Oscar 2015, miglior montaggio: American Sniper, Boyhood, Grand Budapest Hotel, Whiplash, The Imitation Game

Il prossimo 22 febbraio saranno annunciati i vincitori degli Oscar 2015. Scopri e vota con Blogo tutti i candidati alla categoria Miglior montaggio.

Ancora un sondaggio e un approfondimento sulle categorie Oscar in attesa del prossimo 22 febbraio, data designata per la consegna dei premi presso il Dolby Theatre.

Dopo avervi proposto i candidati per scenografia, costumi, trucco, sonoro, montaggio sonoro, fotografia, colonna sonora, canzone originaleeffetti speciali, sceneggiatura non originale, sceneggiatura originale, corto live-actioncorto documentario e corto d'animazione è il turno dei cinque nominati al Miglior montaggio.

Quest’anno i film designati a concorrere per l’Oscar al miglior montaggio sono American Sniper, Boyhood, Grand Budapest Hotel, The Imitation Game e Whiplash.

A seguire trovate il sondaggio in cui potete esprimere la vostra preferenza sulla categoria e a seguire un approfondimento sui montatori candidati.


Joel Cox e Gary D. Roach per American Sniper


Oscar 2015, miglior montaggio American Sniper, Boyhood, Grand Budapest Hotel, Whiplash (5)

- Sono in totale 6 le candidature collezionate dal biopic di Clint Eastwood basato sull'autobiografia di Chris Kyle, militare statunitense e uno dei migliori cecchini dei Navy SEAL.

- Terza nomination per Joel Cox (nella foto), con una candidatura ricevuta nel 2005 per Million Dollar Baby e una statuetta vinta nel 1993 per il western Gli spietati, entrambi film diretti da Clint Eastwood.

- Prima nomination per Gary D. Roach, tra i suoi crediti ricordiamo Jersey Boys, J. Edgar, Gran Torino e Changeling, tutti film diretti da Clint Eastwood.


Sandra Adair per Boyhood


Oscar 2015, miglior montaggio American Sniper, Boyhood, Grand Budapest Hotel, Whiplash (6)

- Sono in totale 6 le candidature collezionate dal dramma di Richard Linklater in pole position per la vittoria nelle categorie Miglior film, regia e sceneggiatura originale. Boyhood è un progetto oltremodo singolare, girato per brevi periodi dal Linklater tra il 2002 e il 2013, il film è un'esperienza cinematografica innovativa che copre 12 anni di vita di una famiglia. Al centro della storia c’è Mason, che assieme alla sorella Samantha, vive un viaggio emozionale e trascendente attraverso gli anni, dall'infanzia all'età adulta.

- Prima nomination per Sandra Adair, tra i suoi crediti ricordiamo Prima dell'alba, Prima del tramonto e Before Midnight (tutti diretti da Richard Linklater), la commedia School of Rock e il fantascientifico A Scanner Darkly - Un oscuro scrutare.


Barney Pilling per Grand Budapest Hotel


65th Annual ACE Eddie Awards - Inside

- Sono 9 in totale le nomination ricevute dal film di Wes Anderson che narra la storia di Gustave H., il leggendario concierge del Grand Budapest Hotel interpretato da Ralph Fiennes, e del suo giovane protetto Zero, alle prese con il furto e il recupero di un dipinto rinascimentale inestimabile e la battaglia per un enorme patrimonio di famiglia.

- Prima candidatura per Barney Pilling (nella foto al centro), tra i suoi crediti il drammatico An Education, Quartet diretto da Dustin Hoffman e il dramma romantico One Day.


William Goldenberg per The Imitation Game


US-OSCARS-PRESS ROOM

- Sono 8 in totale le nomination collezionate da The Imitation Game di Morten Tyldum, con protagonista Benedict Cumberbatch nei panni del matematico e crittoanalista Alan Turing. La pellicola è l'adattamento cinematografico della biografia "Alan Turing. Storia di un enigma" scritta da Andrew Hodges nel 1983.

- Quinta candidatura per William Goldenberg (The Insider, Seabiscuit, Zero Dark Thirty) con una statuetta vinta per Argo di Ben Affleck.


Tom Cross per Whiplash


Oscar 2015, miglior montaggio American Sniper, Boyhood, Grand Budapest Hotel, Whiplash (4)

- 5 le nomination totalizzate dal dramma Whiplash diretto da Damien Chazelle e interpretato da Miles Teller e JK Simmons, la cui trama con elementi musicali racconta di un ragazzo che sogna di diventare uno dei migliori batteristi jazz della sua generazione sotto la guida di uno spietato insegnante dai modi duri e prevaricatori.

- Prima candidatura per Tom Cross, tra i suoi crediti il dramma The Space Between e il thriller fantscientifico Time Lapse.

- Cross per il montaggio di Whiplash ha già vinto un BAFTA.

  • shares
  • Mail