Everything Everywhere All At Once premiato ai WGA, Independent Spirit e Guild of Music Supervisors Awards 2023

Everything Everywhere All At Once in attesa degli Oscar 2023 vince gli Independent Spirit Awards, WGA e Guild of Music Supervisors Awards.

 

Everything Everywhere All at Once di A24 prosegue la sua corsa verso gli Oscar 2023 con altri premi da aggiungere al suo carnet. Gli Independent Spirit Awards 2023 hanno designato il film di Daniel Kwan e Daniel Scheinert aka Daniels come miglior lungometraggio indipendente e tanto per non farsi mancare nulla, si registrano vittorie anche nel comparto recitazione per Michelle Yeoh, Ke Huy Quan e Stephanie Hsu, tutti vittoriosi nelle nuove categorie istituite dal premio che eleggono le migliori interpretazioni senza riferimento al genere inglobando cinema e TV. “Everything Everywhere All at Once” ha vinto anche per la regia e la sceneggiatura dei Daniels e per il montaggio di Paul Rogers.

Per quanto riguarda le altre categorie cinematografiche premi per altre due pellicole in corsa per gli Oscar: Tár con Cate Blanchett ha vinto per la fotografia di Florian Hoffmeister e Women Talking – Il diritto di scegliere di Sarah Polley è stato insignito del Robert Altman Award che ha premiato in un sol colpo i registi, il direttore del casting e il cast nella sua interezza.

Per gli altri vincitori nelle categorie cinema segnaliamo Aftersun di Charlotte Wells come migliore opera prima, Miglior sceneggiatore esordiente a John Patton Ford per Emily the Criminal; il Leone d’oro a Venezia Tutta la bellezza e il dolore – All the Beauty and the Bloodshed è stato designato miglior documentario e la pellicola pachistana Joyland miglior film internazionale.

La sceneggiatura originale di Daniel Kwan e Daniel Scheinert per il lanciatissimo “Everything Everywhere All at Once” ha ottenuto il premio principale, insieme alla sceneggiatura adattata di Sarah Polley per “Women Talking – Il diritto di scegliere”, alla cerimonia di premiazione dei WGA 2023, riconoscimenti assegnati dalla Writers Guild of America, associazione che incorpora due sindacati attivi negli Stati Uniti a difesa degli sceneggiatori: la “Writers Guild of America East”, che rappresenta gli sceneggiatori di televisione e cinema attivi a New York; e la “Writers Guild of America West” che rappresenta quelli della California del Sud e di Hollywood.

“Everything Everywhere All at Once” ha completato la sua corsa ai principali premi trionfando ai PGA, DGA e ai SAG Awards, nonché i citati Spirit Awards. Il film dei Daniels si presenterà agli Oscar con 11 nomination inclusa quella per la miglior sceneggiatura originale.

Da rimarcare che le sceneggiature de Gli spiriti dell’isola (The Banshees of Inisherin) e Triangle of Sadness – entrambe in lizza agli Oscar per la sceneggiatura originale e il miglior film – non sono state prese in considerazione a causa del regolamento dei WGA, idem per i candidati al miglior adattamento scelti dall’Academy Niente di nuovo sul fronte occidentale di Netflix e il dramma Living con Bill Nighy. Tali esclusioni si verificano ogni anno perché i film idonei alla WGA devono essere scritti in base all’accordo minimo di base stabilito dal sindacato o in alternativa in base a un accordo di contrattazione collettiva in buona fede di varie organizzazioni internazionali, comunque affiliate alla WGA.

La “WGA West” ha assegnato premi onorari a Charlie Kaufman (Laurel Award for Screenwriting Achievement), alle sceneggiatrici Rebecca Lenkiewicz (Paul Selvin Award) e Yvette Lee Bowser (Paddy Chayefsky Laurel Award). La “WGA East” ha celebrato Spike Lee con lo Ian McLellan Hunter Award for Career Achievement.

“Everything Everywhere All at Once” ha ricevuto ulteriori riconoscimenti alla cerimonia dei Guild of Music Supervisors Awards 2023, riconsoscimento che celebra risultati eccezionali in film, TV, documentari, videogiochi, pubblicità e trailer.

La canzone nominata all’Oscar “This Is A Life”, inclusa nella colonna sonora di “Everything Everywhere All at Once” e interpretata da David Byrne, Mitski e Son Lux, ha vinto la categoria Miglior canzone scritta e/o registrata per un film. Premiati anche i supervisori musicali del film Lauren Marie Mikus e Bruce Gilbert, entrambi vincitori per la migliore supervisione musicale nella categoria film con budget non superiori ai 25 milioni di dollari.

Anton Monste del biopic Elvis della Warner Bros ha vinto per la migliore supervisione musicale per un film con budget oltre i 25 milioni di dollari. Da segnalare per il comparto TV premi ai supervisori musicali della serie tv Stranger Things e alla canzone “Perfect Day” di Better Call Saul eseguita da Dresage e Slow Shiver (migliore canzone scritta e/o registrata per la televisione).

Independent Spirits Awards 2023

 

MIGLIOR FILM

Everything Everywhere All at Once

MIGLIOR INTERPRETAZIONE DA PROTAGONISTA

Michelle Yeoh
Everything Everywhere All at Once

MIGLIOR REGIA

Daniel Kwan & Daniel Scheinert
Everything Everywhere All at Once

MIGLIORE OPERA PRIMA

Aftersun
Regista: Charlotte Wells
Produttori: Mark Ceryak, Amy Jackson, Barry Jenkins, Adele Romanski

ROBERT ALTMAN AWARD

Women Talking
Regista: Sarah Polley
Casting Directors: John Buchan, Jason Knight
Ensemble Cast: Shayla Brown, Jessie Buckley, Claire Foy, Kira Guloien, Kate Hallett, Judith Ivey, Rooney Mara, Sheila McCarthy, Frances McDormand, Michelle McLeod, Liv McNeil, Ben Whishaw, August Winter

MIGLIOR SCOPERTA

Stephanie Hsu
Everything Everywhere All At Once

MIGLIORE FOTOGRAFIA

Florian Hoffmeister
Tár

MIGLIOR MONTAGGIO

Paul Rogers
Everything Everywhere All At Once

MIGLIORE SCENEGGIATURA

Daniel Kwan & Daniel Scheinert
Everything Everywhere All At Once

MIGLIORE SCENEGGIATURA D’ESORDIO

John Patton Ford
Emily the Criminal

MIGLIOR FILM INTERNAZIONALE

Joyland
Pakistan/USA
Regista: Saim Sadiq

MIGLIOR DOCUMENTARIO

All the Beauty and the Bloodshed
Regista/Produttore: Laura Poitras
Produttori: Howard Gertler, Nan Goldin, Yoni Golijov, John Lyons

MIGLIOR INTERPRETAZIONE DA NON PROTAGONISTA (Film)

Ke Huy Quan
Everything Everywhere All at Once

WGA – Writers Guild of America Awards 2023

 

SCENEGGIATURA ORIGINALE
Everything Everywhere All at Once
Scritto da Daniel Kwan e Daniel Scheinert; A24

SCENEGGIATURA DOCUMENTARIO
Moonage Daydream
Scritto da Brett Morgen; Neon

SCENEGGIATURA ADATTATA
Women Talking – Il diritto di scegliere, sceneggiatura di Sarah Polley, tratto dal libro di Miriam Toews; Orion Pictures/MGM

Guild of Music Supervisors Awards 2023

 

Miglior supervisione musicale per film con un budget oltre i 25 milioni di dollari

Anton Monsted
Elvis

Miglior supervisione musicale per film con un budget non superiore ai 25 milioni

Lauren Marie Mikus, Bruce Gilbert
Everything Everywhere All at Once

Miglior supervisione musicale per film con un budget non superiore ai 10 milioni

Rob Lowry
Cha Cha Real Smooth

Miglior supervisione musicale per un film non distribuito nelle sale

Rob Lowry
Do Revenge

Miglior canzone scritta e/o registrata per un film

“This Is A Life” da Everything Everywhere All At Once
Autori: Ryan Lott, David Byrne, Mitski Miyawaki
Interpreti: David Byrne, Mitski, Son Lux
Supervisori musicali: Lauren Marie Mikus, Bruce Gilbert

Fonte: Deadline

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →