fabelmans” sono del cinque volte premio Oscar John Williams (Schindler’s List, Lo squalo). La collaborazione di lunga data di Spielberg con il compositore John Williams è iniziata con The Sugarland Express (1974) con Williams che sarebbe tornato a comporre tutti i film di Spielberg tranne cinque (le eccezioni sono il film Ai confini della realtà, Il colore viola, Il ponte delle spie, Ready Player One e West Side Story). Williams ha vinto tre dei suoi cinque Oscar per la migliore colonna sonora originale per il suo lavoro sui film di Spielberg: Lo squalo (1975), E.T. l’extraterrestre (1982) e Schindler’s List (1993). Durante la realizzazione di Schindler’s List, Spielberg si è rivolto a Williams per comporre la colonna sonora. Dopo aver visto un montaggio grezzo e inedito, Williams è rimasto colpito e ha detto che comporre per il film sarebbe stato troppo impegnativo per lui. Così ha detto a Spielberg: “Hai bisogno di un compositore migliore di me per questo film”. Spielberg ha risposto: “Lo so. Ma sono tutti morti!”. Nel 2016, Spielberg ha consegnato a Williams il “44° AFI Life Achievement Award”, il primo ad essere assegnato a un compositore. “The Fabelmans” segna il 29esimo film di Williams in collaborazione con Spielberg, i due non collaboravano dai tempi di The Post (2017).

Foto e poster