DGA 2013: le nomination dei registi di Hollywood – Dentro Hooper, fuori Tarantino

Manca poco alle nomination degli Oscar 2013, annunciate il 10 gennaio 2013. E intanto arrivano le segnalazioni dei DGA, i Directors Guild Award…

I DGA che non ti aspetti. O, almeno, che riservano la sorpresa finale che più di qualcuno non pensava (e forse non voleva). Se le nomination dei Directors Guild Award sono indicatore dei veri frontrunner per i film che saranno nominati come miglior film agli Oscar 2013, qualcuno deve iniziare a tremare. Mentre qualcuno starà stappando a sorpresa lo spumante. Ma, ricordiamo, la nomination ai circoli specifici non significa essere nominati dall’Academy di diritto. Non sempre. Ecco intanto i 5 registi che ce l’hanno fatta:

Per Affleck è la prima nomination ai DGA; per la Bigelow la seconda, e nel 2009 l’aveva vinto per The Hurt Locker; per Hooper è la seconda, e la scorsa volta l’aveva vinto per Il discorso del Re nel 2010; per Ang Lee è la quarta, e l’aveva vinto per La tigre e il dragone (2000) e I segreti di Brokeback Mountain (2005); per Spielberg è l’undicesima (!) nomination ai DGA, e ne ha vinti tre: per Il colore viola (1985), Schindler’s List (1993), Salvate il soldato Ryan (1998).

Dopo il salto, un paio di considerazioni sui DGA, in attesa delle nomination agli Oscar.

Tra questi c’è sicuramente la persona che vincerà l’Oscar 2013 come miglior regista. E, visto che solo Affleck non ha vinto un DGA e un Oscar, c’è un’altissima probabilità che avremo un miglior regista che in passato ha già vinto la statuetta dorata. Ma, su questo fronte, non c’è nulla di nuovo: si sapeva da qualche mesetto che sarebbe andata a finire così. Più o meno.

Dopo le critiche non sempre proprio positive ricevute, nessuno avrebbe infatti scommesso ormai su Tom Hooper. Il quale, a prima vista, ritorna prepotentemente in gara con il suo Les Misérables. Però lo ripetiamo: nomination ai DGA non significa essere nominati nella cinquina del miglior regista in automatico. Vi ricordate cosa successe l’anno scorso? Ai DGA venne nomination David Fincher con Millennium: Uomini che Odiano le Donne, poi agli Oscar ci arrivò Terrence Malick con The Tree of Life.

Cosa succederà quest’anno? Manca anche David O. Russell con Silver Linings Playbook, tra i titoli più applauditi e premiati del 2012. Ma, a questo punto, non si sa cosa pensare: la mancanza di O. Russell qui la dice lunga, e a questo punto potremmo non ritrovarcelo agli Oscar nella magica cinquina (sarà sicuramente nominato come miglior film, ma questo è scontato). Noi crediamo che Hooper non ce la farà: lo sostituirà Quentin Tarantino con Django Unchained? O avremo una grossa sorpresa “d’essai”, magari un P.T. Anderson – sempre che The Master riesca ad essere nominato come miglior film -?

Staremo a vedere: mancano poche ore al 10 gennaio 2013, quando le nomination agli Oscar saranno annunciate. Noi stiamo per tornare con le nostre ultimissime previsioni. Stay tuned.

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Oscar

Tutto su Oscar →