Clint Eastwood – 83 anni di leggenda fumante

Festeggiando gli 83 anni di Clint Eastwood, una leggenda dal temperamento ‘fumante’, anche quando non fuma il sigaro, impugna una colt, o la celebre 44 magnum.

di cuttv

Clint Eastwood, prima di Invictus, Beverly Hills 3 dic 2009

Oggi ci vorrebbe una 44 magnum per accendere le 83 candeline sulla torta di Clint Eastwood, ma possiamo sempre tenere le munizioni per fare auguri esplosivi al bel cavaliere senza nome, con gli occhi di ghiaccio e il broncio che affascina, interprete di oltre 50 film, di cui 40 come protagonista, nella lunga carriera di attore, regista, produttore e compositore.

Una carriera eclettica attraverso i generi, iniziata a 24 anni con la fantascienza horror di serie B della Universal, come assistente di laboratorio che perde topolini ne La vendetta del mostro (Revenge of the creature) di Jack Arnold, seguito del celebre Il mostro della laguna nera, culminata qualche mese fa nel dramma sportivo diretto da Robert Lorenz, che lo vede Di nuovo in gioco come osservatore degli Atlanta Braves.

In mezzo c’è tutto quello che ha portato il cavaliere senza nome della trilogia del dollaro a cavalcare nel west di Sergio Leone e del glorioso Spaghetti Western, l’Ispettore Callaghan ad impugnare la sua 44 magnum per tanti polizieschi, insieme all’action del prigioniero in Fuga da Alcatraz, la commedia di Honkytonk Man, la biografia musicale del grande Charlie “Bird” Parker, il ritorno del pistolero ne Gli spietati, il dramma-poliziesco di Un mondo perfetto, i sentimenti che attraversano I ponti di Madison County, il thriller di Mezzanotte nel giardino del bene e del male, Mystic River (2 Oscar e 2 Golden Globe), il dramma sportivo di Million Dollar Baby, protagonista dei premi Oscar 2005, o il drammatico, crepuscolare e semibiografico Gran Torino.

Clint Eastwood, 1969

Questi, e tutti quelli che trovate in coda con la filmografia, trailer, clip, e un video con ben 170 citazioni tratte dai suoi film, che seguono la gallery fotografica e tante curiosità, su questo grande interprete che ha tante qualità, più di due espressioni, e ancora qualche film in cantiere, dallo sfortunato A Star Is Born al probabile Jersey Boys per il 2014 … per sedurre l’immaginario cinematografico, ma a quanto pare anche parecchie signore, a giudicare dai suoi 7 figli nati da 5 donne diverse, compresa l’ultima moglie sposata nel 1996, di 35 anni più giovane di lui.

Clint Eastwood e moglie a Cannes, 23 mag 2003

Gallery fotografica 2013-1965

Clint Eastwood, Tribeca Film Festival, 27 apr 2013
Clint Eastwood, Trouble With The Curve, 19 set 2012
Clint Eastwood - Foto 2013-1965
Clint Eastwood, Trouble With The Curve, 19 set 2012
Clint Eastwood e Morgan Freeman, Una serata con Clint Eastwood per debutto cofanetto 'DVD Clint Eastwood, 17 feb 2010
Clint Eastwood, prima di Invictus, Beverly Hills 3 dic 2009
Clint Eastwood, Legion d'Onore dal presidente francese Nicolas Sarkozy, Parigi 13 nov 2009
Clint Eastwood e Quentin Tarantino, 18 nov 2009
Clint Eastwood, premio Brass Balls, 2009 'Guys Choice Awards di Spike TV,  30 mag 2009
Clint Eastwood e Sean Penn, 24 ° Santa Barbara International Film Festival , 29 gen 2009
Clint Eastwood con le figlie Francesca e Morgan, la moglie Dina e Gilles Jacob, presidente del festival di Cannes, 25 feb 2009
Clint Eastwood, 2 nov 2008
Clint Eastwood e Angelina Jolie con pancione, Photocall Changeling al 61° Cannes, 20 mag 2008
Clint Eastwood e Angelina Jolie con pancione, red carpet Changeling al 61° Cannes, 20 mag 2008
Clint Eastwood, Letters From Iwo Jima, 64 ° Annual Golden Globe per la miglior regia di un film in lingua straniera, 15 gen 2007
Clint Eastwood, Letters From Iwo Jima, 64 ° Annual Golden Globe per la miglior regia di un film in lingua straniera, 15 gen 2007
Clint Eastwood e Steven Spielberg, Flags of Our Fathers, 09 Ott 2006
Clint Eastwood e Steven Spielberg, Flags of Our Fathers, 09 Ott 2006
Clint Eastwood e Steven Spielberg, Flags of Our Fathers, 09 Ott 2006
Clint Eastwood miglior regista 77th Annual Academy, 27 feb 2005
Morgan Freeman, Clint Eastwood e Hilary Swank, 57 ° Annual DGA Awards Dinner, 29 gen 2005
Morgan Freeman, Clint Eastwood e Hilary Swank, 57 ° Annual DGA Awards Dinner, 29 gen 2005
Clint Eastwood, 09 gen 2005
Clint Eastwood, 17 gen 2004
Clint Eastwood, 17 gen 2004
Clint Eastwood, 17 gen 2004
Clint Eastwood e Nicole Kidman, Golden Globe, 22 gen 2004
Clint Eastwood, Hilary Swank e Morgan Freeman, Million Dollar Baby, 5 dic 2004
Clint Eastwood, Hilary Swank e Morgan Freeman, Million Dollar Baby, 5 dic 2004
Clint Eastwood, Kevin Bacon, Laura Linney e Tim Robbins, Mystic River a Cannes, 23 mag 2003
Premio alla carriera, 9th Annual Screen Actors Guild Awards, 9 mar 2003
Debito di sangue Premiere, 6 ago 2002
Clint Eastwood e moglie a Cannes, 23 mag 2003
Clint Eastwood, 2 feb 2000
Samuel L. Jackson, Dennis Hopper, James Woods e Clint Eastwood, IV Annual American Film Institute Golf Classic, 29 ott 2001
Angela Lansbury, Clint Eastwood, Chuck Berry, Mikhail Baryshnikov e Placido Domingo, 02 dic 2000
Catherine Deneuve e Clint Eastwood, vice-presidente e presidente del 47th Cannes Film Festival, 12 mag 1994
Clint Eastwood e Ed Harris, Potere assoluto, 14 feb 1997
Clint Eastwood e Ed Harris, Potere assoluto, 14 feb 1997
Clint Eastwood a Gene Hackman, set Absolute Power, 14 feb 1997
James Garner, Tommy Lee Jones, Clint Eastwood e Donald Sutherland, 1 ago 2000
Clint Eastwood, True Crime, 25 mar 1999
Clint Eastwood, premiere Space Cowboys, 1 ago 2000
Clint Eastwood presidente del 47th Cannes Film Festival, 12 mag 1994
Clint Eastwood e 2 oscar Oscars Unforgiven, 65th Annual Academy Awards, 29 Mar 1993 t
Bruna Odello of Carmel stands next to Mayorial candidate Clint Eastwood, 7 Apr 1986
Clint Eastwood, 1969
Clint Eastwood, 1969
Clint Eastwood, giugno 1967
Clint Eastwood, 1965

Bio e Curiosità

Clinton Eastwood, Jr. nasce a San Francisco il 31 maggio 1930, in una famiglia protestante con origini irlandesi, scozzesi, olandesi e inglesi, resa itinerante dalla Grande deperessione e il padre operaio a caccia di lavoro, che costringe il piccolo Clint a crescere timido e introverso per un bel po’ nella fattoria con allevamento di galline della nonna, e lo spinge a rendersi indipendente il prima possibile.

Dopo un discreto successo nella squadra di basket della scuola, un diploma in musica, e ogni lavoro possibile per mantenersi, dal boscaiolo in Oregon, all’istruttore di nuoto nell’esercito degli Stati Uniti, il giovane Clint arriva alla Universal e con un contratto di 75 dollari a settimana, si specializza in pellicoli di serie B, compresi La vendetta del mostro e Tarantola di Jack Arnold.

Nel 1964, mentre recita in alcuni episodi della serie televisiva Rawhide, arriva la proposta di girare in Europa The Magnificent Stranger, un western girato in Spagna da un registo romano di nome Sergio Leone, con una sceneggiature ispirata al giapponese Yojimbo di Akira Kurosawa, che dopo il successo ottenuto da I Magnifici 7 (ispirato da un altro lavoro di Kurosawa) lo incuriosisce tanto da spingerlo ad accettare il ruolo dell’uomo senza nome di quello che divenne Per un pugno di dollari. Il resto è storia. La storia della cosiddetta trilogia del dollaro di Leone, seguita da Per qualche dollaro in più e Il buono, il brutto, il cattivo. La storia del successo che spinse la United Artists ad acquistarne i diritti dei tre film per portarli negli USA e lanciare la carriera di Eastwood.

Il notevole successo di pubblico, ovviamente non impedì alla stampa di tutto il mondo di demolire i film di Leone, riabilitati insieme al western all’italiana dalla critica francese.

Eastwood piaceva a Sergio Leone probabilmente per tante ragioni, anche se la lapidaria “Mi piace Clint Eastwood perché è un attore che ha solo due espressioni: una con il sigaro e una senza sigaro” (ma gira anche la variante con il cappello…) fruttò a Clint uno stereotipo duro da far dimenticare.

Il poncho indossato da Clint Eastwood in Per un pugno di dollari fu usato anche in Per qualche dollaro in più e in Il buono, Il brutto, il cattivo.

Nella serie di telefilm Supernatural nell’episodio Frontierland (6×18) i due protagonisti vengono inviati indietro nel tempo proprio nel vecchio West. Dean Winchester, fan accanito di Eastwood nel presente compra, prima di partire, un Poncho coperta proprio come quello di Per un pugno di dollari. Nel vecchio West poi quando gli chiedono il nome risponde senza esitazione: Marshall Eastwood, Clint Eastwood.

In Ritorno al futuro – Parte III di Robert Zemeckis, quando a Marty McFly, catapultato indietro nel tempo del Far West, viene chiesto il nome, questi risponde Clint Eastwood; successivamente, quando Marty deve affrontare un duello con un pericoloso pistolero, si salva sfruttando lo stesso trucco usato da Eastwood nel film Per un pugno di dollari, ovvero una lamiera di metallo nascosta sotto ilponcho come antiproiettile. Questa scena di Per un pugno di dollari la si vede in Ritorno al futuro – Parte II quando Biff Tannen del 1985 alternativo si trova davanti Marty McFly che gli chiede del Grande Almanacco Sportivo 1950-2000.

La carriera e i compensi iniziano a decollare nel 1968, con L’uomo dalla cravatta di cuoio, e quel Dove osano le aquile con Richard Burton pagato 800.000 dollari. Cifretta che spinge Eastwood ad acquistare un ranch alla periferia di Carmel-by-the-Sea, la stessa cittadina californiana della quale diventerà sindaco l’8 aprile del 1986 con il 72% delle preferenze, incarico che non rinnovò dopo due anni.

Il nome di un ruscello che attraversa la sua proprietà d  Carmel-by-the-Sea, nel 1968 diventa quello della Malpaso Productions, che sin dai primi anni settanta si occupa con successo della produzione dei film di Eastwood e di un piccolo, selezionato numero di film di altri autori.

La passione per la musica di Clint, da origine a La ballata della città senza nome, western basato su una commedia di Broadway.

L’amicizia con Don Siegel aiuta Eastwood ad iscriversi al sindacato americano dei registi ed esordire con Brivido nella notte, il primo lungometraggio diretto e interpretato dallo stesso Clint, nei panni di un uomo perseguitato da una stalker che tenta di ucciderlo.

Nel 1971, interpreta anche La notte brava del soldato Jonathan e quel gran duro di Harry Callaghan che inaugura la fortunata serie di avventure del Dirty Harry arrivato in italia con Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo, Una 44 Magnum per l’ispettore Callaghan, Cielo di piombo, Ispettore Callaghan, Coraggio… fatti ammazzare (l’unico che Clint ha anche diretto) e Scommessa con la morte.

Con il western in declino, Eastwood porta in sala Il texano dagli occhi di ghiaccio, interpretato insieme alla sua seconda moglie Sondra Locke, che nonostante le critiche per l’eccessivo spargimento di sangue, divenne uno dei western di maggiore incasso di tutti i tempi.

Le critiche sull’indiscutibile talento di Eastwood spariscono con i lunghi silenzi e l’interpretazine meorabile del rapinatore Frank Morris, in Fuga da Alcatraz.

Dopo aver prodotto e interpretato Corda tesa, Clint Eastwood si concede una commedia con Per piacere… non salvarmi più la vita, scritto e sceneggiato da Blake Edwards, diretto da Richard Benjamin, che ottenne un successo commerciale superato solo da Beverly Hills Cop.

Come ex pistolero e regista de Gli Spietati ottiene nove nomination ai premi Oscar 1993, vincendo quella per il miglior film, miglior regia, miglior attore non protagonista per Gene Hackman, e miglior montaggio per Joel Fox, nei titoli di coda de film comare anche una dedica a Segio (Leone) e Don (Siegal) per ragioni chiarissime.

Nel 1995 vince anche il terzo Premio Oscar per la miglior memoria di Irving G. Thalberg. Nel 2003 dirige, produce e realizza la musica per la colonna sonora di Mystic River, e dopo sei nomination all’Oscar, due vanno agli interpreti Sean Penn e Tim Robbins.

Il trionfo arriva agli Oscar 2005 con Million Dollar Baby e i quattro oscar per miglior film, miglior regia, migliore attrice protagonista a Hilary Swank e miglior attore non protagonista per l’amico Morgan Freeman, più due Golden Globe, per la miglior regia e per la migliore attrice protagonista. Attualmente Eastwood è il regista più anziano ad aver ricevuto l’Oscar per la miglior regia con Million Dollar Baby, all’età di 74 anni.

Nel 2006 dirige Flags of Our Fathers (due candidature agli Oscar) e Lettere da Iwo Jima, che vince il Golden Globe 2007 come miglior film straniero, viene candidato per la miglior regia, esteso al produttore Steven Spielberg.

L’acclamato Gran Torino, che deve il titolo alla macchina del 1972 Ford Torino, diretto e interpretato da uno strepitoso Eastwood, compositore anche delle musiche con il figlio Kyle Eastwood, non ottenne alcun Oscar ma il David di Donatello al miglior film straniero, e la

Per Hereafter, ambientato in tre diverse parti del mondo, le riprese sono state effettuate tutte on location portando troupe artistica e tecnica in tour per il mondo, dalle Alpi francesi a Parigi per le sequenze legate al personaggio di Marie, interpretata da Cecile de France; da Londra, per le scene con protagonista Marcus, all’isola hawaiiana di Maui fino a San Francisco, dove è ambientata la storia di George, Matt Damon. Grazie alla coraggiosa e costosa scelta di Eastwood nello stesso film compaiono palazzi in pietra del XIX secolo, il Charles Dickens Museum, l’unica abitazione ancora esistente del romanziere vittoriano, e il palazzo della Transamerica. Solo poche scene sono state girate in studio, tra queste la complessa sequenza che ricostruisce lo tsunami del 2004, per la quale una parte delle riprese è stata effettuata in una location vera, sulla spiaggia di Lahaina, e un’altra in un enorme invaso di Pinewood Studio in Gran Bretagna.

Sono convinto che il compito del regista, oltre a realizzare la sceneggiatura e girare il materiale necessario, consista nello scritturare le persone adatte ma, a parte questo, credo che la sua maggiore responsabilità sia mettere queste persone a proprio agio, farle sentire a casa loro. Creare un’atmosfera dove tutti sono rilassati e non vi sia tensione.

Bryce Dallas Howard ha raccontato che prima di iniziare le riprese di Hereafter era terrorizzata, perchè aveva inviato un provino registrato e non aveva mai incontrato Clint Eastwood, se non cinque minuti prima delle riprese. “Però è stato gentilissimo, e si è sforzato di essere cortese con tutti” L’attrice ha ricordato che qaundo suo padre Ron presentò il suo film Willow a Cannes 1988 (fuori concorso) “I critici lo bocciarono subito dopo la proiezione e mio padre ci rimase molto male. Così Clint tentò di cambiare la situazione applaudendo fragorosamente, e molta gente lo seguì”

A 82 anni Eastwood torna a recitare al fianco di Amy Adams, Justin Timberlake ed il figlio di Eastwood Scott, nel film drammatico Di nuovo in gioco, diretto da Robert Lorenz, il primo film che non dirigere e interpreta da Nel centro del mirino (1993), pur producendolo.

I Gorillaz hanno dedicato a Clint Eastwood due canzoni: una che ha come titolo proprio Clint Eastwood dall’album Gorillaz e Dirty Harry da Demon Days.

In un breve cameo del film Casper, appaiono anche Mel Gibson, Clint Eastwood ed il comico statunitense Rodney Dangerfield, quando i fantasmi si impossessano del corpo del professore ed egli si guarda allo specchio.

Nel film d’animazione Rango l’aspetto dello Spirito del West è ispirato a Clint Eastwood. Nel mezzo di trasporto di questo misterioso personaggio inoltre si possono vedere 4 statuette d’oro molto simili ai Premi Oscar. Essi rappresentano infatti le 4 premiazioni ricevute da Eastwood per i film Gli spietati w Million Dollar Baby (Miglior Film e Miglior Regia per ciascuno). Il protagonista Rango, inoltre, lo chiama l’Uomo senza nome.

Nel film Una settimana da Dio, Jim Carrey rende omaggio a Clint Eastwood con una esilarante gag in cui si guarda nello specchietto retrovisore della sua auto ed appare il suo volto con le tipiche sembianze di Clint Eastwood.

A Carmel Eastwood gestisce un Hotel chiamato Mission Ranch nel quale viene servita la birra Pale Rider Ale, così denominata dall’omonimo film (Il cavaliere pallido). Il ricavato della vendita di questa birra viene devoluto in opere di beneficenza.

Padre di sette pargoli avuti da 5 donne diverse nel corso di due matrimoni legittimi e tre convivenze, insieme a svariate fidanzate compresa Catherine Deneuve, Eastwood di dichiara favorevole ai diritti gay e al matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Clint Eastwood e Steven Spielberg, Flags of Our Fathers, 09 Ott 2006

Citazioni

Quando un uomo con la pistola incontra un uomo con il fucile, quello con il fucile la pistola è un uomo morto!
Joe, lo straniero, Per un pugno di dollari

Togliti la pistola e mettiti le mutande…
Il Buono/Biondo (Clint Eastwood) al Brutto/Tuco (Eli Wallach), Il buono il brutto e il cattivo

Se muovi solo un dito, ti ordino un vestitino di legno
Harry Callaghan, Cielo di piombo, ispettore Callaghan

Devi fare a te stesso una domanda: “Mi sento fortunato?” Eh, pivello?
Harry Callaghan, Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo

Se spari con questa pistola, devi raccogliere i pezzi… Con la mia invece, di pezzi non se ne parla nemmeno
Harry Callaghan, Una “44 magnum” per l’ispettore Callaghan

Coraggio… fatti ammazzare
Harry Callaghan, Coraggio… fatti ammazzare

È una cosa grossa uccidere un uomo: gli levi tutto quello che ha, e tutto quello che sperava di avere.
Clint Eastwood a Jaime Woolvett, Gli Spietati

Perchè mi fissate? Non sono una spogliarellista!
Gus, Di nuovo in gioco

Avete mai fatto caso che ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto incazzare? [sputo]… Quello sono io.
Walt Kowalski, Gran Torino

Tu pensi che quanto è successo a noi succeda a tutti? Parlo di quello che proviamo l’uno per l’altra. Non siamo… non siamo più due persone separate. C’è gente che cerca una cosa simile per tutta la vita e non la trova, altri non sanno nemmeno che esiste…
Robert Kincaid (Clint Eastwood) I ponti di Madison County

Di’ un po’, tu credi nella nobiltà del suicidio?
No, però se vuoi farti saltare il cervello, prometto che non ti ostacolo, accomodati.

L’assassino John Malkovich e il poliziotto Clint Eastwood, Nel centro del mirino

Ci saranno un milione di ragioni per non spedirti all’altro mondo, ma io non riesco a trovarne nessuna.
Il poliziotto al bandito Raul Julia, La Recluta

Sono venuto a morire con te, o a vivere. Morire non è una cosa difficile per gente come noi: vivere è difficile.
Il texano all’indiano Will Sampson, Il texano fagli occhi di ghiaccio

Dieci anni fa stavo in un bar in Alabama e due stronzi hanno cominciato a darmi addosso: è stato il loro primo sbaglio. Tirarono fuori i coltelli ed è stato il secondo sbaglio. Non sapevano neanche usarli e questo è stato l’ultimo sbaglio che hanno fatto…
Il detenuto Frank Morris, Fuga da Alcatraz

Ho terminato la pietà
Luther, Potere assoluto

Il fatto che ci stiamo tenendo per mano non significa che dobbiamo fare lingua in bocca sotto alla doccia, vero?
Il sergente Gunny Highway, Gunny

Nel video a seguire le citazioni sono 170 e spaziando dal western alle commedie, dal dramma all’azione, passando per il musical arrivano dai film:
La vendetta del mostro, Tarantula, Rawhide, un pugno di dollari, Per qualche dollaro in più, Il buono, il Brutto e il Cattivo, Hang ‘Em High, Bluff di Coogan, Dove osano le aquile, La Ballata, Due avvoltoi hanno fame, di Kelly Heroes, The Beguiled, Brivido, Dirty Harry, Joe Kidd, alta Plains Drifter, Magnum Forza, Thunderbolt e Lightfoot, The Eiger Sanction, The Outlaw Josey Wales, The Enforcer, The Gauntlet, Ogni Filo da torcere, Fuga da Alcatraz, Bronco Billy, Fai come ti pare, Firefox, Honkytonk Man, Sudden Impact, Tightrope, City Heat, Il cavaliere pallido, Gunny, con la morte, Pink Cadillac, Bianca Hunter Black Heart, The Rookie, Unforgiven, Nel centro del mirino, Un mondo perfetto, I ponti di Madison County, Casper, Potere assoluto, True Crime, Space Cowboys, Debito di sangue, Million Dollar Baby e Gran Torino.

Filmografia

attore, regista, produttore, compositore

La vendetta del mostro (Revenge of the Creature), regia di Jack Arnold (1955), attore non accreditato
Francis in the Navy, regia di Arthur Lubin (1955)
Lady Godiva, regia di Arthur Lubin (1955)
Tarantola (Tarantula), regia di Jack Arnold (1955)
Come prima, meglio di prima (Never Say Goodbye), regia di Jerry Hopper (1956)
Esecuzione al tramonto (Star in the Dust), regia di Charles F. Haas (1956)
Scialuppe a mare (Away All Boats), regia di Joseph Pevney (1956)
Vita di una commessa viaggiatrice (The First Traveling Saleslady), regia di Arthur Lubin (1956)
Due gentiluomini attraverso il Giappone (Escapade in Japan), regia di Arthur Lubin (1957) – non accreditato
La squadriglia Lafayette (Lafayette Escadrille), regia di William A. Wellman (1958)
L’urlo di guerra degli apaches (Ambush at Cimarron Pass), regia di Jodie Copelan (1958)
Rawhide, Serie Tv di 217 episodi (1959-1966)
Per un pugno di dollari, regia di Sergio Leone (1964)
Per qualche dollaro in più, regia di Sergio Leone (1965)
Il buono, il brutto, il cattivo, regia di Sergio Leone (1966)
Impiccalo più in alto (Hang ‘Em High), regia di Ted Post (1967)
Le streghe nell’episodio Una sera come le altre, regia di Vittorio De Sica (1967)
L’uomo dalla cravatta di cuoio (Coogan’s Bluff), regia di Don Siegel (1968)
Dove osano le aquile (Where Eagles Dare), regia di Brian G. Hutton (1969)
La ballata della città senza nome (Paint Your Wagon), regia di Joshua Logan (1969)
Gli avvoltoi hanno fame (Two Mules for Sister Sara), regia di Don Siegel (1970)
I guerrieri (Kelly’s Heroes), regia di Brian G. Hutton (1970)
La notte brava del soldato Jonathan (The Beguiled), regia di Don Siegel (1971)
Brivido nella notte (Play Misty for Me), interpretazione e regia di Clint Eastwood (1971)
Ispettore Callaghan: il caso Scorpio è tuo, (Dirty Harry), regia di Don Siegel (1971)
Joe Kidd, regia di John Sturges (1972)
Lo straniero senza nome (High Plains Drifter), interpretazione e di Clint Eastwood (1973)
Breezy, regia di Clint Eastwood (1973) – non accreditato
Una 44 Magnum per l’Ispettore Callaghan (Magnum Force), regia di Ted Post (1973)
Una calibro 20 per lo specialista (Thunderbolt and Lightfoot), regia di Michael Cimino (1974)
Assassinio sull’Eiger (The Eiger Sanction), interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood (1975)
Il texano dagli occhi di ghiaccio (The Outlaw Josey Wales), interpretazione e regia di Clint Eastwood (1976)
Cielo di piombo, ispettore Callaghan (The Enforcer), regia di James Fargo (1976)
L’uomo nel mirino (The Gauntlet), interpretazione e regia di Clint Eastwood (1977)
Filo da torcere (Every Which Way But Loose), regia di James Fargo (1978)
Fuga da Alcatraz (Escape from Alcatraz), regia di Don Siegel (1979)
Bronco Billy, interpretazione e regia di Clint Eastwood (1980)
Fai come ti pare (Any Which Way You Can), regia di Buddy Van Horn (1980)
Firefox – Volpe di fuoco (Firefox), interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood (1982)
Honkytonk Man, interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood (1982)
Coraggio… fatti ammazzare (Sudden Impact), interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood (1983)
Corda tesa (Tightrope), interpretazione e regia di Richard Tuggle (1984)
Per piacere… non salvarmi più la vita (City Heat), interpretazione, musica di CE, regia di Richard Benjamin (1984)
Il cavaliere pallido (Pale Rider), interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood (1985)
Gunny (Heartbreak Ridge), interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood (1986)
Scommessa con la morte (The Dead Pool), regia di Buddy Van Horn (1988)
Pink Cadillac, regia di Buddy Van Horn (1989)
Cacciatore bianco, cuore nero (White Hunter Black Heart), interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood (1990)
La recluta (The Rookie), interpretazione e regia di Clint Eastwood (1990)
Gli spietati (Unforgiven), interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood (1992)
Nel centro del mirino (In the Line of Fire), regia di Wolfgang Petersen (1993)
Un mondo perfetto (A Perfect World), interpretazione, produzione, musica e regia di Clint Eastwood (1993)
Le cento e una notte, regia di Agnès Varda (1995) cameo
Un secolo di cinema – Viaggio nel cinema americano di Martin Scorsese (A Personal Journey with Martin Scorsese (Through American Movies), regia di Martin Scorsese (1995) – documentario
Casper, regia di Brad Silberling (1995) – cameo
I ponti di Madison County (The Bridges of Madison County), interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood (1995)
Potere assoluto (Absolute Power), interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood (1997)
Fino a prova contraria (True Crime), interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood (1999)
Space Cowboys, interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood (2000)
Debito di sangue (Blood Work), interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood (2002)
Mystic River, interpretazione, produzione, musica e regia di Clint Eastwood (2003)
Million Dollar Baby, interpretazione, produzione, musica e regia di Clint Eastwood (2004)
Gran Torino, interpretazione, produzione e regia di Clint Eastwood di Clint Eastwood (2008)
Changeling, regia, musica, produzione di Clint Eastwood (2008)
Invictus – L’invincibile (Invictus) regia, produzione di Clint Eastwood (2009)
J. Edgar, regia, musica, produzione di Clint Eastwood (2011)
Di nuovo in gioco (Trouble With the Curve) interpretazione, produzione di Clint Eastwood, regia di Robert Lorenz (2012)

Trailer e clip

Ultime notizie su Spiderman

Tutto su Spiderman →