Top Gun: Maverick, uscita rinviata per coronavirus

Altro rinvio di lusso, Top Gun: Maverick si aggiunge alla lista delle produzioni illustri

È stato detto e ripetuto, peraltro con un'enfasi non da poco: l'industria cinematografica verrà decisamente toccata da questa emergenza. Ed ecco che un altro film, l'ennesimo, fa registrare un rinvio forzato, che di certo non edifica ma che al contempo sembra seguire quella che oramai è divenuta una vera e propria prassi.

Top Gun: Maverick slitta infatti a dicembre, sei mesi dopo rispetto all'uscita inizialmente prevista, fissata al 24 giugno. Uscirà il 23 dicembre 2020, in prossimità del Natale, finestra evidentemente giudicata con favore dalla Paramount Pictures, che ha preferito tagliare la testa al toro optando per un'altra stagione. Scombinando i piani, per forza di cose, perché un film pensato per l'estate è diverso da uno che, secondo certe logiche, è meglio proporre sotto le feste.

A confermare la notizia è stato lo stesso Tom Cruise, che su Twitter ha in pratica ratificato la cosa suggerendo implicitamente di guardare al bicchiere mezzo pieno.

So che molti di voi hanno atteso 34 anni. Sfortunatamente ci vorrà un po' di più. Top Gun: Maverick volerà a dicembre. Riguardatevi.

Insomma, come a dire: «il film finalmente c'è... avete fatto 30, fate anche 31». Un modo come un altro di accostarsi alla faccenda. Ma le peripezie di Pete “Maverick” Mitchell, come in parte accennato, non sono le uniche ad aver risentito del virus. La lista è infatti lunga, da Wonder Woman 1984 a A Quiet Place 2; senza contare i film ancora in produzione, le cui riprese hanno subito un brusco stop, come nel caso di Jurassic World: Dominion e La sirenetta.

  • shares
  • Mail