Ben Affleck è Batman? 7 attori scelti per un ruolo e le reazioni dei fans

A volte i casting non piacciono ai fan ma poi tutto si rivela perfetto: ecco qualche esempio

di carla

La scelta di Ben Affleck nel ruolo di Batman sta causando un vero subbuglio nel mondo dei fans che non vedono l’attore adatto per vestire i panni del super-eroe di Gotham City. Per questo ho pensato di proporvi il post di DenofGeek! intitolato Seven Actors Fans Thought Would Suck. Ecco le scelte del sito, tra parentesi i miei (irrilevanti) commenti e un bonus scelto dalla sottoscritta. Andiamo!

7. Jennifer Lawrence come Katniss Everdeen (The Hunger Games)

Quando Jennifer Lawrence stata scelta per Hunger Games è stata ridicolizzata perché considerata troppo vecchia, troppo alta e, stupidamente, troppo “grassa”. L’attrice che a 19 anni aveva guadagnato una nomination agli Oscar per Un gelido inverno è stata considerata troppo ben nutrita per recitare in un film chiamato The Hunger Games. Anche dopo che il film è uscito, i giornalisti del New York Times e The Hollywood Reporter l’hanno criticata. Strano come meno di un mese più tardi, dopo che Hunger Games è diventato uno dei più grandi film del 2012, alcuni degli stessi critici hanno scritto pezzi incandescenti sul perché la Katniss della Lawrence è un “nuovo tipo di donna guerriera” per le giovani ragazze da ammirare.
(Jennifer Lawrence è una grande attrice. Una vera promessa. Oscar a parte, il suo modo di recitare è fantastico e passionale e sebbene Hunger Games non mi sia piaciuto in modo particolare, Jennifer è perfetta per la parte di Katniss.)

6. Daniel Craig come James Bond 007 (Casino Royale)

E’ difficile da ricordare ora ma Daniel Craig è stato accusato di essere troppo brutto e, naturalmente, troppo biondo.
(Se penso a James Bond penso subito a Sean Connery ma Daniel Craig si è rivelato un ottimo 007. Biondo? Irrilevante.)

5. Audrey Hepburn come Holly Golightly (Colazione da Tiffany)

Prima di Internet lo scetticismo dei fan e l’indignazione arrivava tramite le lettere al direttore. Forse non lo sapete ma Truman Capote ha reagito con incredulità alla scelta di Audrey Hepburn nel ruolo più iconico della sua carriera. Quando Capote ha venduto i diritti per il suo breve romanzo Colazione da Tiffany alla Paramount Pictures, lo ha fatto con la volontà espressa che Marilyn Monroe interpretasse la parte di Holly Golightly. Dopo tutto Holly doveva essere seducente, carismatica e capace di irretire un uomo anche se sempre e solo di sfuggita. Ma quando Monroe rinunciò, consigliata da Lee Strasberg, la parte andò alla Hepburn.
(Marilyn nella parte di Holly? Il film sarebbe stato sicuramente diverso ma ormai Holly è Audrey.)

4. Anne Hathaway come Catwoman (The Dark Knight Rises)

Tutti dovrebbero ricordare questo: Anne Hathaway per interpretare Selina Kyle alias Catwoman? Che cosa? Come? Una principessa Disney?! Intendiamoci: molti di questi critici probabilmente non hanno mai visto il suo lavoro in Brokeback Mountain o Rachel sta per sposarsi (e con questo ha ottenuto una nomination all’Oscar 2009 come miglior attrice). E se la volevano seducente, dovevano guardare Havoc. Eppure per molti, Anne Hathaway era poco più che il pulcino di Pretty Princess. Ecco perché fino a quando uscì il film c’erano blog pieni di immagini poco lusinghiere photoshoppate e giudizi affrettati basati su film che Anne aveva fatto 10 anni prima.
(L’ho già detto su Cineblog: per me Catwoman è solo e sempre Michelle Pfeiffer, Anne Hathaway non mi è piaciuta affatto in Il cavaliere oscuro – Il Ritorno, non è seducente, né graffiante, né maliziosa, né sexy.)

3. Heath Ledger come Joker (Il cavaliere oscuro)

E prima di Anne Hathaway come Catwoman, c’era Heath Ledger come Joker. Nel 2006 tutti associavano Jack Nicholson al ruolo di Joker. Invece… dopo la tragica morte di Ledger, il suo Joker continua ad essere riconosciuto come un punto di riferimento di scelleratezza non solo nei film di fumetti, ma in tutto il cinema, dando a Ledger un Oscar postumo.
(Già, nessuno ci avrebbe scommesso un soldino. Eppure poi Heath ha lasciato tutti a bocca aperta, sorprendendo e conquistando pubblico e critica.)

2. Vivien Leigh come Scarlett O’Hara (Via col vento)

Quando Vivien Leigh, un’oscura attrice inglese nata nell’India britannica, è stata lanciata come l’eroina Scarlett O’Hara nell’adattamento di Via col vento arrivarono lettere di fan arrabbiati. Oggi non si può negare che la Leigh sia magnifica. Non solo ha vinto un Oscar, ma ha vinto un posto nell’immortalità cinematografica come uno dei personaggi femminili più importanti del mondo del cinema.
(Vivien Leigh è Rossella O’Hara: viziata, bellissima, altera e orgogliosa.)

1. Michael Keaton nei panni di Batman (Batman)

Sì, il paragone più ovvio è ancora il più adatto. Michael Keaton è stato scelto da Tim Burton per interpretare Il suo Cavaliere Oscuro e molti credevano che fosse sempre e comunque il ragazzo di Beetlejuice. Stavano per rifare l’Adam West dello show televisivo? Il Wall Street Journal ha parlato di centinaia (alcuni dicono decine di migliaia) di lettere di protesta che hanno ricevuto dopo il casting. C’erano persino proteste nelle strade. Poi il film è uscito e i lamenti si sono fermati. Non male per un attore che il Times una volta ha descritto come un burlone.
(Il Batman di Tim Burton è decisamente diverso da quello di Christopher Nolan: pop e colorato il primo, gotico e lugubre il secondo; ma scegliere l’Uomo Pipistrello è da sempre un problema. Eppure Michael Keaton si è comportato bene nel 1989 ed ha fronteggiato con onore e senza sfigurare sia Catwoman, il Pinguino e il Joker).

Secondo il sito citato la lista è in realtà molto più lunga. Ad esempio lo scetticismo che circondava Hugh Jackman nei panni di Wolverine e Rooney Mara come Lisbeth Salander. O Hepburn come Eliza Doolittle e le perplessità di Ian Fleming verso Sean Connery per 007. Quindi a questo punto vediamo cosa combinerà Ben Affleck, potrebbe anche rivelarsi una sorpresa. Qui sotto il mio Bonus ma ovviamente aspetto anche le vostre segnalazioni!

Bonus: Tom Cruise come Lestat (Intervista col vampiro)

Quando fu scelto Tom Cruise per il ruolo del crudele ed affascinante vampiro Lestat per Intervista col Vampiro i fans del romanzo di Anne Rice sono rimasti inorriditi. E non solo loro: persino la stessa Anne, che dichiarò ad un giornale:

“La scelta di Tom Cruise è così bizzarra, è quasi impossibile immaginare come andrà a finire. Credo che Tom Cruise sia un bravo attore ma bisogna sapere cosa può fare e cosa non può fare”.

E poi? Quando uscì il film Tom conquistò tutti: il suo Lestat era fenomenale, credo che sia una delle sue interpretazioni più intense. Anche Anne Rice cambiò parere:

“Dal momento in cui è apparso, per me Tom era Lestat”.

La scrittrice ha anche comprato una pagina di un quotidiano americano per scusarsi con Tom e per congratularsi con il film. Tanto di cappello.

I Video di Cineblog