Steven Spielberg sta sviluppando un nuovo documentario sul leggendario compositore John Williams

Steven Spielberg e Ron Howard produttori esecutivi per un nuovo documentario che racconterà il leggendario compositore John Williams.

John Williams insieme al compianto Ennio Morricone, è una vera e propria leggenda nell’ambito delle colonne sonore cinematografiche, e dopo il documentario “Ennio” dedicato a Morricone da Giuseppe Tornatore, ora apprendiamo dal sito Collider che Steven Spielberg sta sviluppando un nuovo documentario che esplorerà vita e carriera di John Williams.

Chi meglio di Steven Spielberg potrebbe raccontare una leggenda del calibro di Wiliams, anche perché la carriera di Spielberg è legata a doppio filo a quella di Williams; i due hanno dato il via alla loro lunga e prolifica collaborazione nel lontano 1974 quando Williams musicò e tenne a battesimo l’esordio di Spielberg Sugarland Express seguito un anno dopo da uno dei film più celebri di sempre nonché una delle colonne sonore sonore più iconiche della storia del cinema, naturalmente ci riferiamo a Lo squalo che valse a Williams il suo secondo Oscar su 11 candidature ricevute sino ad allora con una prima statuetta vinta per la colonna sonora de Il violinista sul tetto (1972). Il carnet di riconoscimenti di Williams vanta un totale di cinque premi Oscar su 52 nomination, Quattro Golden Globes, 25 Grammy Awards e sette BAFTA.

Il sito Collider riferisce che Amblin Television, Imagine Documentaries e Nedland Media sono nelle primissime fasi di produzione di questo nuovo documentario diretto da Laurent Bouzereau, uno specilaista in featurette che esplorano i dietro le quinte dei film. La collaborazione di Bouzereau con Spielberg risale agli anni novanta e i suoi primi lavori sono stati “making of” de Lo squalo, 1941 – Allarme a Hollywood e E.T. l’extraterrestre arrivando fino a Jurassic Park III, A.I. – Intelligenza artificiale, Minority Report, Indiana Jones e La guerra dei mondi fino al recentissimo West Side Story. Altri “making of” di Bouzereau hanno incluso dietro le quinte di classici quali Tremors, Conan il barbaro, Serpico, la trilogia di Ritorno al futuro e Avatar. Oltre al suo impressionante curriculum di regista di “making of”, Bouzereau ha recentemente diretto per HBO Max il documentario biografico Mama’s Boy: A Story from Our Americas, uno sguardo sull’educazione dello sceneggiatore premio Oscar, Dustin Lance Black (Milk, J Edgar, In nome del cielo), e come il suo stretto rapporto con sua madre ha portato e ispirato il suo attivismo.

Steven Spielberg è produttore esecutivo del documentario insieme a Brian Grazer, Ron Howard, Darryl Frank, Justin Falvey, Justin Wilkes, Sara Bernstein e Meredith Kaulfers. Grazie a questo nuovo documentario scopriremo gli esordi della carriera di Williams quando musicò centinaia di episodi televisivi componendo musica per l’episodio pilota de L’isola di Gilligan e serie tv come Lost in Space. Williams  haa anche creato temi per i Giochi olimpici estivi del 1984, 1988 e 1996, nonché per i Giochi olimpici invernali del 2002. Con le sue 52 nomination agli Oscar, è la persona vivente con più nomination ricevute dall’Academy e la seconda persona con più nomination nella storia degli Oscar, dopo Walt Disney.

Williams che ha 90 anni suonati, in una recente intervista rilasciata in occasione della celebrazione dell’American Cinematheque al Writers Guild of America Theatre di Beverly Hills (via THR) ha sorpreso un po’ tutti affermando che non ha intenzione di ritirarsi presto, Williams ha affermato di avere ancora una decina di anni davanti a sé per comporre nuova musica per la gioia dei suoi innumerevoli estimatori.

Di recente Spielberg e Williams sono tornati a collaborare per Indiana Jones e ala ruota del destino, che vede James Mangold alla regia e Spielberg come produttore. Williams dopo aver musicato i nuovi film di Star Wars aveva pensato ad un suo possibile ritiro, ma quando Spielberg gli ha parlato di Indiana Jones 5, Williams ha detto: “Steven è un sacco di cose. È un regista, è un produttore, è il capo di uno studio, è uno scrittore, è un filantropo, è un educatore; una cosa che non è? Un uomo a cui puoi dire di no.”

Parlando del futuro Williams ha aggiunto: “Ho altri 10 anni davanti. Resterò qui per un po’! Inoltre, non puoi “ritirarti” dalla musica. È come respirare. È la tua vita. È la mia vita. Un giorno senza musica è un errore”. Spielberg in risposta alla ferma decisione di Williams ha risposto: “Sarà meglio che mi metta al lavoro per scoprire cosa diavolo farò dopo!”

Con una carriera che dura da più di 60 anni, Williams ha composto la musica ed è stato direttore d’orchestra per più di 100 film, inclusi tutti e nove i film di Star Wars, i film di Indiana Jones, i primi tre film di Harry Potter, Mamma ho perso l’aereo e i primi due film di Jurassic Park; a tutte queste pellicole Williams ha fornito un tema musicale immediatamente riconoscibile, dalle iconiche “marce” di Indy, Darth Vader e Superman al magico “Tema di Hedwig” di Harry Potter, fino al tema di Jurassic Park che accompagna, in un crescendo di meraviglia, la scena del primo incontro di Sam Neill, Laura Dern e Jeff Goldblum con i dinosauri del parco, momenti iconici che grazie a Williams resteranno ancor più impressi a fuoco nell’immaginario collettivo poiché il cinema e la musica di John Williams sono indissolubilmente legati, alla stregua di portatori sani di emozioni.

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →