• Film

5 attori e il loro metodo di recitazione

5 esempi di 5 attori che entrano nel personaggio in modo particolare

di carla

Uno dei metodi di recitazione più famosi nel mondo del cinema e del teatro è Il Metodo Stanislavskij cioè “l’approfondimento psicologico del personaggio e sulla ricerca di affinità tra il mondo interiore del personaggio e quello dell’attore. Si basa sulla esternazione delle emozioni interiori attraverso la loro interpretazione e rielaborazione a livello intimo.”. Oggi vediamo 5 esempi di preparazione, usati da 5 famosi attori.

Heath Ledger: per interpretare il Joker ne Il Cavaliere Oscuro, Heath Ledger si è isolato in un appartamento per un mese intero, ha sviluppato paranoia e insonnia, a volte dormendo appena due ore a notte. Ha anche tenuto un particolare diario, riempiendolo di scritte e immagini che lo hanno aiutato ad entrare nel personaggio. Alcuni ipotizzano che l’impegno di Heath lo abbia portato ad usare i sonniferi che sono stati la causa dell’eventuale sovradosaggio che ha causato la sua tragica morte. Per il ruolo Heath ha vinto un Oscar postumo come miglior attore nel 2009 battendo Josh Brolin – Milk, Robert Downey Jr. – Tropic Thunder, Philip Seymour Hoffman – Il dubbio e Michael Shannon – Revolutionary Road.

Christian Bale: l’attore è molto attento ad entrare nella parte ed è andato alle estreme conseguenze durante le riprese de L’uomo senza sonno. Per entrare nella mentalità del protagonista malato di insonnia cronica, ha perso 30 chili nutrendosi solo di tonno in scatola e di mele. Bale ha poi ripreso i chili per i muscoli di Batman in Batman Begins.

Robert de Niro: De Niro fa tutto il possibile per ottenere il meglio da sé stesso e anche dal resto del cast. Questo vuol dire anche insultare gli altri attori sul set per essere abbastanza arrabbiato per una scena. Inoltre, per la sua parte nel film Taxi Driver De Niro ha effettivamente lavorato in turni di 12 ore in un taxi per un mese per entrare nella mentalità del protagonista e per capire l’isolamento del lavoro. Per il ruolo fu nominato agli Oscar 1977 ma quell’anno vinse Peter Finch per Quinto potere. Per interpretare Max Cady in Cape Fear Robert De Niro ha pagato un dentista 5.000 dollari per rendere i denti come marci e poi ha pagato 20mila dollari per rimetterli a posto. Per il ruolo fu nominato agli Oscar 1992 ma quell’anno vinse Anthony Hopkins per Il silenzio degli innocenti.

Jim Carrey: Sul set del film Man on the Moon, che racconta la vita del comico Andy Kaufman, Jim Carrey si è rifiutato di uscire dal personaggio. Si girava solo se lo chiamavano Andy ed alla fine Carrey è entrato così tanto nel ruolo che ha sviluppato tic e movimenti di Kaufman, anche se non erano nello script.

Daniel Day-Lewis: quando Daniel Day Lewis è nel personaggio si rifiuta di uscirne, sul set o meno. Durante le riprese del suo ultimo film Lincoln, ha firmato costantemente con la A di per Abramo e ha letto oltre 100 libri sulla vita del Presidente. Per il ruolo vinse l’Oscar 2013 come miglior attore battendo Bradley Cooper – Il lato positivo, Hugh Jackman – Les Misérables, Joaquin Phoenix – The Master e Denzel Washington – Flight. Durante le riprese de Il mio piede sinistro l’attore non ha mai lasciato la sua sedia a rotelle, mentre era sul set, costringendo i membri del cast ad aiutarlo in caso di difficoltà. Per il ruolo vinse l’Oscar 1990 come miglior attore battendo Kenneth Branagh – Enrico V, Tom Cruise – Nato il quattro luglio, Morgan FreemanA spasso con Daisy e Robin Williams – L’attimo fuggente.

Fonte: Movies.Answers