Creed 3 slitta al 2023 e trovato uno sceneggiatore per lo spin-off Drago

Creed 3 diretto e interpretato da Michael B. Jordan slitta al 2023 e MGM ha trovato uno sceneggiatore per lo spinoff Drago con Dolph Lundgren

Creed 3 che vedrà l’attore Michael B. Jordan debuttare alla regia,l e al contempo tornare nei panni di Adonis Creed, figlio di Apollo Creed, è ufficialmente slittato all’anno prossimo. Il sito Variety riporta che la data di uscita di “Creed 3” è stata spostata dalla data di uscita iniziale del 22 novembre 2022 al 3 marzo 2023. La nuova data di uscita vedrà il sequel andare direttamente in concorrenza con Dungeons & Dragons: L’onore dei ladri di Paramount, con entrambi i film che saranno seguiti, due settimane dopo, dal debutto del film DC Aquaman and The Lost Kingdom.

“Creed 3” girato da Michael B. Jordan usando macchine da presa IMAX ha concluso le riprese la scorsa primavera e vede nel cast  il ritorno di Tessa Thompson nei panni di Bianca, e di Phylicia Rashad in quelli di Mary Anne Creed, abbiamo visto recentemente Thompson nei panni di Valchiria in Thor: Love and Thunder. Putroppo il Rocky Balboa di Sylvester Stallone non ci sarà, quindi vedremo se il franchise sarà in grado di camminare con le proprie gambe, comunque Stallone è rimasto a bordo come produttore.

A bordo di “Creed 3” anche Jonathan Majors, noto per il ruolo di Atticus Freeman nella serie tv della HBO Lovecraft Country – La terra dei demoni e come Kang il conquistatore nell’Universo Cinematografico Marvel (UCM). Majors sarà l’antagonista principale di “Creed 3”.

Michael B. Jordan si prepara a recitare da protagonista in Methuselah, un’avventura d’azione incentrata su un uomo di 1.000 anni che ha usato il suo tempo sul pianeta per sviluppare una serie senza pari di abilità di sopravvivenza. Il film ispirato alla figura biblica di Matusalemme sarà diretto dal regista premio Oscar Danny Boyle (T2 Trainspotting), da una sceneggiatura di Simon Beaufoy, che scritto con Boyle The Millionaire e 127 ore. La storia originale di Matusalemme sarà cambiata, con il team creativo che sta adottando un nuovo approccio al personaggio, ci sono voci di un’assonanza con il Connor MacLeod del film Highlander e l’intenzione di farne un franchise. Il nome di Jordan è legato anche al thriller d’azione Wrong Answer diretto dal Ryan Coogler di Black Panther e Black Panther: Wakanda Forever. Jordan vestirà i panni di insegnante di matematica di Atlanta, negli Stati Uniti, che scatena uno scandalo quando cerca di ottenere finanziamenti per la sua scuola modificando i punteggi dei test dei suoi studenti. Coogler e Jordan sigleranno con “Wrong Answer” la loro quarta collaborazione dopo Prossima fermata Fruitvale Station, Creed – Nato per combattere e “Black Panther” dove Jordan ha interpretato il supercriminale Erik Killmonger.

È stato recentemente annunciato anche un film spin-off del franchise Creed, basato su personaggi del sequel Creed II. lo spin-off dal titolo Drago sarà incentrato sui personaggi di Ivan Drago e di suo figlio Viktor Drago, interpretati rispettivamente dal Dolph Lundgren (Rocky IV, I Mercenari) e Florian Munteanu, attore e modello tedesco che oltre in “Creed II” ha recitato come Razor Fist nel film Shang-Chi e la leggenda dei Dieci Anelli e nel 2023 sarà il generale George Maniakes, nella terza stagione della serie tv Vikings: Valhalla.

Il sito Deadline riporta che MGM ha reclutato uno sceneggiatore per lo spin-off Drago, sarà Robert Lawton a scrivere lo spin-off di “Creed II” che esplorerà e approfondirà la relazione padre-figlio di Ivan e Viktor e, secondo quanto riferito, la Russia giocherà una parte importate nella storia. Lundgren in una precedENte intervista aveva accennato proprio a questo PArticolare background.

Beh, quando ho interpretato il personaggio, ho creato un background su come è stato allevato dallo stato e come lo hanno controllato. Non aveva molto da dire. Non era davvero una persona malvagia; era solo un prodotto del sistema. È il mostro di Frankenstein. Non è il dottor Frankenstein; quella era l’Unione Sovietica. Quindi l’ho sempre interpretato in quel modo, e alcuni di questi elementi li ho ritrovato nel film dell’85. Un po’ di questo è poi finito in Creed II, ma in quel film io non interpretavo un cattivo. Quindi un po’ di quello era lì anche allora. Sly e io siamo amici, ma ora, immagino volesse mostrare l’altro lato del personaggio. Quindi ero sicuro che mi sarei divertito.

Lo sceneggiatore Robert Lawton ha vinto una Nicholl Fellowship nel 2021 per una sceneggiatura dal titolo Beving Rocky, che esplora la creazione del franchise di Sylvester Stallone e ha anche scritto, diretto e recitato nella commedia romantica Sex & Sushi del 2006.

Dolph Lundgren oltre allo spin-off “Drago” ha altri sette progetti in ballo, tra cui il thriller d’azione Section Eight con Mickey Rourke, in uscita negli Stati Uniti il 23 settembre e il film ambientato durante la Seconda guerra mondiale Operation Seawolf con Frank Grillo, pellicola completata e in attesa di una data di uscita. Altri quattro film sono invece in fase di post-produzione: il film di guerra Come Out Fighting con Kellan Lutz e Michael Jai White, su una missione che si svolge dietro le linee nemiche naziste; i sequel I Mercenari 4 e Aquaman and the Lost Kingdom, in cui Lundgren riprenderà i ruoli rispettivamente di Gunner Jensen e Re Nereus, e i thriller d’azione Wanted Man e The Best Man: il primo co-sceneggiato da Lundgren, su un agente di polizia che deve recuperare un testimone oculare e scortarlo dopo uno scontro a fuoco con un cartello, mentre il secondo con Scout Taylor-Compton e Luke Wilson, segue uno sposo e il suo testimone ubriaco che durante il pranzo di nozze in un remoto hotel devono vedersela con un gruppo di mercenari che piombano sul posto e prendono sposa e invitati in ostaggio.