Stasera in tv: “Wonder Woman 1984” con Gal Gadot su Canale 5

Canale 5 stasera propone “Wonder Woman 1984”, film d’azione con supereroi del 2020 diretto da Patty Jenkins e interpretato da Gal Gadot, Chris Pine, Kristen Wiig, Pedro Pascal, Connie Nielsen, Robin Wright, Gabriella Wilde: Raquel e Lynda Carter.

Wonder Woman 1984, su Canale 5 Il nono film dell’Universo Esteso DC (DCEU) e seconda incursione sul grande schermo da protagonista dalla supereroina DC che vede il ritorno di Gal Gadot protagonista e Patty Jenkins alla regia. “Wonder Woman 1984” fa un balzo in avanti fino agli anni ’80 e segue Diana Prince spia del governo americano sulle tracce di un’altra spia sovietica, Barbara Ann Minerva, nota come Cheetah (Kristen Wiig) mentre un nuovo antagonista, il Max Lord di Pedro PASCAL, si prepara a distruggere il mondo.

Wonder Woman 1984 – Cast e doppiatori

Interpreti e personaggi

Gal Gadot: Diana Prince / Wonder Woman
Chris Pine: Steve Trevor
Kristen Wiig: Barbara Ann Minerva / Cheetah
Pedro Pascal: Maxwell Lord
Connie Nielsen: Regina Ippolita
Robin Wright: Generale Antiope
Natasha Rothwell: Carol
Ravi Patel: Babajide
Gabriella Wilde: Raquel
Kristoffer Polaha: uomo affascinante
Amr Waked: emiro Said Bin Abydos
Lynda Carter: Asteria
Lilly Aspell: Diana Prince (bambina)

Doppiatori italiani

Claudia Catani: Diana Price / Wonder Woman
Stefano Crescentini: Steve Trevor
Selvaggia Quattrini: Barbara Ann Minerva / Cheetah
Alessio Cigliano: Maxwell Lord
Antonella Giannini: Regina Ippolita
Laura Boccanera: Generale Antiope
Francesca Manicone: Raquel
Massimo De Ambrosis: uomo affascinante
Gianfranco Miranda: emiro Said Bin Abydos
Eva Ricca: Asteria

Wonder Woman 1984 – Trama e trailer

La trama ufficiale: In “Wonder Woman 1984”, il destino del mondo è nuovamente in pericolo, e solo l’intervento di Wonder Woman riuscirà a salvarlo. Questo nuovo capitolo della storia di Wonder Woman, vede Diana Prince vivere tranquillamente in mezzo ai mortali nei vibranti e scintillanti anni ‘80, un’epoca di eccessi spinta dal bisogno di possedere tutto. Nonostante sia ancora in possesso di tutti i suoi poteri, mantiene un basso profilo, occupandosi di antichi manufatti e agendo come supereroina solo in incognito. Ma adesso, Diana dovrà uscire allo scoperto e fare appello alla sua saggezza, alla sua forza e al suo coraggio per salvare il genere umano da un mondo in pericolo di vita.

Curiosità sul film

  • Lilly Aspell (Diana bambina) ha eseguito lei stessa tutte le scene di stunt richieste all’età di 12 anni, perché si riteneva che facesse un lavoro migliore delle sue controfigure.
  • Come riportato per la prima volta da Variety, l’attrice Gal Gadot è stata pagata 10 milioni di dollari per questo film (in cui lei è anche co-produttrice) – 33 volte di più di quello che ha guadagnato nel primo film di Wonder Woman (2017) (300.000 dollari).
  • Nella mitologia greca, l’Amazzonia Asteria era una di quelle uccise da Ercole quando venne a Themyscira per prendere la cintura di Ippolita come una delle sue famose Fatiche. Asteria è anche il nome della dea greca delle stelle.
  • Quando Diana, Steve e Barbara visitano lo sciamano, Diana deduce che la pietra dei sogni è stata creata da Dolos, un dio malvagio che lei descrive come un duca dell’inganno. Nel fumetto di Wonder Woman, il Duca dell’inganno era un supercriminale ricorrente nei primi giorni (anni ’40) del fumetto di Wonder Woman. Era un servitore del dio della guerra, Marte (Ares).
  • L’armatura d’oro di Asteria è basata sull’armatura che Wonder Woman indossa nella graphic novel di Alex Ross “Kingdom Come”. Ross ha commentato in un’intervista che era sconvolto dal fatto che lo studio non gli avesse fornito un compenso per aver utilizzato il suo design in altri media oltre ai fumetti.
  • Il ruolo di Cheetah era stato offerto per la prima volta a Emma Stone, ma lei ha rifiutato. Il ruolo è stato poi offerto a Kristen Wiig, la prima scelta di Patty Jenkins.
  • Nel montaggio all’inizio del film con la Washington DC degli anni ’80, diverse ragazze adolescenti rubano un paio di occhiali da sole da un negozio chiamato Commander Salamander. Questo era un vero e proprio negozio nel quartiere di Georgetown a Washington, specializzato in abbigliamento new wave e punk, diventato una popolare destinazione locale per tutti gli anni ’80 e ’90 prima della sua chiusura nel 2010. La sua ricomparsa durante le riprese ha entusiasmato i residenti locali che hanno ricordato il negozio, ed è apparso in diversi blog e giornali locali.
  • La pietra dei sogni è realizzato in quarzo citrino, una varietà di quarzo che prende il nome da citrin, antica parola francese che significa giallo. Il citrino ha rappresentato a lungo la prosperità e la ricchezza, ed è stato indicato come la “pietra del mercante” o “pietra del denaro”.
  • Ad un certo punto, il naso di Maxwell Lord inizia a sanguinare. Nei fumetti, Maxwell Lord possiede poteri di controllo mentale, un effetto collaterale dei quali sono gravi emorragie nasali.
  • Tra le foto nell’appartamento di Diana, una la ritrae con un’anziana Etta Candy. La donna nella foto è in realtà Lucy Davis di Wonder Woman (2017) truccata per apparire anziana.
  • Quando Diana porta Steve in giro per lo Space Museum, una delle mostre appese al soffitto è la ricostruita Northrup M2-F2 che il maggiore Steve Austin ha fatto schiantare, a seguito dell’incidente diventerà L’uomo da sei milioni di dollari (1974). L’M2-F3 sospeso nello Smithsonian è stato costruito dal relitto dell’M2-F2 e modificato con una terza pinna verticale aggiuntiva – centrata tra le pinne di punta – per migliorare le caratteristiche di controllo del volo. La perdita del controllo del volo è ciò che ha causato l’incidente originale.
  • Barbara Minerva (Cheetah) è vista indulgere in abiti di pelliccia. Questo è un omaggio a Priscilla Rich, la prima Cheetah (Barbara è la terza incarnazione e la più famosa), che amava indossare pellicce di animali e indossava un magico costume da ghepardo di pelliccia.
  • Patty Jenkins e Pedro Pascal hanno basato il ritratto di Maxwell Lord sull’agente di cambio Gordon Gekko in Wall Street (1987) e Lex Luthor in Superman (1978). Pascal ha anche basato la sua interpretazione su Nicolas Cage.
  • Pedro Pascal descrive Max Lord come un venditore di sogni: “Racchiude una componente della cultura degli anni ’80 che è: ottieni quello che vuoi, come puoi, ne hai il diritto! È fottuta avidità, ovviamente, e costa molto. Ma si tratta anche di: come si fa a dare il meglio di sé? Come si vince? Quindi è decisamente il volto del successo”.
  • Diana usa la sua tiara come boomerang, proprio come visto nella serie tv Wonder Woman (1975).
  • La costumista Lindy Hemming ha basato il guardaroba di Diana sulla modella/attrice Brooke Shields degli anni ’80 poiché entrambe sono alte e hanno lo stesso fisico slanciato.
  • Questo film è la prima apparizione live-action di Cheetah. Tutte le sue precedenti apparizioni erano in serie tv d’animazione (in particolare I Superamici (1978), Justice League (2001) e Batman: The Brave and the Bold (2008)) e film d’animazione direct-to-DVD con la Justice League. Non è mai apparsa nella serie televisiva live action Wonder Woman (1975). È stata anche inclusa come personaggio giocabile nei videogiochi della Justice League a partire da Justice League Task Force (1995) per il Super Nintendo.
  • Patty Jenkins ha scelto gli anni ’80 come ambientazione del film perché li vedeva come “l’apice della civiltà e della società occidentali, e quindi offre l’opportunità di esplorare come Wonder Woman avrebbe affrontato i tipi di cattivi che provengono da quell’epoca”.
  • Questo è il secondo lungometraggio di Wonder Woman di Pedro Pascal, essendo apparso in precedenza nel fallito pilota televisivo Wonder Woman (2011).
  • In una breve inquadratura fuori dal quartier generale di Max Lord, mentre la polizia e la folla corrono sullo sfondo, un poliziotto in motocicletta in beige passa proprio dietro Steve Trevor (Chris Pine) mentre cammina verso il quartier generale con Diana. Il poliziotto indossa l’uniforme della California Highway Patrol, un omaggio allo spettacolo poliziesco degli anni ’80 Chips (1977), in cui il padre di Pine, Robert Pine, interpretava il sergente Getraer.
  • Il simbolo di Nuclear Man di Superman IV (1987) può essere visto sul pavimento del centro commerciale.
  • Secondo Patty Jenkins, la controversa sottotrama del “cambio di corpo” doveva essere un riferimento ad alcuni classici degli anni ’70 e ’80, come Tutto accadde un venerdì (1976) e Big (1988).
  • Stuart Milligan è accreditato semplicemente come POTUS e il nome del presidente non viene mai pronunciato nel film, ma il vero presidente nel 1984 era Ronald Reagan. Il personaggio ha una vaga somiglianza con Reagan, ma non utilizza nessuno degli slogan o dei manierismi tipici di Reagan. Milligan ha precedentemente interpretato il personaggio presidenziale Richard Nixon in Doctor Who (2005).
  • Il personaggio di Maxwell Lord era basato sull’attore Sam Neill quando fu introdotto nei fumetti DC nel 1987.
  • Una fonte vicina a Patty Jenkins lo ha descritto come un film a sé stante “nello stesso modo in cui lo sono i film di Indiana Jones o [James] Bond, invece di una storia continua che richiede molte puntate”.
  • Simon Stagg, socio in affari di Maxwell Lord all’inizio del film, è basato sull’omonimo personaggio della DC Comics; un uomo d’affari senza scrupoli che è sia avversario che suocero di Rex Mason, alias il supereroe Metamorpho.
  • Parte del film è stata girata con macchine da presa IMAX da 70 mm e ha ampliato le proporzioni durante sequenze selezionate.
  • All’inizio del film Diana ha un ritaglio di un articolo del 1918 con il titolo che dice “La grande guerra finisce!”. Inoltre, se guardi da vicino, puoi vedere una foto del generale Erich Ludendorff che Danny Huston ha interpretato nel film Wonder Woman (2017).
  • Maxwell Lord ha un figlio di nome Alistair nel film, mentre nei fumetti ha una figlia di nome Emma.
  • Nell’appartamento di Diana, Steve Trevor (Chris Pine) guarda nello specchio sul muro e vede il volto dell’uomo in cui si è incarnato, eppure il pubblico continua a vedere Pine. Questo dispositivo drammatico è stato utilizzato in molti film e serie TV. Un esempio notevole è nella serie tv In viaggio nel tempo – Quantum Leap (1989), in cui Sam Beckett (Scott Bakula) “occupava” in un nuovo corpo ogni settimana. Sia Bakula che Pine hanno interpretato i capitani della USS Enterprise nelle produzioni di Star Trek.
  • Gal Gadot ha scherzosamente suggerito ad Halle Berry di interpretare l’interesse amoroso di Diana per questo film.
  • Barbara è la parola greca per “estraneo” o “straniero”. Da qui la parola “barbaro” mentre Minerva è la dea romana della saggezza
  • L’appartamento di Diana si trova nel (ed è stato filmato nel) complesso di appartamenti, uffici e hotel Watergate nel quartiere Foggy Bottom di Washington, D.C. Il complesso ha dato il nome a un famigerato scandalo politico: i falliti tentativi dell’amministrazione Richard Nixon di coprire il suo coinvolgimento nell’irruzione del giugno 1972 presso la sede del Comitato nazionale democratico ospitato nell’edificio per uffici Watergate.
  • In Wonder Woman (2017), Steve introduce Diana nel mondo degli anni ’10. In questo film, Diana introduce Steve nel mondo degli anni ’80.
  • Le riprese principali sono iniziate il 13 giugno 2018, con il titolo provvisorio Magic Hour.
  • Secondo un’intervista con Gal Gadot, una delle sfide dell’ambientazione del film a metà degli anni ’80 in termini di look e moda, è stata quella di rimanere fedele al periodo evitando che diventasse troppo “camp”, come ha detto lei.
  • Jerry Lawler appare sulla copertina della rivista di wrestling che Diana vede al posto di Babajide. Lo stesso Lawler è un disegnatore di fumetti e possiede una replica della Batmobile della serie tv Batman (1966).
  • Secondo film DCEU ad essere nominato ai Razzies dopo Batman v Superman: Dawn of Justice (2016).
  • L’aspetto fisico e la linea di lavoro di Maxwell Lord hanno portato molti spettatori e critici a credere che dovrebbe essere un pastiche dispregiativo di Donald Trump, che era Presidente degli Stati Uniti al momento delle riprese. La regista Patty Jenkins ha ripetutamente negato qualsiasi intenzione di parodiare Trump.
  • Allo Smithsonian’s Air & Space Center, Chris Pine ha un’interazione con qualcuno vestito da astronauta. Nel 1984, il modello originale delle riprese della USS Enterprise di Star Trek (1966) pendeva dal soffitto appena fuori dall’inquadratura a destra di quella scena. Chris Pine ha interpretato il Capitano Kirk in tre film di Star Trek.
  • Poco prima della premiere del film, la Lucasfilm ha annunciato che Patty Jenkins avrebbe diretto Star Wars: Rogue Squadron (2023). Allo stesso tempo hanno annunciato diversi spin-off di The Mandalorian (2019), con protagonista Pedro Pascal.
  • Il terzo film del DCEU che fa riferimento all’antico passato romano d’Italia. Quando si scopre che la Pietra dei sogni ha causato la scomparsa del re Romolo nel 716 a.C. e ha portato all’assassinio dell’ultimo imperatore romano, che presumibilmente l’aveva in suo possesso nel 476 d.C. In Aquaman (2018), la statua del re Romolo appare quando Arthur Curry e Mera erano a Erice, in Sicilia. Su Shazam! (2019), Freddy Freedman fa riferimento ai romani con Billy Batson.
  • Gal Gadot e Kristen Wiig hanno trascorso gran parte del loro tempo libero a fare scherzi sul set.
  • Kristoffer Polaha, che interpreta “Handsome Man” (il tizio posseduto da Steve Trevor), è un attore famoso per i film Hallmark.
  • Il film è ambientato nel luglio 1984, un anno prima della nascita di Aquaman/Arthur Curry, secondo quanto impostato dal film Aquaman (2018). In realtà, Jason Momoa (40 anni) ha 6 anni in più di Gal Gadot (34 anni).
  • Il film è ambientato 29 anni prima de L’uomo d’acciaio (2013), primo film del DCEU (Universo Esteso DC).
  • Il trucco di Gal Gadot è stato realizzato utilizzando solo prodotti Revlon.
  • Con 151 minuti, questo è il sesto film DC Comics più lungo dopo Zack Snyder’s Justice League (242 minuti), Il cavaliere oscuro – Il ritorno (164 minuti), Watchmen (162 minuti), Superman Returns (154 minuti), e Il cavaliere oscuro e Batman v Superman: Dawn of Justice (152 minuti ciascuno).
  • Gabriella Wilde torna a recitare sei anni dopo il film Squatters (2014). Wilde non è un’attrice cinematografica a tempo pieno, poiché è interamente impegnata come modella.
  • Terzo film WB/DCEU a fare riferimento all’Italia. Il primo è stato Aquaman (2018) durante la battaglia siciliana con Black Manta e il secondo è Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn (2020) quando una giovane Helena Bertinelli viene portata a vivere e ad allenarsi come la Cacciatrice. Max Lord dice a suo figlio Alistair che “Roma non è stata costruita in un giorno”.
  • Lo scontro tra Maxwell, Diana, Steve e Barbara è simile alla lotta alla Casa Bianca con l’esercito e i servizi segreti statunitensi contro il generale Zod, Ursa e Non dal film “Superman II (1980)”.
  • Questo è il primo film DCEU uscito dopo che Warner Bros. ha reso “DCEU” il nome ufficiale del franchise nel maggio 2020. Dopo l’annuncio del franchise nel 2014, è stato comunemente indicato come DC Cinematic Universe, dopo il Marvel Cinematic Universe. Il giornalista di Entertainment Weekly Keith Staskiewicz è stato il primo a coniare “DC Extended Universe” per scherzo in un articolo del luglio 2015 su Batman v Superman: Dawn of Justice (2016), e il nome è rimasto. Tuttavia, il franchise non ha avuto un nome ufficiale fino al 2020. Nell’ottobre 2022 Warner Bros Discovery (società creata dopo la fusione tra WarnerMedia e Discovery Inc.) ha iniziato a riferirsi al DCEU come “DC Universe” o “DCU”.
  • L’Amazzone Asteria è interpretata da Lynda Carter, che ha interpretato Diana Prince/Wonder Woman nella serie tv Wonder Woman (1975).
  • La famiglia di Gal Gadot e il figlio di Patty Jenkins hanno un cameo alla fine del film: la figlia maggiore di Gadot e il figlio di Jenkins le lanciano una palla di neve, e la figlia minore e il marito di Gadot appaiono sulla giostra.
  • Secondo la DC Comics, la Piertra dei sogni originariamente apparteneva a Sandman, il dio dei sogni e notoriamente il protagonista del fumetto di Neil Gaiman “The Sandman”. In omaggio, quando Maxwell Lord desidera diventare la Pietra dei sogni, la reliquia si trasforma in sabbia fluttuante.
  • Diana e Steve rubano un jet per portarlo al Cairo, e Diana usa i poteri che ha sviluppato per rendere invisibile il jet. Nei fumetti, Diana possedeva e pilotava un aereo che poteva diventare invisibile.
  • Diana all’inizio utilizzava velivoli per i viaggi aerei (compreso uno che rende invisibile, usando il potere di Zeus), prima di scoprire la propria capacità di volare come Superman. Nei primi fumetti e nella serie tv Wonder Woman (1975), Diana non poteva volare e spesso viaggiava a bordo di un jet invisibile appositamente progettato. Successivamente in un reboot dei fumetti del 1987, a Diana è stata data la capacità di volare grazie ai suoi poteri, capacità che da allora è stata mantenuta in alcune altre incarnazioni.
  • Quando lei e Diana si incontrano per la prima volta, Barbara afferma di studiare criptozoologia. La stessa Barbara in seguito diventera un criptide.
  • La regista Patty Jenkins e l’originale Wonder Woman Lynda Carter, che interpreta “Asteria” in questo film, condividono lo stesso compleanno, il 24 luglio. Questo li rende entrambi Leone. Anche se Lynda è nata nel 1951 e Patty nel 1971.
  • Il film costato 200 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 169. Il film ha fruito di un’uscita contemporanea nelle sala e in streaming.

Wonder Woman 1984 –  La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono di Hans Zimmer (Il re leone, Inception, Il cavaliere oscuro, Il gladiatore, Interstellar, Pirati dei Caraibi, L’uomo d’acciaio) che aveva precedentemente annunciato avrebbe smesso di comporre musica per film di supereroi dopo Batman v Superman: Dawn of Justice (2016). Zimmer in realtà componendo le musiche per “BVS” ha musicato anche il debutto cinematografico di Wonder Woman quando nel film si èunisce a Batman e Superman. Nonostante l’annuncio Zimmer ha poi accettato di comporre la colonna sonora di X-Men: Dark Phoenix (2019) ed è tornato a comporre per”Wonder Woman 1984″.
  • La canzone suonata alla fine del film quando Diana ha una conversazione con l’uomo che lo spirito di Steve Trevor possiede è “I Won’t Leave You” di Clinton Shorter. La canzone è stata precedentemente utilizzata nel film catastrofico Pompei (2014). Curiosamente, uno dei personaggi di quel film in Pompei, Atticus, è interpretato da Adewale Akinnuoye-Agbaje, che è apparso come Killer Croc in Suicide Squad (2016), un altro film DCEU.
  • Il teaser trailer, pubblicato a dicembre 2019, presenta una cover orchestrale di “Blue Monday” dei New Order, arrangiata da Sebastian Böhm.
  • Nella scena finale, quando Wonder Woman sta parlando con le persone del mondo per rinunciare ai loro desideri, la colonna sonora “A Beautiful Lie” di “Batman v Superman: Dawn of Justice” suona in sottofondo.
  • Nonostante Hans Zimmer abbia composto la colonna sonora, la scena in cui Diana lascia Steve Trevor per volare alla base di Max Lord suona il tema musicale principale del film Sunshine (2007), composto da John Murphy. Murphy in seguito realizzerà anche la colonna sonora del film DCEU The Suicide Squad – Missione suicida (2021).

1. ’84 (2:28)
2. No Hero Is Born from Lies (4:38)
3. Apex Predator (5:08)
4. The Monkey Paw (6:49)
5. Barbara Minerva (1:32)
6. Dechalafrea Ero (11:10)
7. In Love (10:48)
8. Citrine (3:04)
9. In Harm’s Way (5:15)
10. Life Is Good, But It Can Be Better (11:51)
11. The Amazon (9:44)

La colonna sonora di “Wonder Woman 1984” è disponibile su Amazon.

Ultime notizie su Film in tv

Tutto su Film in tv →